Il mio essere elefante

elefanteIeri sera mentre ero sulla scala mobile che sale verso il più grande multisala della città ho visto un ragazzo che conosco, eravamo al militare insieme (dieci anni fa), ma non ci ho mai avuto granché a che fare, né l’ho più rivisto da allora. Nonostante ciò in mezzo secondo ho ricordato nome e cognome.

A volte mi stupisco da solo del grande potere della mente. E a pensarci bene, oltre che sapere COME trovare le cose che ti interessano, è un grande risparmio di energie sapere SE e DOVE le hai già lette…

Leave a Reply

11 Comments

  1. Il mio cruccio, in compenso, è avere memoria per robaccia completamente inutile.

    Dovrei riorganizzare il contenuto del mio cervello, l’HD è così in disordine da salvare nella memoria a lungo termine roba che non mi servirebbe mai… 🙂

  2. La mia mente invece, funziona bene, “a sprazzi”. Ci sono volte che riesco a ricordare cose assurde… altre invece che impazzisco per riuscire a capire dove ho già visto quella persona o dove ho messo una determinata cosa…
    Ciao,
    P|xeL

    PS: gli auguri te li faccio in un post apposito?! 😉

  3. Anche io mi ricordo sempre nome e cognome di persone che magari non vedo da dieci anni… ma sono quasi sempre ragazze…

  4. Zawa-Nera

    Bhè….c’avrei giurato!!
    cmq io ho, per ricordare le cose, la buona abitudine di ridurre ai minimi termini le informazioni da ricordare…
    ho poca memoria, ma buone capacità di rimettere a posto i pezzi…

    cmq buon natale

  5. Filippo

    Beato te!
    Io non mi ricordo pressochè niente se non le cose con cui ho a che fare più spesso! 😀

  6. estrellita

    ti occupi un sacco di hard disk inutilmente :ppp

  7. Barbara

    A me capita spesso di vedere un volto che mi sembra di conoscere e non ricordare il nome da associarvi …altro che memoria da elefante :/

  8. estrellita

    trovo una vaga somiglianza tra l’elefante della foto e soli…

  9. Cle`

    Bella cosa la memoria.
    Ho la fortuna di averla buona e, fotograficamente parlando, ottima.
    Ricordo tutto e tutti; nomi, cellulari, particolari insignificanti.

    E a volte e’ davvero doloroso.

    Vabbeh, auguri cmq =)

  10. a me a natale è successo il contrario. dopo la messa di mezzanotte uno mi ha salutato, anche molto affabilmente, dicendomi qualcosa del tipo “ma guarda, dopo tanti anni…” e io, pur essendo sicuro di conoscere la faccia, non sono riuscito in nessun modo a ricordare chi fosse. anche per questo, non solo perché avevo fretta, ho tagliato nella maniera più gentile possibile…

Next ArticleNatale mi ha portato