la PIANTIAMO con ‘sti belin di alberi?

Ma guarda te se mi tocca difendere il Papa!
Per me potete dirgli quello che volete, potete insultarlo, potete protestare e manifestare purché con civiltà. A me non è certo che stia simpatico, ma se proprio devo trovare un motivo per dargli addosso posso scegliere tra centinaia di frasi scellerate che ha pronunciato, non certo per degli alberi abbattuti.

Parlo con te Andrea, con Massimo, con Marco e tutti gli altri. Peraltro ho provato a spiegarlo nei commenti di Andrea e Massimo, con scarso successo, per cui lo riporto qui.

I FATTI sono questi: molto prima della visita del Papa in via Bobbio sono stati rasati al suolo 6 alberi, e ora campeggiano al loro posto 6 nuove piante; certo, sono più piccole, ma è ovvio: di norma non si piantano alberi di 30 anni. La fonte sono i miei occhi, ma siccome voi non siete nella mia testa, riporto anche Repubblica del 9 maggio

Perché nel corso del 2008 sono previsti 153 alberi abbattuti e 187 sostituiti, trentaquattro in più. Poca roba, certo, ma è un segnale,
[…] Lungo i viali gli alberi si sostituiscono, ma mentre dov´è possibile si mantengono le essenze attuali, sembra che sia vicina l´ora dell´addio per il platano. Spiegano i tecnici che il “cancro colorato” colpisce senza pietà, e che bisogna intervenire prima che sia tardi, sostituendo le piante ammalate con altre simili (l´acero platanoide, che garantisce ombra) e che è già stato utilizzato per sostituzioni in via Bobbio e via Corsica.

Che gli alberi in piazza della Vittoria siano stati abbattuti ANCHE per esigenze televisive è vero, ma questo non toglie nulla al fatto che l’estirpazione era già in conto. La fonte è Il giornale del 7 maggio

interrogata dai consiglieri Andrea Proto (Idv) e Franco De Benedictis (Lista Biasotti) nel corso del consiglio comunale ha fatto presente, foto alla mano, che i lecci in questione erano infestati da larve di Coleottero Lucanus cervus, meglio conosciuto come cervo volante. «Sarebbero stati abbattuti in ogni caso – sottolinea la Morgano -. Abbiamo solo anticipato l’operazione a prima dell’arrivo del Papa, inserendola nei lavori di pulizia straordinaria di piazza della Vittoria». Bisognerà aspettare settembre per rivedere gli alberi in via Diaz, poiché se piantati d’estate, i nuovi esemplari, potrebbero soffrire. In attesa dell’interramento, i giovani lecci hanno preso dimora nel vivaio comunale.

Leave a Reply

27 Comments

  1. Allora: perché devono togliere degli alberi a maggio quando potrebbero farlo a settembre, lasciando l’aiuola uno scempio?
    Io non ero critico solo nei confronti del Papa, ma hai ragione, dal post si capisce poco.
    Quando (e se) gli alberi riappariranno, farò un altro post con uguale enfasi.
    Se non riappariranno, magari un “richiamo”…..

  2. Non mi pareva tu avessi avuto scarso successo, mi sembrava che la questione sulle ragioni dell’abbatimento fossero state piu’ chiare dopo la tua precisazione,ciao

  3. Andrea: per esigenze televisive, l’ho detto. Ma è un “di cui”, già che si sistema la zona per il Papa, facciamo ora un lavoro che va fatto comunque. Un po’ come quando fai benzina anche senza essere in riserva.

    Massimo, ho letto il resto dei commenti dopo il mio da Andrea e mi pareva che la cosa fosse annegata nel vociare generale. Ho citato esplicitamente voi due perché siete grandi “casse di risonanza”.

  4. Il mio perché era retorico, forse non si capiva. Continuo a essere contrario.

  5. Ciao Tambu. Capisco le tue argomentazioni, credimi, ma resto anch’io contrario. Non è solo una questione di alberi ovviamente. Io vivo a Sampierdarena e le papate milionarie, come puoi facilmente immaginare, mi fanno girare i cervi volanti.

  6. ma “contrari” a cosa? alla visita? mi sta bene. benissimo. al 90% anche io. ai soldi spesi? anche io, mica dico di no.
    all’anticipare di 4 mesi un lavoro programmato? come si fa a essere contrari a questo?

  7. caino

    io penso che un grande saggio [che ho la fortuna di conoscere] direbbe:
    GNEEEEEEEEEEEEEEEEE
    E credo fermamente che ci sia del vero.

    Scusate l’ot, ma penso che tra la battuta “hanno levato gli alberi” e le risposte scazzate, le discussioni, le motivazioni, la controinformazione, le tesi di complotto, le mestruazioni e le pullulazioni notturne del papa ci sia una gran voglia di fare discussione.
    Questa cosa mi fa venire in mente un altro saggio.

    Vi descrivo la scena:
    Kenny muore.
    E qualcuno urla: “Brutti bastardi, hanno ammazzato Kenny!!!”

    Tirano giù gli alberi.
    “Brutti bastardi, hanno tirato giù gli alberi!!!”

    Altra situazione:
    Piove.
    “Brutti bastardi, ho appena lavato la macchina!!!”

    La blogosfera si deve arricciare su ogni cosa che possa essere vagamente discutibile?

