Il tragico ritorno

Google Reader era veramente appesantito. Dopo un po’ ho dato forfait e mi sono limitato a leggere le fonti che ritenevo assolutamente fondamentali, scorrere velocemente quelle importanti e segnare come già lette tutte le altre. A Genova diciamo “siuscià e sciurbì…” 🙂

In compenso in tre giorni frenetici ho già preso impegni per un mese, alcuni dei quali porteranno grandi novità nel futuro. Di alcuni progetti sono sicuro, in altri ci spero. Intanto giovedì e venerdì prossimo mi sono iscritto a un corso di Web Analytics, tenuto da Francesco de Francesco e che mi incuriosiva molto. Le cose andranno leggerissimamente in maniera differente, ma ho idea che ci divertiremo 🙂

Poi a Dicembre, probabilmente, un’altra volta a parlare di Google Analytics con persone intorno. Quindi per non saper né leggere né scrivere, ora mi ordino questo bel libro su Amazon e spero di poterlo almeno iniziare prima di allora. Mi interessa capire il punto di vista di power user americani in proposito.

Tra le novità in proposito, al mio rientro dalle ferie, ho trovato una gestione diversa dei parametri negli URL: se prima avevo un sito con URL pagina.asp?menu=1&etichetta=prodotti, ora Analytics me la mostra come pagina.asp?etichetta=prodotti&menu=1. Che a tutti gli effetti è la stessa pagina – e funziona pure se la richiamo – ma i parametri se li riordina alfabeticamente, e le due pagine le CONTEGGIA IN MODO SEPARATO! Sul gruppo di discussione non m’è parso di trovare una risposta ufficiale del team, che non ha ancora nemmeno risposto al mio ticket.
E’ una cosa abbastanza fastidiosa, perché significa che tutti i report che all’interno del range di date hanno il giorno del cambiamento presentano quasi il doppio degli url visitati e le visite sono distribuite sui due indirizzi. Fastidioso!

Buone notizie invece dalla WAA, la Web Analytics Association, cioè un organismo che tenta di definire degli standard che riescano ad uniformare questo complesso mondo dell’analisi delle statistiche web. Se infatti io e te, produttori di sistemi di statistica, contiamo una sessione come 30 minuti o 15 minuti, le cose cambiano e di parecchio!
LA strada è lunga e tortuosa, ma questo pdf è certamente un inizio.

Leave a Reply

4 Comments

  1. oh… finalmente a casa !!

    … ho seguito le tue visissitudini “around Sicily” … bentornato!

  2. bentornato, è più facile commentare senza invidiarti troppo 🙂

  3. certo deve essere dura filtrare tutti i fuoi contatti e i tuoi feed….

    …. ci vuole un bel “mark all as read” …. ah no ora parla italiano!

Next ArticleDefinitivamente sconsigliato: Masterweb