i tempi cambiano anche per Tambu

getfirefox!anche Tambu, sostenitore della prima ora di casa Redmond e zioBill, si è arreso all’evidenza. da oggi Firefox è il mio browser predefinito in tutti i PC che uso. non tanto per il browser in sè, perchè sono convinto che IE7 gli sarà molto simile, quanto per la valanga di estensioni che mi dimezzano, ma che dico diunterzano ( 😛 ), i tempi di sviluppo e controllo:

(dopo “leggi il resto” c’è la lista dettagliata)
Continue reading…

il perchè e il percome dei feed RSS

probabilmente dovrei iniziare col raccontare la base dei feed RSS, ma diventerei subto prolisso ed andrei fuori dallo scopo di questo articolo. per cui mi limito a segnalare un link ( [[RSS|RSS su wikipedia]] ) e a dire che RSS è lo standard odierno di trasmissione, condivisione e aggregazione dei contenuti.

il feed RSS degli articoli di sito, di un blog, di una ricerca è comodo principalmente perchè permette di essere avvertiti in modalità “push” dell’inserimento di nuovo materiale. gli aggregatori sono impostati di solito per cercare nuovi feed ogni ora. Quindi ogni ora noi saremo informati della presenza di nuovi articoli, e potremo scegliere se andare a leggerli sul sito, leggerli direttamente nel feed (se il contenuto è trasmesso per intero dentro all’RSS) oppure farlo dopo – o non farlo affatto.
Continue reading…

la prima lezione di inglese!

In azienda propongono un corso di inglese, da fare in pausa pranzo una volta a settimana, prezzo vantaggioso. Aderisco e faccio il test di ingresso, scritto, e senza usare Google 😉 mi sistemano nella classe avanzata.
Oggi mi presento per la prima lezione, sono in orario perfetto ma non c’è nessuno. Solo io, l’insegnante madrelingua e un’altra persona. Questo attacca a parlarmi nel suo inglese perfetto e superveloce. “Ehm… devo rispondere in italiano o in inglese”? faccio io. “English English, of course”. snocciola una domanda. sto zitto. la rifà e aggiunge qualcosa. silenzio imbarazzato. I due si guardano in faccia… lui alla fine fa “you made the test! T-H-E T-E-S-T (e fa segno con la penna sul foglio) have you got the results? this is the advanced course”
e io, rossissimo e ormai sudato fin sotto l’orologio: “hem… probably… hmm… cioè… ok, glielo spiego in italiano: probabilmente io sono qui perchè SCRIVO l’inglese molto bene, ma praticamente non lo parlo. Forse avete sbagliato a fare il test solo scritto…”

La verità è questa, triste: lo leggo quasi come l’italiano, ogni giorno su internet, posso conversare via mail o forum quasi senza problemi, ma non sono in grado di formulare una frase di senso compiuto più articolata di SOGGETTO-VERBO-COMPLEMENTO.

La riprova è questa: l’insegnate chiede “come dite in inglese STRUMENTI?” “TOOLS” faccio io dopo 0,2 secondi. se fosse un corso di inglese tecnico probabilmente non ci sarei nemmeno andato. Il fatto è che sapere a memoria tutta la barra dei menù di Office non ti aiuta a mangiare in Svezia 😉

Vogliamo parlare della pronuncia poi? tempo fa, al mare, conobbi un ragazzo australiano. Un giorno gli mostrai il mio telo da spiaggia e chiesi “do you like it?” e lui mi rispose, ridendo: “sai? la tua pronuncia dell’inglese è uguale a quella che da noi usano per far parlare il conte Dracula in TV” :-\

riporto da una email

> cioè fammi capire … il Tambu rompicoglioni cinico che sa tutto lui e
> che ha sempre un link a conferma di quello che dice sparisce in favore
> di un tambu buono che nn si incazza che nn fa notare + di tanto gli
> errori degli altri e che si avvicina dippiù a dei un mork piuttosto
> che a un Dr. Spock (nn so come si scrive) … e che oltretutto non
> quota????

No, il dottor spock con google sempre sottodito resiste sempre 🙂
(inciso: pensa che in ufficio mi chiedono di dare le keyword da inserire su Google, per fare prima. “Tambu devo cercare questo, cosa scrivo? “scrivi asd e asder e cerca su gruppi” 🙂 )

Per il resto si. Posso essere più costruttivo in altre maniere.

ma questa è una storia che voi sapevate già no? 😉 😉

weblog – i 10 errori più comuni di usabilità

nell’articolo “Weblog Usability: The Top Ten Design Mistakes“, Jacob Nielsen dice la sua sull’usabilità dei blog; lungi da me credermi in grado di criticare uno della statura di Nielsen, lascio lo stesso due appunti ad imperitura memoria:

la premessa è tutta vera, i motivi per cui i blog spopolano sono sempre quelli, la facilità (pensa, scrivi, clicca. fatto!), il non dover pensare troppo (o meglio, solo quando si fa o cambia il template) al design della pagina, la rete di socialità e link che la Blogosfera comporta.
Continue reading…

webtrends licensing limits

La politica delle licenze di webtrends 7 si basa sulle pageviews. Ovvero voi comprate la possibilità di analizzare un certo numero di di pagine visitate nei vostri siti. oltrepassato questo limite, cosa succede? si blocca tutto di colpo? la frase “You have reached your licensing limits. Failure to resolve may result in future disabling of product functionality. Please contact…” cosa significa ESATTAMENTE?

