Parcheggiare allo ZenaCamp

Voi foresti che venite a Genova in automobile dovreste fermarvi un secondo a riflettere “mi conviene andare a Genova in automobile?” “non sarà meglio sentire chi a Genova ci abita, se mi conviene andare a Genova in automobile?”

Ebbene, VI DIFFIDO FORMALMENTE DAL VENIRE A GENOVA IN MACCHINA! 🙂

Però mettiamo che siate così pazzi da farlo ugualmente, eccovi una mappa preparata dal sottoscritto:
parcheggi allo zenacamp su google maps

Sottotitoli:
1) La via più economica, ma più distante, è arrivare dall’autostrada al casello di GENOVA EST. usciti dal casello tenersi sulla destra, dopo la galleria sempre sulla destra, immettersi nel rettilineo, passare un incrocio. Si è in Via Bobbio (e si è anche sulla riva destra di un torrente, il Bisagno). Quando sulla sinistra si scorge lo stadio (è arancione e molto grosso, non potete non notarlo) sulla sinistra ci sono anche dei parcheggi. Lasciate l’auto, tornate dal lato della strada che stavate percorrendo in macchina e prendete l’autobus 14 fino al capolinea, che guarda caso è a pochi metri da Palazzo Ducale.
(questi parcheggi sono indicati nella mappa con un’area VERDE)

1 bis) se proseguite per Via Bobbio, che poi diventa Via Canevari, andate sempre dritti e passate un tunnel, andate sempre dritti e vi lasciate dei giardini sulla destra e il Teatro della Corte sulla sinistra, andate sempre dritti all’incrocio poi girate a destra e ancora a destra vi trovate in Piazza della Vittoria. La riconoscete perché alle vostre spalle ci sono delle aiuole terrazzate che raffigurano le 3 caravelle di Colombo. SOTTO a quella piazza c’è un enorme parcheggio interrato. Uscendo cercate via XX Settembre, la percorrete tutta in salita e siete a Palazzo Ducale.
(questo parcheggio sulla mappa è indicato con la scritta PARKING DELLA VITTORIA)

2) La via meno economica è parcheggiare vicino al Camp. In questo caso uscire a GENOVA OVEST e tenersi sulla sinistra dopo il casello. Seguire le indicazioni per la SOPRAELEVATA, è una strada “panoramica” dalla quale si vede tutta Genova sulla sinistra e il mare e il terminal traghetti sulla destra. Non fatevi distrarre dal panorama e prendete la SECONDA uscita (seguite le indicazioni per “consiglio regionale della Liguria” e non sbaglierete). Vi ritroverete in un tunnel molto scuro. All’interno di questo tunnel esistono già una serie di parcheggi: alcuni sono riservati e altri sono disponibili ai foresti, penso mi scuserete se non mi ricordo a memoria esattamente quali. (nella mappa questi parcheggi sono indicati dal segnaposto PARKING SOTTERRANEO). Oppure percorrete tutto il tunnel (occhio alle curve insidiose!) e quando sbucate passate il semaforo e vi tenete sulla sinistra, passate un altro semaforo ma andate dritti e sulla destra, molto nascosto, troverete un parcheggio coperto interrato. Uscendo dal parcheggio è praticamente impossibile non arrivare a Palazzo Ducale, sebbene non sia direttamente visibile.
(questo parcheggio nella mappa è indicato con la scritta AUTOPARK PICCAPIETRA, ed è il più vicino al Camp)

2 bis) Se eravate troppo concentrati a non guardare il paesaggio e avete imbroccato la PRIMA uscita della sopraelevata, siete finiti in zona Expo/Acquario. Dalla discesa potete seguire le indicazioni per il cinema (Cineplex), oppure tornare indietro in direzione Acquario. In tutti questi casi parcheggi a pagamento ce ne sono a bizzeffe, ma siete moderatamente distanti da Palazzo Ducale; non tanto da dover prendere un autobus, ma nemmeno poco. Allora, in qualsiasi posto abbiate parcheggiato cercate l’Acquario e state spalle al mare e spalle all’Acquario: poco sotto la sopraelevata c’è un palazzo affrescato all’esterno. E’ Palazzo San Giorgio. DIETRO a Palazzo San Giorgio c’è una via pedonale molto larga (la riconoscete proprio perché è molto larga e in salita, gli altri sono budelli. Nella mappa è una riga rossa); è via San Lorenzo, in cima alla quale c’è Palazzo Ducale.
(questi parcheggi nella mappa sono indicati con un’area AZZURRA)

