Mitac Mio C710

mitac mio c710Prima di lanciarmi in un “poi vi faccio la recensione”, che alla fine non farò mai (come per il portatile e la macchina fotografica) vi dirò che ho questo gioiellino in mano da qualche giorno, regalo di compleanno con parecchio anticipo della mia signora, e che lo bramavo da tempo.

Miotech è un’azienda mi pare belga che sta aggredendo il mercato dei navigatori satellitari in modo abbastanza efficace, a giudicare dal maggiore consenso che leggo in giro e dalla diffusione sempre più elevata dei suoi prodotti nei negozi online e non.

Sono sempre stato attratto dai navigatori MIO perché a leggerne le specifiche un profano come me non trovava differenze sostanziali con i più blasonati TOMTOM o Garmin; anzi, tanto per fare esempi concreti il MIO C710 viene fornito con mappatura europea di 25 paesi dell’Unione, 1Gb di spazio FLASH ROM per uploadare mp3 o fotografie, ricevitore TMC integrato per ricevere aggiornamenti sul traffico e database degli autovelox europei. Per contro sul tomtom ONE EUROPE – il suo concorrente più prossimo della famiglia dei tamburi – il ricevitore TMC (che serve a ricevere gli aggiornamenti real time sul traffico, via radio) te lo devi comprare a parte, e il database degli autovelox te lo devi scaricare e installare. Il lettore mp3 non c’è. e costa solo 30 euro in meno.

L’ho usato poco, solo ieri sera per andare in un posto che conoscevo benissimo, principalmente per verificare che strada mi avrebbe fatto fare: il segnale dei satelliti si aggancia in pochi secondi, meno di 10, anche appena usciti da una galleria, il ricalcolo del percorso in caso di errore è velocissimo, le istruzioni vocali forse un pelino migliorabili, ma va anche detto che bisogna tararsi sul suo modo di comunicare e non il contrario. Sono rimasto STUPITO dal numero impressionante di dettagli, che a prima vista sembrerebbero superflui, ma che invece denotano una cura particolare nel cercare di fare un prodotto come si deve. Vi cito i primi letti e verificati:

- il navigatore conosce la posizione del Sole. Non ci vuole un granché è vero, ma tiene conto dell’ora e se girate a sinistra e vi trovate il Sole in faccia, sul navigatore appare il pallino giallo in cielo (ovviamente in modalità cockpit e non mappa 2D). E’ un modo veloce per capire se siamo nella direzione giusta.
- in una strada a senso unico il cursore sta a centro strada. in una strada a doppio senso il cursore sta sulla destra. Ma se siamo in Inghilterra, sta sulla sinistra :)
- quando approciate una rotonda, il navigatore conosce il numero di “uscite” di questa rotonda e vi dice quale prendere.
- ha una modalità “pedone” che permette di prendere contromano i sensi unici, casomai lo usassimo in bici o a piedi.

la confezione comprende TUTTI gli accessori possibili: custodia, supporto per auto, supposto per bici, caricabatteria europeo “classico” e tripolare inglese/austriaco, caricabatteria per auto, cavo USB, laccetto, DVD di installazione e DVD delle mappe.
Dal momento della registrazione gli aggiornamenti degli autovelox durano un anno, poi bisogna pagare. Ma non è un problema perché smanettando si può sbloccare il navigatore e renderlo a tutti gli effetti un Palmare con Windows CE (e addirittura installare software vario), oppure convertire i POI del tomtom e aggiungerli al database esistente ;-)

E’ espandibile tramite SD o MMC. con circa 15 euro ci aggiungete altri 2 Gb e ci mettete dentro tutta la musica che vi serve per 20 giorni di vacanza senza mai perdervi in tutta Europa :D

Leave a Reply

*

11 comments

  1. Occhio a quando scegli di evitare qualche blocco (tipo code per traffico od incidenti): se non hai il fuoristrada il mio consiglio è di farti la coda.
    Almeno alla fine avrai perso quelle due o tre ore ma avrai sempre la tua cara macchina sana e salva. Altrimenti… provare per credere.

  2. se non erro esiste anche la funzione “evita le strade bianche” :)

  3. Il mio povero Invion non ha tutte quelle belle funzioncine :(
    Però riesce a dirti “prosegui su strada sconosciuta” pur indicando il nome della strada sul display…non è roba per tutti :rulez:

  4. il mio mi fa morire quando dice “prepararsi a tenere la sinistra” o “prepararsi ad andare dritti” :D

  5. Sarà, ma alla fine il miglior rapporto qualità-prezzo ce lo ha sempre il mio tomtom che ho installato sul mio Motorola A1000 :-P

  6. Pingback: 30 seconds to Tambu · hardware transessuale

  7. Pingback: 30 seconds to Tambu · Cappuccetto Tambu

  8. Pingback: 30 seconds to Tambu · Google maps navigation, la mia recensione

  9. Pingback: Questione di fiducia · 30 seconds to Tambu

Next Articleglobo di magma