Superbowl

Visto che ho ancora qualche mese di Sky gratis, e che quando invece pagherò lo sport non farà parte del mio pacchetto, stasera ne approfitterò per guardarmi in diretta il Superbowl, alla maniera americana: birrozza, divano e popocorn, in lingua originale per coglierne l’atmosfera :D

Non c’è nessuna delle mie squadre preferite (sempre ammesso che esistano ancora), ma fa nulla!

Cultura Senza Barriere 2010

Sono in treno mentre rientro a casa da Padova, dove si sta ancora tenendo Cultura Senza Barriere 2010.
Mi è sembrato un ottimo evento, ricco di spunti e relatori validi. Il mio speech pare sia andato bene, forse perché ricalcava in parte uno già tenuto e forse la cosa mi ha facilitato.

Come in tutte le occasioni sociali di questo tipo, ho conosciuto persone interessanti e rivisto con piacere vecchi amici, e poiché la conoscenza è il primo motore della collaborazione, si sa mai che in futuro da cosa nasca cosa…

Mi sembra doveroso ringraziare pubblicamente Marco Bertoni, che mi ha invitato a parlare praticamente sulla fiducia, e la splendida organizzazione del servizio disabilità dell’Università di Padova per l’ineccepibile lavoro. Se fossero tutti così, gli eventi, saremmo tutti più tranquilli :)

Buoni presagi

Oggi all’una meno qualcosa l’ultimo item è uscito di casa e all’una e qualcosa abbiamo consegnato le chiavi ai nuovi inquilini. All’una e mezza, mentre eravamo in cerca di un pezzo di pizza per pranzare nei dintorni di casa nuova, è apparso dal nulla come una visione un sorridente Andrea Beggi.

Credo che sia un segno del cielo, una specie di buon auspicio per la WLAN di casa mia, che a questo punto sono certo sarà velocissima :)

WordCamp 2009

Splendida l’organizzazione, più che adeguata la location, nel complesso direi un po’ sottotono anche se non so dire esattamente perché. Sensazioni…

Sempre ottime queste occasioni per conoscere persone. Per non fare torto a nessuno riporto solo i link del mio tavolo a pranzo (nel pessimo ristorante Maxela di via Villoresi. Vino caldo e cancarone, tagliata normale, gestori nel panico nonostante un numero di persone che non eccedeva la capacità del locale – anzi, e siamo a Milano! – e l’ora e giorno assolutamente adeguati a pranzare e conto salato): lafra, il sartoni, pippawilson, luca perugini e palmasco

ViaDALcamp

Sabato prossimo c’è il ViaDelCamp, idea geniale per un successo assicurato. Mi piacerebbe dirti che ci vediamo lì, ma non è vero, devo tenere la Caterina. Tu però vacci lo stesso, che ne vale la pena!

Sono indeciso se sperare che piova e partecipare al recupero o no :)
come non detto, si fa anche in caso di pioggia. Divertitevi :)

Prove tecniche di comunicazione

Quando c’è la pancia in giro per casa, mi dicevano, la voglia di contatto è forte. E’ vero, probabilmente perché non è che si possa fare molto altro, finché la creatura non si manifesta. Lo chiamano bonding e permette anche al padre di interagire con l’erede. Fatto sta che l’altra sera stavo tenendo la mano sulla panza della signora mentre serravo la mascella producendo un doppio rumore di denti, e la Caterina rispondeva decisa.

Ieri stessa situazione, siccome avevo in testa la canzone di Joan Jett del video di youtube che ho pubblicato, canticchiavo “AI LOV – ROCHENROLL – NA NANANA NANANA BEIBE” e lei poi faceva TUN TUN PA. Giuro, l’ha fatto di nuovo tre volte, e non sono un padre visionario ansioso di narrare le gesta della figlia che deve ancora nascere!

Però devo dire che andava proprio a tempo, l’impronta del batterista c’è :-P


Discover Joan Jett and the Blackhearts!

festa messicana

L’annuale festa Kahuna si è svolta ieri sera. L’anno scorso era una cena indiana, quest’anno abbiamo fatto una festa tex-mex. Ci siamo procurati due sombreri, un festone colorato, svariate centinaia di Megabyte di musica tradizionale (tra cui l’immancabile El jarabe tapatio) e tanta allegria. La signora ha cucinato:

  • chili
  • guacamole, da servire con i nachos
  • peperoni “parlanti”, ripieni con riso, mais e altro
  • tacos

e completavano il quadro il queso a dadini, la macchina per gli hot-dog sempre in funzione e una torta al cioccolato e cannella, in realtà poco messicana ma comunque gradita. Poi Tequila per tutti!
Alla fine la conta dei cadaveri era di 18 bottiglie da 33 tra Corona, Sol e Desperados e una Heineken da 66 :)

Il gatto Solimano, anche in questa occasione, ha evitato per bene di fare il suo numero. Era previsto che, cito la mia email di invito,

Durante la serata il gatto Solimano tenterà di battere il record mondiale di siesta, appartenente a Pedro Gomes Alvarez de Montoya in Carrido de nino Santos da Teotihuacan, con una ronfata continuativa di almeno 6 ore e 13 minuti. E il tutto senza toccare acqua, croccantini o sabbietta!!

festa texmex

Colonna sonora:

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.