Backup

La cancellazione accidentale operata qualche tempo fa ha due lati positivi: del primo ve ne parlerò prossimamente, il secondo è che mi sono deciso a mettere in piedi un sistema serio per prevenire perdite accidentali. Mi sono reso conto che ho troppi Gb di foto solo sul mio hard disk per continuare così. Quindi, voi tecnici che mi seguite, siete chiamati a dire la vostra:

situazione: il mio pc ha un HD da 500Gb, quello della signora 400Gb, il portatile 120 ma è trascurabile, giacché non ci tengo nulla di rilevante. Pensavo di prendere una cosa tipo l’Acer Aspire Easystore da 2 Tb, fare due dischi da uno in RAID mirrorato e configurare i backup su questo disco, avendo quindi i dati fisicamente in 3 location.

Sapete se l’easystore fa pena o valga la pena? come fareste i backup? (nel senso: una utility in background che mirrora in tempo reale, qualcosa di schedulato per allineare le modifiche ogni tot o che altro?) backup dei dischi interi o solo dei dati? altre idee o proposte? (tenete conto che non mi piacciono i dischi USB e preferirei un solo box per backuppare tutto).
Grazie!

Leave a Reply

18 Comments

  1. dai un’occhiata anche ai prodotti lacie e thecus.
    io personalmente ritengo eccessivo, per un utilizzo casalingo, un sistama raid, ma oltre al fatto che tutto è ralativo, dipende molto dall’importanza dei dati che vuoi backppare.
    (che se sono foto potrebbero anche essere archiviate su dvd…)

    sistemi per la sincronizzazione automatica in background ne esisto, ed alcuni sono anche free (almeno sotto windows), ma anche in questo caso preferisco fare la copia manuale dopo aver finito un lavoro.

    questo vuol dire anche avere una copia sul mio computer ed un backup su un’unita esterna.

    spero di non averti confuso ulteriormente le idee… 😉

  2. caino

    [disfattista mode on]
    le foto mi hai detto che sono 30 giga.
    copiale sull’hd della signora, su ognuna delle tue partizioni e sul portatile.

    [molto più disfattista mode on]
    e tanto se devi perdere i dati, li perdi.

    [paronic mode on]
    il sistema raid per uso casalingo è ai limiti della sufficienza.
    io provvederei in un acer easystore, come dici tu, e per sicurezza lo affiencherei ad un altro sistema in raid di marca diversa, in modo tale da prevenire eventuali difetti congeniti e per avere due diverse tecnologie.
    non escluderei diverse copie su dvd o qualche servizio di storage online CHE, seppure lenti ad inviare e scaricare i dati, potrebbero essere un’ultima spiaggia molto sicura.

  3. DaniloP

    Io ho n copie di tutto su n hd esterni (usb). Oltre a quello grosso per il pc dove c’è la copia di lavoro ne ho uno per ogni tipologia di dato: uno con solo il bkp delle foto, uno con solo la musica, ecc… e uno con il bkp di tutto, giusto per stare tranquilli. In più ne ho uno da 250GB se devo portarmi della roba in giro. Per l’allineamento mi arrangio a mano. Quando scarico le foto sul pc attacco l’hd delle foto (tutti gli hd esterni li tengo belli spenti e scollegati) e allineo il contenuto, poi attacco l’hd esterno “con tutto” e allineo anche con quello. In questo modo “dovrei” avere 3 copie di tutto. Inoltre per i documenti veramente importanti ho un account si Amazon S3.

    Ma anche io vorrei passare ad una soluzione quantomeno un po’ più “centralizzata” e pensavo di orientarmi su di un NAS am non ho ancora trovato nulla di veramente interessante, magari dai un occhio a questo.

    Riguardo ai software di backup non saprei dirti: il backup di windows non è male, puoi pensarti una politica basata su un bkp integrale + n incrementali per risparmiare spazio ed essere più veloce. Però in questo modo non puoi crto accedere al tuo disco esterno e prenderti immediatamente il file che ti serve. Del resto la bontà di una politica di backup la vedi nel momento del restore 😉 (vero AndreaB?).

    Ricordati: la paranoia è tua amica!

    Note a conclusione per i precisetti:
    1) i dischi sono sistemi di storage e non di backup, i tape sono sistemi di backup
    2) fare backup su cd e/o dvd è il miglior modo per perdere dati

  4. In aggiunta al sistema raid io prevederei delle copie su dvd che hanno il vantaggio di non necessitare di collegamenti e che puoi comodamente leggere su qualsiasi lettore

    Metti che attaccando lo store esterno al pc salti tutto …

  5. Back up automatico, in real time!
    W il raid.

    Insomma, hai già scelto; ma del resto Tambu è un grande, e tutti lo sanno… non ha bisogno dei consigli!

