installare WordPress su Altervista

non credo che ci siano dubbi sulla fattibilità della cosa… visto che l’ho appena fatto 🙂

comunque sia vi racconto come si fa, almeno mi sento utile:
Per prima cosa occorre un account su Altervista: potete crearlo dalla pagina http://www.altervista.org/iscrizione.php. In secondo luogo facciamo un excursus sulla politica di Altervista: essa si basa sul concetto di ALTERCENTS, ovvero dei crediti “virtuali” accumulabili tramite campagne pubblicitarie fatte di banner pay-per-view o pay-per-click nei propri siti, oppure semplicemente pagando di tasca propria (facendo una telefonata o con carta di credito). In realtà se qualcuno ne avesse proprio in avanzo potrebbe anche farsi fare un BONIFICO da Altervista e trarne guadagno reale, ma credo che questa ipotesi sia limitata a pochissimi fortunati.

Il database MYSQL ha i seguenti costi, in altercents:

Classe 1: nessun costo di mantenimento (attivazione 500 AC), 200 queries/h
Classe 2: 100 AlterCents/mese (attivazione 500 AC), 2000 queries/h
Classe 3: 250 AlterCents/mese (attivazione 500 AC), 10000 queries/h
Classe 4: 350 AlterCents/mese (attivazione 500 AC), infinite queries/h
Classe 5: 1500 AlterCents/anno (attivazione 1000 AC), 5000 queries/h
Classe 6: 2500 AlterCents/anno (attivazione 1000 AC), infinite queries/h

Vi dico subito che con la classe 1 wordpress non si installa: questo perchè la creazione delle tabelle genera un numero di query troppo elevato. Per contro la classe 3 basta e avanza.
Una volta attivato il database possiamo scaricare lo zippone di WORDPRESS dal sito ufficiale, scompattarlo in locale, aprire il file wp-config-sample.php e cambiare i parametri della connessione come segue:

(supponiamo mi sia iscritto ad altervista con username TATATA e password BUBUBU)

// ** MySQL settings ** //
define(‘DB_NAME’, ‘MY_TATATA’); // The name of the database
define(‘DB_USER’, ‘TATATA’); // Your MySQL username
define(‘DB_PASSWORD’, ‘BUBUBU’); // …and password
define(‘DB_HOST’, ‘localhost’); // 99% chance you won’t need to change this value

E’ importante notare il ” MY_ ” davanti al nome del database, io ci ho perso almeno un quarto d’ora.

salviamo il file aperto come wp-config.php e uploadiamo tutto su ftp.altervista.org, porta 21, user TATATA password BUBUBU.
puntiamo il nostro browser su http://TATATA.altervista.org/install.php e seguiamo le istruzioni su schermo.

Perchè questa guida?
perchè è possibile farlo, avevo letto di no. perchè altervista ha i requisiti per farlo. perchè mi andava 🙂
Che vantaggi si hanno a fare un blog su altervista?
indubbiamente che costa poco; con 6 euro ti fai 4000 altercents e lo mandi avanti qualche mese agevolmente. Può essere una buona idea per avvicinarsi a WordPress senza comprarsi un dominio, fare LAR, metterci il proprio nome. Perchè se il blog ha successo ci si può addirittura guadagnare, se non almeno mantenerlo.
Mi piace il mio blog e voglio farmi un dominio, devo ricominciare daccapo?
No, il bello è che, pur essendo in uno spazio pubblico, si resta padroni degli elaborati e della piattaforma, al conrtario di Splinder, IoBloggo eccetera che non consentono il backup di anni di scritture. come si fa? si accede al pannello di controllo di altervista, si va in “_Tools” e tramite phpMyAdmin si backuppa interamente il database… nel nostro nuovo dominio, 99 su 100, ci sarà ancora phpMyAdmin per importarlo. Per l’uso di php MyAdmin ci sono in giro sicuramente delle ottime guide scritte da chi ne sa più di me 🙂

ah, il blog che ho creato è http://motociclisti.altervista.org.

