Changin’

lo so, è tre giorni che non scrivo. A parte la carenza di idee post-rientro c’è tutta una serie di cose che devo fare e soprattutto dovrò fare, per cui sto riorganizzando il mio tempo.
Dopo essere tornato dal corso di web analytics a Verona sono stato a Milano e a Sasso Marconi. nei prossimi giorni Brescia, poi di nuovo Milano, prima di Natale sicuramente un’altra capatina in Veneto e poi chissà…

Intanto domani parte photowalk.it

Around Sicily: le foto

E’ stata durissima, ma in qualche modo ne siamo usciti: 1,62Gb di foto, 715 scatti DOPO l’epurazione (ma qualcosa limeremo ancora). Tolti i parenti ne restavano davvero ancora troppe, e metterle tutte non aveva senso. Ma d’altro canto quando selezioni perdi sicuramente qualcosa. Il risultato è questo set di 114 foto, che forse non rendono giustizia ad una vacanza fantastica e non raccontano nemmeno un cinquantesimo delle cose che dovrebbero raccontare le foto di una estate. Ma tant’è…

http://www.flickr.com/photos/tambu/sets/72157601923883393/show/

Disiscrirsi?

Oggi BuzzParadise ha mandato una mail in francese. Or ora mi è arrivata la rettifica:

Evidentemente, qualcuno ha ricevuto la nostra newsletter in un’altra lingua.
Ma, non sei perfettamente bilingue, con il tedesco* ???
Ok ! Ok ! Se insisti, te la rimandiamo in italiano !!

Disiscrirsi

DISISCRIRSI 😀

Pacchi Belli

Io d’ora in poi starò alla larga dai prodotti Packard-Bell. 3 delusioni su 3, di cui 2 gravi, non possono essere una coincidenza.
E passi il mio lettore mp3, che te lo spacciano per USB veloce e invece è USB medio, non sarà certo una tragedia.
E’ tragico quando la chiavetta della signora con fior di dati importanti inizia a impazzire, non prima di aver rotto un bel po’ le palle cercando di recuperarli.
E’ tragico quando la tua chiavetta – identica – inizia a far sparire cartelle importanti e segnala come liberi centinaia di Megabyte di dati che invece prima avevi.

Io vi avverto: non ne comprerò mai più! Uomo avvisato…

2 seconds light ma non troppo

Per la nostra vacanza in Sicilia abbiamo scelto prevalentemente il campeggio, per via dei costi che avrebbero comportato 3 intere settimane in strutture superiori. Dovendo cambiare quasi tutti i giorni camping e non avendo problemi di spazio in macchina, io e la signora abbiamo optato per l’acquisto di una tenda 2 seconds light della Quechua, ovviamente da Decathlon.

La prima sorpresa è che non bisogna lanciarla in aria come molti pensano. O meglio: l’impiegata di Decathlon ci ha spiegato che quelle nuove non si lanciano più; è sufficiente “scrollarle un po’ ” (probabilmente avranno svariate cause per danni alle persone in corso 🙂 ). La seconda sorpresa è che una volta presa la mano, montarla è effettivamente semplice, sempre se non ti esplode in faccia 😛

La tenda è sostanzialmente formata da due ellissi incrociate, ognuna delle quali fa da base per metà e da supporto per il tetto per l’altra metà. Non ho compreso esattamente di che materiale siano fatte queste bacchette, il fatto notevole è che possono resistere molto bene alla piegatura. Insieme ai complimenti per l’idea ne va fatto sicuramente uno all’ingegneria dei materiali che c’è dietro.
La 2 seconds light ha quattro picchetti che la tengono ancorata al suolo, e in linea di massima bastano per tenerla ferma. Tuttavia se ce ne fosse bisogno ha anche i normali tiranti.

La questione che tutti si pongono naturalmente è: e poi come la ripiego?
Ammetto che nonostante una dimostrazione pratica in negozio, alla prima prova in casa se non era per un amico avrei rinunciato. La tenda dispone di due coppie di indicatori lungo le ellissi di cui vi ho parlato; una coppia blu e una coppia verde. Sostanzialmente bisogna unire blu con blu fino a formare un cerchio, poi ruotare la tenda di 90 gradi fino ad avere un verde rivolto verso l’altro e poi schiacciare per formare un 8, che alla fine andrà piegato in due. Praticamente così:

Risultato garantito.

e a onor del vero il video del montaggio è stato fatto il primo giorno, lo smontaggio verso fine vacanza. A casa ho anche svariati bloopers di smontaggi finiti tragicamente 🙂