  6. Marlenek

    Ciao, su Windows avevo un disco esterno che usavo per copiare manualmente tutte le cartelle dei dati in modalita’ incrementale. Pero’ ora che ho visto Time Machine, se pensi di prendere un HD cosi’ grande, forse un buon metodo potrebbe essere quello di effettuare un backup periodico (manuale o automatico one-way) solo ed esclusivamente dei dati, organizzato per utente e per data di backup. Tipo cartelle cosi’: tambu20080904, tambu20080825, signora20080826 etc… e dentro lo stato integrale dei vostri dati in quel momento. In questo modo hai due punti in cui sono presenti i file (PC sorgente e HD backup) inoltre disponi di uno storico nel caso dovesse servirti recuperare una versione piu’ vecchia. Poi man mano che riempi il disco, elimini i backup meno recenti o li sposti su DVD. Boh, e’ un’idea… 🙂

  7. grazie, facciamo ordine:

    non mi piacciono i backup su DVD, voglio qualcosa che tenga sincronizzato perché spesso mi capita di fare modifiche a file “vecchi”, e non posso sempre backuppare tutto daccapo.

    Se i dati fossero, mettiamo, 30 Gb, con la soluzione di Marlenek in 20 volte farei 600Gb, tenendo allineati i dischi invece occuperei sempre e solo lo stesso spazio dei due HD, quindi max 900Gb, avendo comunque 3 copie

    caino, vien da sè che la tua soluzione non è performante. con le copie incrociate ci occupiamo ognuno il proprio spazio dei dati + lo spazio dei dati dell’altro, comunque non parlavo solo delle foto.

    zerocold grazie, sembra carino.

    fgrasso, se salta lo store tiri fuori i dischi e li leggi da un’altra parte, no?

  8. Zawa

    Dopo che il mio HD esterno dove tenevo TUTTO s’è fritto per cause ancora da dichiarare.
    Dopo che i DVD fatti per avere delle copie di Back up danno errore di ridondanza.
    Seguo questo topic con molto interesse…..nn sia mai che trovi anche io una soluzione valida…

  9. Io ho un Lacie ethernet. Si comporta bene, non è in raid ma… da qualche tempo sto valutando l’idea di prendere un muletto, piazzargli 2 o 3 hard disk e farlo diventare il mio NAS casalingo.
    Considera che in questo modo hai pieno controllo del Nas (soprattutto in futuro, quando inizierai a riempire i dischi).
    Ciao,
    Emanuele

  10. Si, ma a questo punto ne hai solo una copia e [paranoia on] se i file sono bacati ?

  11. no, ne ho due copie. una sullo store e una sul PC. anche se si bacano i dischi (ENTRAMBI!) dello store ho ancora la mia copia su HD. Se si baca l’HD ho la copia (LE copie in RAID) sullo store. insomma con la sincronia deve bacarsi tutto insieme.

  12. Ci sono passato anche io, e alla fine ho optato per un disco fisso USB associato ad ogni computer. Per i pc con Vista uso il backup integrato (che non funziona su dischi di rete, o almeno non funzionava l’ultima volta che c’ho provato), per Mac OS X TimeMachine, per XP copio a manina i dati, e ogni tanto faccio un DVD da archiviare.

    Giusto per paranoia, ho riciclato il muletto con due dischi da 160GB e c’ho montato ubuntu server (dischi in raid1 sw): adesso fa da server SVN per i progetti web 😛

  13. eh, ma non mi piacciono i dischi USB

  14. JeKo

    Io con le foto ho perso le speranze… con due dischi da 320 Gb dedicati solo a foto (hdd1) + backup (hdd2) sono riuscito lo stesso a perdere tutti i dati… crashato il disco 1 non mi sono preoccupato di cercare il recupero dei dati (tanto c’era il disco 2 con i backup) e l’ho mandato in garanzia… 2 giorni dopo è letteralmente bruciato il disco di backup… 240 giga di foto perse… unica soluzione attuabile al momento per garantire la sicurezza è fare una fotogallery su aruba a 40 euro l’anno… e tanti saluti 😛

  15. Io uso 3 serie di strumenti:

    – hard disk esterni firewire per i pc di famiglia, come software per i Mac uso rsync e simili (Carbon Copy Cloner), per linux tar oppure duplicity, come scadenza li faccio “quando è il momento”;

    – una workstation esterna su cui portare regolarmente in automatico i dati di una serie di siti web in hosting, con rsync e cron;

    http://rsync.net per una piccola porzione selezionata di dati.

  16. Pingback: Backup online dei propri files con Dreamhost » TomStardust Diary

  17. Pingback: 30 seconds to Tambu · Backup 3, la mia soluzione

Next ArticleDue post interessanti