referral completi e inviti di G.A.

Grande Tambu, mi affido a Te perché mi rischiari la via nella mente avvolta da una nebbia fitta… Perché non trovo i referer completi in GA?
vedo gente che arriva per esempio da blog.tambu ma non trovo l’url completo (blog.tambu/povero_sfigato). Magari un bell’elenco semplice semplice…

beh, finalmente ho l’occasione di parlare di quello che per molti è un grande limite di Google Analytics: il referral completo. Beh, molto semplicemente… NON ESISTE! 🙂

Prima vi do una dritta su come potete tamponare, poi vi dico anche il perchè.
Se andate in Risultati Campagna Marketing / Conversione referral ottenete l’elenco dei domini che hanno generato un referral. cliccando sul + accanto ad ognuno di essi si ottiene un livello di dettaglio maggiore; se l’URL che ha generato il referral è “parlante” il problema viene risolto in modo abbastanza semplice (es: i referral da AndreaBeggi sono /2006/01/18/skype-e-la-cina/, /2006/02/27/e-arrivato-il-router-fon/, ecc… o c’è un link al mio blog nel corpo del post, o provengono dai commenti). se l’URL non è parlante allora c’è poco da fare, tutto quello che viene dopo il token della query (cioè di solito il punto di domanda – ? – ) è troncato. guardate i referral da z-italia: /forum/viewtopic.php. non saprò MAI quale dei milioni di topic ha generato la visita.

Il perchè esatto non lo so, mi lancio in una supposizione: Google Analytics, l’ho detto più volte, è tranquillamente un software di livello commerciale che si adatta all’uso dell’utente casalingo. Ma attenzione: SI ADATTA, non riuscirà mai ad avere tutte le features di cui l’utente abituato a Shinystat ha bisogno. Uno dei siti che monitoriamo in ufficio fa 5 milioni di Pageviews al mese. Il referral completo non interessa praticamente a nessuno in ambito “medio-alto” perchè sarebbero una sbrodolata infinita. invece il dato aggregato per dominio si, perchè permette di ottimizzare i costi delle campagne di marketing 🙂

Ciao Tambu, avresti per caso un invito per Google Analytics (che ho visto che hanno bloccato le iscrizioni)?

beh, c’è un’incomprensione di fondo in questa storia. si chiamano “inviti” al pari di quelli di Gmail, ma non sono veri e propri inviti a disposizione degli utenti; è una lista di attesa in cui ci si inserisce e dalla quale Google provvede a far iscrivere in ordine mano mano che accrescono la capacità elaborativa del sistema.
Come utente del servizio io ho solo la possibilità di creare 5 profili, e al massimo di darne l’accesso ad altri GoogleAccounts, ma non credo che vogliate che in qualità di creatore (e admin) del profilo io sbirci nei cavoli vostri no? 🙂

Leave a Reply

6 Comments

  1. Grazie Grande Tambu! Allora giro la domanda e approfitto della tua pazienza e della tua saggezza: qual’è il miglior “compagno” di GA, possibilmente gratuito che mi permetta di entrare in quei dettagli che GA non mi mostra?

    Sulla questione degli inviti, per quel che ne so è google che quando ha slot a disposizione manda inviti, dopo che ci si iscrive.

  2. Grazie Tambu, dovresti raccogliere i tuoi post in un blog a parte, dedicato a GA, e/o pubblicare una guida completa….

  3. Andrea: c’è la categoria apposita 🙂

    theo: di quelli che ho provato io direi powerstats.it. di quelli che ho solo visto mi sento di indicare addfreestats.com, che se non ricordo male ha il referral completo e pure i dati geografici di quella visita specifica, con anche data e ora 🙂

  4. Io li ho tutti e due in aggiunta a sitemeter ma di tre non ne faccio uno 🙁
    Mi toccherà vedere se posso installare quel chiodo che piace tanto ad Andrea (:D) su dreamhost e usarlo come base per i vari blog che ho sparsi…
    Mi manca tanto stattraq 😐

  5. Un giorno forse anch’io userò GA 🙂

  6. chissá se leggerete mai questo commento, dato il ritardo con cui lo scrivo 😛

    ad ogni modo, io suggerisco due possibilitá:
    php-stats e phpmyvisites.

    nessuno dei due é perfetto, va detto subito.
    php-stats ha la cosa buona che é molto completo come features e puó fare anche il detect di spiders e grabbers, se si usa il codice php anziché quello javascript. ma non é certo consigliabile per chi fa *molto* traffico: rallenta troppo…

    phpmyvisites ha forse meno features, ed ha solo javascript, quindi scordatevi di tracciare i vari bots. in compenso, ha una bella backdoor 😀

Next ArticleSFIGburner