festa messicana

L’annuale festa Kahuna si è svolta ieri sera. L’anno scorso era una cena indiana, quest’anno abbiamo fatto una festa tex-mex. Ci siamo procurati due sombreri, un festone colorato, svariate centinaia di Megabyte di musica tradizionale (tra cui l’immancabile El jarabe tapatio) e tanta allegria. La signora ha cucinato:

  • chili
  • guacamole, da servire con i nachos
  • peperoni “parlanti”, ripieni con riso, mais e altro
  • tacos

e completavano il quadro il queso a dadini, la macchina per gli hot-dog sempre in funzione e una torta al cioccolato e cannella, in realtà poco messicana ma comunque gradita. Poi Tequila per tutti!
Alla fine la conta dei cadaveri era di 18 bottiglie da 33 tra Corona, Sol e Desperados e una Heineken da 66 🙂

Il gatto Solimano, anche in questa occasione, ha evitato per bene di fare il suo numero. Era previsto che, cito la mia email di invito,

Durante la serata il gatto Solimano tenterà di battere il record mondiale di siesta, appartenente a Pedro Gomes Alvarez de Montoya in Carrido de nino Santos da Teotihuacan, con una ronfata continuativa di almeno 6 ore e 13 minuti. E il tutto senza toccare acqua, croccantini o sabbietta!!

festa texmex

Colonna sonora:

Gli schermi lucidi sono il male

Mentre sto alla finestra e guardo passare le notizie quotidiane sui nuovi netbook, in attesa di decidermi finalmente su cosa comprare, mi imbatto in un post dell’ottimo Netbookitalia.com, cui non posso far altro che replicare così.

Gli schermi X-bright, Glossy o chiamateli come volete, sono il MALE ASSOLUTO! a cosa mi serve comprare un portatile, se poi posso usarlo solo al chiuso o di sera? che senso ha avere un computer comodo da portare in giardino, se in giardino non si può usare? se al bar non si può usare mentre sorseggio una tazza di caffè all’aperto? Se accendo il mio Vaio di giorno, al Sole, è come se lo schermo fosse spento. Non esagero, non si distingue una icona dallo sfondo, se apri word intuisci che c’è una barra degli strumenti, ma non puoi leggere niente. Nada, niet.

Per cui state certi che NON mi comprerò un Dell Mini Inspiron 9, anche se era uno dei papabili… peccato…