Situazione a due mesi e un po’

Dormire dorme, e mi vergogno un po’ quando parlo con chi fa le notti in bianco, perché a volte si spara anche 8-10 ore di filato. Un po’ non lo diciamo per scaramanzia, per paura che da un momento all’altro possa cambiare idea e decidere che dormire è tempo perso 🙂

Inizia a interagire, sorride un sacco (non sembra nemmeno figlia mia da quel punto di vista 😀 ), ogni tanto giochicchia con i pupazzetti della sdraietta. Però poi giustamente si stufa e bisogna darle attenzione. Adesso ad esempio è di là, dormiva ma ora la sento fare quei versi tipo “mmmmhhrrrrgggggghhhhhh” tipici del misto aria-fecalomi che andrà presto rimosso 😀

Il momento più bello però rimane sempre quello del ruttino. La prendo, la tengo col braccio destro sotto al sedere e con la mano sinistra le percuoto la schiena. Lei sta con un braccio sotto al collo e l’altro sulla spalla, con la testa appoggiata come se mi abbracciasse e intanto fa tutti quei versetti (quelli belli stavolta) che tanto mi piacciono. L’altro momento magico e quando la tiri su dal lettino e lei sta con le gambe piegate a 90 gradi in avanti, a forma di L. E’ una cosa talmente strana, che fanno solo i bambini piccoli, che mi dà sempre esattamente la dimensione del punto a cui sono e di con cosa ho a che fare 🙂

Caterina sul fasciatoio