Leave a Reply

35 Comments

  1. Nervo

    Ma bravo! Mi hai fregato l’idea 😀
    Stavo pensando anche io di scrivere una mini-guida, proprio per gli stessi motivi per cui l’hai scritta tu. Il mio WP-Blog è su http://nervo.altervista.org/blog (giusto per evidenziare una piccola lacuna nella guida: il blog può essere installato in una sottodirectory, il che permette di avere una “home page” vera e propria). E, per quanto riguarda il dominio: che necessità c’è di fare backup e restore del tuo blog? Non basterebbe pagare un semplice redirect con maschera sul sito Altervista? Secondo me costa pure meno 🙂

    Ok, ok, sarà che pur essendo venerdì oggi ho un umore da lunedì, ma mi rendo conto di essere più precisino del cazzo(TM) di te, stamattina 😀

  2. si potrebbe anche fare il redirect come dici, ma non sarebbe la stessa cosa… in fondo un dominio con hosting ti offre anche taaaaaaaante altre cose più di altervista… e sommando il costo di “mantenimento” di altervista con quello del solo dominio con redirect, te ne prendi uno un pelo serio e trasferisci tutto 🙂

  3. Nervo

    beh si, può darsi 🙂
    In ogni caso, mi piace segnalare a questo proposito che ho appena scoperto questo tool che permette di importare i post (niente commenti, sorry) da Splinder. Potrebbe servire anche a te 😀

  4. Nervo

    P.S.: ho usato il tool sul mio blog, puoi vedere il risultato sul link là sopra. Omaggi.

  5. SUUUUUUUUUUUUUUUPERFICATA!!!!!! molto utile grazie, anche se non credo che importerò mai il vecchio blog… però è importante sapere che si può! 🙂

  6. Nervo

    eh, se mai Splinder dovesse essere colpito da un uragano…:)

  7. Pingback: 30 seconds to Tambu » Blog Archive » E benvenuto!

  8. Robi

    Giusto un brevissimo appunto in ritardo di un secolo sulla pubblicazione di questo post 😛 su Iobloggo *sei* padrone dei tuoi scritti e *puoi* esportarli. E’ allo studio anche un’esportazione direttamente iobloggo->WP ma sembra ci siano problemi

  9. Pingback: 30 seconds to Tambu » Blog Archive » BlogDay2006

  10. Framp

    Ehi ragazzi. Altervista non è l’unico servizio di free hosting!
    io ho creato il mio blog su http://www.110mb.com.
    gratis senza altercents e/o campagne pubblicitarie!
    [URL]http://fplace.110mb.com/blog/[/URL]
    Ciaoz
    Ps: anch’io ho scritto una piccola guida per creare un forum con wordpress!

  11. ciao, la guida mi e’ stata utile. Pero’ magari per i meno sgamati e’ utile chiarire che ” MY_ ” davanti al nome del database puo’ non essere scritto in mauiscolo. Altrimento non ti si connette al DB

  12. I servizi hosting free sono pochi solo in italia, all’estero fanno a gara per accaparrarsi utenti: non è che siano tutti benefattori, anzi: ti danno servizi che dopo un pò di mesi che blogghi desidererai upgradare o per via che hai poco spazio o per via che hai poco traffico ecc… il problema per quelli come me che sanno un pochino di htlm ma solo un pochino, come un pochino di inglee, si insomma persone che non hanno studiato ma per hobby bloggano non è problematico trovare servizi, ma trovare guide, come in questo caso per wp che siano veramente tutorial, cioè che rendano il neofita per mano e lo accompagnino in tutti i passaggi che ci sono. Ad esempio qui all’inizio è fatto molto bene, ma poi si danno per scontate troppe cose: io ad esempio non riesco a trovare nel Mio pannello una scritta che mi dica dove sia l’FTP, inoltre c’era il fatto di MY_ maiuscolo “mi raccomando MY_”…. così col cavolo che ti parte… Insomma Fare buoni siti è difficile, ma ancora più difficile è spiegare come farli. Cordialmente, Massy. ( Io comunque, dopo un pò di ore ancora non sono riuscito ad aprire WP, per la cronaca, sono fermo all’FTP.. chisà dov’è…) http://blogmasterpg.googlepages.com Ps: un ultima cosa: dopo aver ‘scompattato il file compresso, lo devo rimettere insieme come compreso oppure devo ‘uploadarlo così scompattato nell’ftp(sempre che poi lo trovi questo http://ftp..)”

  13. @Framp

    Interessante sto 110Mb. Infatto volevo installare WP per fare il sito di un coro,ma immaginavo che con tutte le queries che fa non potessi usare la classe 1 di MySQL. Si riesce su 100Mb? Ciao

  14. Sokak

    Grazie, grazie mille!

    queste poche righe mi hanno tolto dalla cacca nel momento del bisogno…

    Non credo in molte cose, ma in una sì: un uomo può dirsi veramente felice solo quando riesce a ringraziare dal profondo del cuore…

    E io oggi sono felice…

  15. controcopertina

    grazie…grazie mille. Avevo fatto confusione, questa guida mi ha evitato un grosso rosik.