Non lo so, per ora, ma posso dirvi che uno sforamento di pageviews del 5% (attualmente) non comporta nessuna perdita di funzionalità. webtrends continua a funzionare come dovrebbe. Ovvio, se foste un pochino più svegli di noi avreste già upgradato la licenza 😉
vi terrò aggiornati…

Even if licensing policy – starting from webtrends 7 – is based on “pageviews”, you can exceed the limit you purchased. phrase “You have reached your licensing limits. Failure to resolve may result in future disabling of product functionality. Please contact…” has no exact mean of immediate disabling features.

We was able to exceed by a 5% without any problem.
stay tuned for more news…

arrivederci MaVi

sul banner creato da z-italia per scomparsa di Maria Vittoria c’è scritto “ciao Mary”. io avrei scritto “arrivederci Mary”. perchè oggi so, ma lo sapevo anche prima, che un giorno ci incontreremo e rimedieremo al fatto che non ti sei mai fatta vedere ai nostri incontri. So per certo che eri davvero quello che tutti noi abbiamo saputo attraverso altre persone e fatti. Al funerale di una persona che non è così speciale come te non va così tanta gente, non vengono persone da fuori città. non si rendono gli stessi omaggi che sono stati resi a te.

Eri una persona che UNIVA, che DONAVA. Anche il motociclismo unisce, anche il motociclismo dà. Anche il volontariato dà molto e unisce. E tu avevi in te tutti i frutti di queste cose.
Hai unito talmente tante persone, che ho passato un quarto d’ora a salutare amici ed ex-amici, a stupirmi della loro presenza e a dire “anche tu qui? ma come mai la conoscevi?”
stolto io a fare una domanda così stupida. conoscevi tante persone perchè tante persone volevi vicino, perchè a tanti avevi qualcosa da donare e perchè con tanti sei entrata subito in sintonia.

Ho visto tantissimi fiori. Ho visto tantissime offerte durante l’offertorio. Ho visto i volontari delle croci portare il tuo feretro, sventolare le bandiere, fare i picchetti d’onore e suonare le sirene fuori dalla Chiesa. ho visto centinaia di motociclisti con il casco in mano e le lacrime agli occhi. ho sentito il rumore sordo dei loro motori mentre arrivavano. Ho sentito parlare tua mamma e mi sono commosso. Ho visto tuo padre con la tua tuta e il tuo casco in mano, che li stringeva come si stringe qualcosa a cui si tiene, un ultimo legame con la passione di una figlia che non c’è più. Ho visto la tua moto parcheggiata di fronte alla Chiesa.

Voglio raccontarti una cosa, Mary. quando sono andato via, un signore in scooter mi ha fermato e mi ha chiesto: “cosa succede? perchè c’è questa ressa?” io gli ho risposto, laconico “un funerale”
lui mi ha detto “come mai c’è così tanta gente? era un personaggio importante?” “era una motociclista, una nostra amica” gli ho risposto.

non sono stato pronto; dovevo dirgli che “si, per tutte le persone che l’hanno consciuta, era un personaggio molto importante

TOP100

Oggi, a poche ore di distanza, sono uscite le top100 dei blog italiani in versione BLOGITALIA e TECHNORATI.
Sebbene la cosa che possa balzare subito all’occhio è lo stradominio assoluto di BeppeGrillo.it, la cosa che in realtà tutta la blogosfera ha notato ed ampiamente riportato è che…

..IO NON COMPAIO IN NESSUNA DELLE DUE!!! 🙁

😉

recensisco la mia moto

sollecitato da Koolinus non posso certo tirarmi indietro, così cerco di allontanare questa aura triste che da ieri mi accompagna:

Senti, ma un BEL post sullo z750 lo fai ?

consumi
comodita’ tua
comodita’ del passeggero
autonomia
praticita’ con bagaglio
costi di manutenzione
piccoli difetti veniali

ce la fai ? Grazie !!!!

ce la faccio:
Continue reading…

Mary

Essere motociclisti comporta alcune consapevolezze: una di queste è che le maledette locandine dei giornali che annunciano qualche incidente in moto ti rendono nervoso, finchè non riesci ad appurare che le persone coinvolte non sono tuoi conoscenti.
Oggi invece è stato un SMS ad avvisarmi, perchè le locandine riportavano di uno schianto in macchina. Oggi, e per sempre, c’è un contatto in meno nel messenger, un utente in meno nel mio forum preferito, una persona in meno alle serate casinare di vari gruppi di amici. Oggi c’è una motociclista in meno nel mondo, c’è una famiglia distrutta; Oggi c’è un ragazzo in coma a cui non si sa cosa augurare: se restare nell’oblio inconsapevole, o destarsi ed affrontare il resto della sua esistenza senza la sua amata.

Oggi è una di quelle giornate il cui è davvero difficile credere in Dio.