Ieri mi ci sarebbe d…

Ieri mi ci sarebbe davvero voluto un cellulare con fotocamera… è la prima volta che mi dico che lo vorrei. Avreste dovuto vedere quella cosa. Allora: a Genova piove trasversalmente, è un dato di fatto. tira tanto di quel vento che ieri facevo fatica a tenere in mano l’ombrello CHIUSO!!. Cmq pioveva, e anche piuttosto bene. Per una fortuita combinazione di flussi e correnti, il palazzo dove lavoro è circondato da un turbine maligno d’aria, un vero e proprio mulinello ventoso, che nell’angolo dal quale si arriva dalla fermata dell’autobus raggiunge il suo apice. Soprattutto per pigrizia non ho aperto l’ombrello, in fondo son solo 9 o 10 i metri da fare allo scoperto, prima e dopo ci son i porticati. Ebbene, raggiunto il porticato dalla parte opposta dell’attraversamento pedonale, c’era un cestino dell’immondizia PIENO ZEPPO di ombrelli divelti, uno spettacolare intreccio di bacchette spezzate, un cimitero del paracqua lacerato. Era assolutamente qualcosa di artisticamente bello, una specie di scultura post-moderna della rivalsa della natura sull’uomo 🙂 ce ne saranno stati almeno una dozzina, e tutti buttati lì mica per caso… si sentiva benissimo il ghigno beffardo del vento che ululava tra i palazzi

Leave a Reply

2 Comments

  1. AlienmaN

    Certe volte farebbe comodo un cellu così…oppure ti porti sempre la macchina fotografica…perché di momenti strani, particolari situazioni che sono lì solo per un attimo e poi spariscono, ce ne sono tantissimi…e mo scopriamo che Tambu è pure un poeta 😆

  2. mukkacamilla

    fiko. Forse forse il regalo di mon amour è la cam per il mio cell

Next ArticleUN GIORNO STORCO
...