  16. Framp

    @Voodoo
    Si, sembra funzionare 🙂
    Sono un felice utilizzatore di wordpress 2 (anche se ormai nn aggiorno il blog da settimane 🙁 )!

    Per alcune funzioni (come l’invio di mail dal server) devi mandare una prova della tua identità a 110mb: una fotocopia della tua carta d’identità e una bolletta in pdf dovrebbero andare bene. Penso sia per evitare mailbomber etc. 🙂

  17. Carissimo BlogmasterPg (che poi non mi sembri tanto master) se usi googlepages l’FTP è logico che nn lo trovi. GooglePges è fatto x fare siti web e quei 100Mb te li amministra lui!!
    Comunque un altro servizio di hosting da, udite udite, 1 Gb (con POCA pubblicità: solo un mini frame) è 125mb.com
    Ciao

  18. alessandro

    Salve,
    io ho provato ad installare questo programma su altervista e ho fatto tutto quello che e’ necessario nel file dove inserire i dati del database e poi parto con il file install.php ma mi viene fuori questo errore:
    Fatal error: main() [function.require]: Failed opening required ‘../wp-includes/functions.php’ (include_path=’.:’) in /membri2/martinalex/install.php on line 4

    Qualcuno mi sa dire cosa non va e come devo fare per risolvere questo errore?
    Grazie

  19. Julian

    Come ho fatto a non pensarci prima?? Grazie tante, non pensavo fosse così semplice….poi wordpress è proprio quello che cercavo con tutti suoi temi intercambiabili….il problema degli altercents poi l’ho risolto mettendo il blog sul account che ho creato su http://www.newsit.es che mi da 20GB di spazio e 5 database MYSQL gratis con infinite queries!! l’unica pecca di newsit è che non posso uploadare tutti i tipi di file che voglio (per es. no archivi .rar ) e il limite di MB massimi per file…per quello che serve cmq è perfetto…vi inviterei a provarlo….!! il mio blog cmq si trova su http://www.julians.newsit.es

  20. Pingback: The Cottage » Blog Archive » Da Splinder a Wordpress: impresa titanica

  21. DaveStravoz

    Salve a tutti… Ma su altervista si può risolvere il problema della comunicazione con l’esterno?? Come si può fare per completare l’installazione del plugin “stats”? Non riesco ad inserire il codice api…

    Ciao!!

  22. Ok, ho fatto tutto… e allora perchè NON funziona?
    Ho trasferito i file con SmartFTP. L’unica cosa che ho notato di strano è che, mentre li trasferivo continuava a saltarmi fuori l’errore “Impossibile controllare l’esistenza del file”; inoltre le dimensioni del file sul sito sono diverse dalle dimensioni dei file sul mio computer…
    Vi prego, help me!!!

  23. Pingback: per davide « RIFIUTI ZERO VdA

  24. martinalex

    Ho seguito tutto come descritto in questo articolo, ma purtroppo quando avvia il file install.php mi viene fuori questo errore:
    Fatal error: main() [function.require]: Failed opening required ‘../wp-includes/compat.php’ (include_path=’.:’) in /membri2/martinalex75/install.php on line 4

    C’e’ qualcuno che mi saprebbe aiutare?
    Grazie.

  25. sembrerebbe che non hai caricato il file compat.php nella cartella wp-includes

  26. se togli install.php vedrai che ci sono degli errori, dei file mancanti.

  27. cresi

    gia ho visto grazie 🙂
    ma non riesco a capire cosa devo fare.
    cosa devo fare?
    grazie x l’attenzione

  28. cresi

    scusa l’insistenza ma sono ignorante che file mancano? dove li prendo??

    grazie mille

  29. direi che manca wp-includes/compat.php lo trovi nei file di installazione di wordpress. Però non è escluso che messo quello non ne manchino altri. E’ un po’ difficile fare il debug da fuori…

  30. cresi

    grazie mille 🙂

  31. Grazie Tambu io ce l’ho fatta!
    Ma il sito si chiama gaiofana.altervista.org ma wordprees mi ha cambiato il blog interno, perchè ho dovuto mettere i file in quella cartella. Non si può usare wordprees nella pagina principale?E da questa come ci vado al blog?
    Grazie ancora

  32. nella configurazione di WordPress puoi specificare l’indirizzo del blog, anche se diverso da quello della cartella

  33. ciao,
    riguardo wordpress per altervista vorrei segnalarti questo plugin JSToolTip
    :ciao:

Next ArticleAdomedia Macrodobe