Fossi in me, io non mi perderei 😀

Leave a Reply

23 Comments

  1. Pingback: Andrea Beggi » Parcheggiare allo ZenaCamp

  2. Pingback:   Parcheggiare allo ZenaCamp con Tambu by jtheo 2.0

  3. Una delle società per cui lavoro ha sede proprio in piazza Raibetta, a due passi (in salita) da Palazzo Ducale, quindi lì sono di casa.
    La cosa da ricordare è che i parcheggi in quella zona sono CARI! (e lo dico da non genovese! :-))
    Durante il Festival della Scienza mi sono mezzo rovinato: 3 settimane a colpi di 20 euro al giorno di parcheggio…

  4. Grazie per il post, avevo giusto rotto le balle ad Andrea sull’argomento via mail 😛

  5. Mi scuso per il crosspost, non mi ero accorto che sul blog di beggi citava un tuo post:

    Un consiglio da un foresto (a Venezia, repubblica marinara che sconfisse, non lo dimentichiamo, Genova e dove il problema del parcheggio lo abbiamo risolto alla radice. li chiamiamo cosi’..):
    Piccapietra è comodissimo, ma un errore anche piccolissimo nella procedura di avvicinamento può rivelarsi drammatico e portarti in luoghi imperscrutabili.
    Molto meglio il parcheggio dell’acquario o del porto antico, ci si arriva facilmente dalla sopraelevata, c’e’ sempre posto, due passi a caricamento , un pezzetto di focaccia, piazza banchi, un caffè con la signora Romanengo (se vi fate attrarre dai pasticcini predisponete un mutuo a breve termine per il pagamento!) ed è fatta!

    bob

  6. Caino

    non è per dire. ma genova è una città di mare.
    ora dimmi te se quei poveri disgraziati che vengono in yatch, o magari in regata, non meritano due dritte per trovare un punto di attracco.

    [bel lavoro]
    [lo prenderesti un nokia e61? dacci un occhio]

  7. nessuno77

    arrivooooooo

  8. Pingback: Il lamento di Zuck » Zenacamp - Istruzioni per il treno

  9. Per il treno, se ce fosse bisogno, le indicazioni sono qui.

  10. umh.. comincio a valutare la possibilità treno ^^ Grazie per le info!

  11. Pingback: Andrea Beggi » Zenacamp - Istruzioni per il treno

  12. “Quando sulla sinistra si scorge lo stadio (è arancione e molto grosso, non potete non notarlo)”

    Ti darei assolutissima ragione, se non fosse che la razza umana non smette di stupirmi… Tempo fa, verso le due di notte, in quella zona (lato C.so deStefanis), sono stato avvicinato da un portapizze in scooter che mi chiedeva, abbastanza spaesato, dove fosse lo stadio… 😀

    Non pago delle mie indicazioni ha aggiunto “Eh ma non si vede bene, son arrivato quasi a molassana prima…”

    Alle due di notte. Un portepizze… Vabbé…

    Ci si vede, e conosce, al Barcamp!
    Ciao!

  13. Pingback: » Zenacamp: istruzioni per l’uso » Totanus.net » Blog Archive

  14. Pingback: Placida Signora » Blog Archive » ZenaCamp: il 28 s’avvicina!

  15. Pingback: e io che mi pensavo » Come andare allo Zenacamp

  16. Un mio collega di Genova mi ha consigliato la metro con uscita Piazza de Ferrari, ha detto una ca**ata?

  17. nessuno77

    keper è perfetta!!!

  18. nessuno77

    cioè non è una cazzata, ma quell’uscita della metro è perfetta perchè è difronte al Ducale:)!!!

  19. raga … il mio piccolo Matteo sta per nascere, non potrò esserci ma mi raccomando scrivetene tanto che io vi leggerò tutto …
    ciao
    Andri

  20. Altro che parcheggi, qualche dritta per dirottare un treno mi serve! No sedile libero, no ZenaCamp 🙁
    E’ da questo pomeriggio che mi sento in associazione a delinquere con la sfiga. Ci si conosce al prossimo giro. Attendo gustose cronache!

  21. Pingback: ZenaCamp/1: Vecchio e nuovo at silentman

Next ArticleAndrea Beggi e il cavo