  8. Babylon

    Un pò off topic…
    Ma come mai l’elicottero del papa (Papacopter? Popechopper? Boh!) non vola con la pioggia??? Che è? Di carta? Non capisco..

  9. Ma… è una mia impressione o il problema non esiste? Gli alberi sono da tirare giù, li tirano giù, li sostituiscono. Ma in questo periodo appena il Papa si muove, succede una tragedia. Fosse successo con quello prima non se ne sarebbe nemmeno parlato. Ma questo è un tantinello più scomodo, e quindi ogni due giorni si dà fuoco alle polveri. Non ci sono già abbastanza problemi reali?

  10. babylon, non vola per il vento, of course 🙂

    caino: la discussione è bella, arricchisce. In questo caso però partiva da un presupposto sbagliato (alberi tirati giù per il papa) e nonostante il mio tentativo mi pare fosse la tesi che andava per la maggiore. Da qui il mio intervento, sai che amo la verità 🙂

  11. Pingback: Cronachesorprese » Esame da vaticanista, step 11

  12. giaf

    Ormai non si sa che pesci prendere pur di attaccare un grande PAPA.Lui sta combattendo laicismo cialtrone alla Odicaldi e relativismo morale (divorzio, coppie di fatto, aborto, suicidi, eutanasia).Gli studi di pasichiatria stanno scoppiando di gente alla derivamorale.Basta andare un pomeriggio in Chiesa a pregare.si risparmiano i 60 euro all’ora dello strizzacervelli e si guarisce!

  13. questi commenti mi spaventano tanto quanto. Magari non si è capito dal post, ma per me Mazinger è tutt’altro che persona gradita. Ma mi piace deire le cose per quel che sono, e la questione alberi è totalmente campata per aria.

  14. alga

    ho i miei dubbi sul fatto che le malattie psichiatriche dipendano dalla deriva morale.
    e sinceramente non credo che basti un pomeriggio in chiesa per guarire.
    magari…

  15. Pensate che gli alberi malati erano proprio quelli che si trovavano di fronte all’area occupata dal palco. Ai lati, questura e D’Oria, sanissimi e infatti salvati dalla potatura. Che culo, vero?

  16. chi ha detto che sono sani? io non l’ho detto, magari tu hai una fonte migliore. Io ho detto CHIARAMENTE che esiste l’esigenza televisiva, ma che il lavoro sarebbe stato fatto comunque.

    Però pensa un po’ che sfiga gli alberi di Via Bobbio, tagliati senza la presenza del pontefice. O forse c’era la remota possibilità che la papamobile uscisse a Genova Est? 😉

  17. Infatti ero ironico, secondo me erano sani anche gli altri. Se anche quelli ai lati invece erano malati come quelli al centro perché non tagliarli approfittando dell’occasione? Su via Bobbio non so, è tutta un’altra storia.

  18. Della macchia violacea che si vede in foto che mi dici? è pece della Haven? 🙂
    Mi dicono che hanno chiamato un esperto che ha confermato fossero malati, questa volta la fonte non ce l’ho diretta ma dovrebbe essere il SecoloXIX.

    Ma certo, potrebbe essere stato assoldato dalla Chiesa per confermare la malattia, se andiamo avanti di questo passo…

  19. No, cao il mio Tambu… Il nostro esperto ha ragione e non e` stato assoldato dalla Chiesa… E sai qual’e` l’origine della misteriosa malattia? Le scie chimiche su cui tu tanto ironizzavi… 😉

  20. Pingback: DestraLab » Gli alberi abbattuti

  21. Beh, non può che farmi piacere, da addetto ai lavori, la fiducia cieca che avete in ciò che vi dicono i giornali e sull’imparzialità degli esperti chiamati ad avallare le scelte di Palazzo. D’altra parte, chi non si fiderebbe di un consulente, oggi? 😉

  22. e a me fa piacere avere un amico “all’interno” che può indubbiamente fornire fonti certe per farmi cambiare idea, e che lo fa per mestiere 🙂

    Altrimenti siamo in questa situazione: io ho un’idea e me la sono fatta perché ho delle fonti (i giornalisti). tu ne hai una opposta, sei un giornalista, ma non hai fonti e mi dici di non fidarmi di te e dei tuoi colleghi. Paradossale, no?

  23. Non ho fonti certe, valuto solo la stranezza delle circostanze: la decisione di tagliarli proprio ora, e di tagliare solo quelli davanti al palco lasciando in piedi gli altri. Neanche i miei colleghi hanno verificato di persona, ovviamente, non essendo agronomi. Non è particolarmente difficile, quindi, far passare una certa verità, anche perché nessuno si metterà a fare l’autopsia agli alberi tagliati 😉 Un po’ di sano scetticismo può fare solo bene, aiuta a tenere allta la guardia.

  24. ah, sfondi una porta aperta, io sono il RE degli scettici. E’ che la monodirezione mi annoia presto, e di solito stare dalla parte opposta mi aiuta a far riflettere gli altri 😉

  25. giusto, ci vuole un po’ di sano scetticismo verso chi è pronto ad addossare alla chiesa la responsabilità di qualsiasi cosa vada un po’ storto in italia. è da mò che lo dico.

  26. La morale è: ma sto belin di papa non poteva starsene a casa?

  27. Pingback: 30 seconds to Tambu · Stavolta li abbiam piantati

Next ArticleSolimano leopardato