giorno 11 – Bodø

La card, come dicevo, è immancabile e in questo hotel dura 24 ore 🙂

Oggi è una giornata fortunata: il volo è partito e atterrato in perfetto orario, ma ormai ci ho fatto l’abitudine, e in aeroporto a Bodø ci hanno dato una macchina di categoria superiore allo stesso prezzo: una Opel astra station wagon: ho passato la prima mezz’ora a giocare con tutte le regolazioni 😀
Poi siamo andati a vedere il Maelstrom più grande del mondo, e siamo arrivati giusto in tempo, non sapendo che gli orari di tutti i fenomeni dell’anno sono comodamente consultabili via internet. Questo è stato uno spettacolo grandioso e affascinante, una massa di 400 milioni di metri cubi di acqua che travasa da un fiordo a un altro, formando vortici di 10 metri di diametro. Fiumi dentro al mare, correnti opposte, una forza della Natura silenziosa ma evidentemente potente. Mi è sembrato addirittura che ci fosse uno scalino in acqua, ma è ovviamente impossibile…

Infine in hotel ci hanno dato la mega suite matrimoniale, con doppio bagno, vasca a forma di cuore (ma niente idromassaggio 😀 ), salotto con divano, due poltrone, tavolino di cristallo, tavolo con quattro sedie e ampie vetrate sul mare e i bassi monti circostanti.
Peccato non aver potuto vedere il museo dell’aviazione, c’erano delle cose interessanti che sarebbero piaciute anche al mio amico Guzzo. Toccherà tornarci quando fa -20 😉

Domattina alle 6 (sigh! 🙁 ) traghetto per le Lofoten. Nelle casette dei pescatori non so dire se avrò connessione. Mal che vada aspetterete finché non arriviamo a Tromso 😉