scatti di crescita

Quando vedi i tuoi figli tutti i giorni non è facile vedere i momenti in cui cresce, quindi devi fare affidamento su particolari attimi che io chiamo “scatti di crescita”. Quelli facili sono la prima volta che ti chiama, quando cammina, la prima pappina, eccetera… ma altri sono meno facili, vanno colti. Quando abbiamo tolto le sbarre al lettino di Caterina lei era felicissima, a volte basta davvero poco per farli contenti.
Un primo scattino è stato la prima volta che è venuta lei a svegliare noi, con il rumore dei piedini nell’altra stanza (l’inconfondibile TU TU TU TU ravvicinato tipico dei piccoli tappi 🙂 ) e lei che compare accanto al lettone. Ma stamattina ne ho vissuto un altro: io che mi sveglio, mi faccio la doccia e mi preparo nel silenzio, entro in camera al buio a salutare la signora prima di uscire e quando giro la testa vedo la piccola sagoma nella penombra, in piedi nel corridoio. A metà tra l’infarto da film horror per la sorpresa e l’orgoglio di papà per la piccola che diventa grande e autonoma… 🙂

Leave a Reply

2 Comments

  1. Barbara

    ma che bello! Io noto tantissimo la crescita dei bimbi degli amici che vedo ogni mese per dire, loro non se ne accorgono tanto ma a distanza di un mese un bimbo può cambiare un bel po’

  2. me ne viene in mente almeno un altro di questi giorni:
    aprire il frigo, in punta di piedi afferrare gli yogurt, staccare una vaschetta dal resto del “blister”, richiudere il frigo, voltarsi, aprire il cassetto delle posate, in punta di piedi scegliere un cucchiaino e tornare finalmente a tavola. dev’essere per questo che ultimamente vive di yogurt 🙂

Next ArticleSplinder e la mia vita