oggi ho visto una cosa molto bella…ero all’ultimo piano del palazzo dove lavoro e guardavo fuori dalla finestra… io lavoro vicino al centro storico di Genova, e la vista che c’era era all’incirca quella della foto, solo che ero più vicino ai tetti e dietro c’era il mare… oggi era una bella giornata, il mare scintillava ed era di diverse tonalità di blu, a tratti era verde… inoltre si vedeva tutta la costa montuosa di Ponente, fin quesi a Savona :-)) avrei voluto star lì un altro pò ma dovevo lavorare 🙁 era una cosa molto gradevole e rilassante, mi dava una sensazione di pace incredibile… di quelle cose romaticose che si vedono solo in TV, ma fangùl a tutto il mondo, li c’ero solo io e questo è tutto. se ce la faccio domani ci torno.

Come dicevo qualche giorno fa, le piccole cose son importanti, i dettagli son fondamentali… però non bisogna idealizzare tutto, non fare mai i castelli in aria… questa volta è andata meglio dell’ultima tragedia di cui non vi racconto niente… diciamo che questa volta la notizia m’ha lasciato perplesso, ma l’ho presa benino, il castello non era ancora grosso grosso… i disegni sulla sabbia si cancellano con una sola onda 🙂 che poi voglio dire? perchè cancellare? ma soprattutto perchè queste frasi così criptiche? Tambu non crederai di fare il poeta con ‘ste 4 scemate? nono, è che vorrei scrivere tutto per filo e per segno (compresi nomi cognomi nick fatti e luoghi) ma non mi va di tirare in mezzo altre persone… allora alla fine esce questa marmellata.

Mi mancano alcune cose in questo periodo, ma non posso tuttavia dire che sia un brutto periodo… è un periodo medio 😛 anzi, citiamo un pò Elio & le storie tese vah:
Nel boschetto della mia fantasia c’e’ un fottio di animaletti un po’ matti inventati da me, che mi fanno ridere quando sono triste, che mi fanno ridere quando sono felice, che mi fanno ridere quando sono medio; in pratica mi fanno ridere sempre, quel fottio di animaletti inventati da me.

Xena Sabato ho fatto il bagnetto a XENA, la mia moto… è assolutamente uguale a quella nella foto, stesso anno/modello/colore 🙂
All’inizio quando la comprai la pulivo tutti i giorni… ora c’erano mesi di sporco accumulato… credo che in fondo sia normale, le cose invecchiano, non sono come i rapporti personali… anche i rapporti invecchiano, ma di solito col tempo si evolvono, migliorano o peggiorano, a volte restano stazionari (non che abbia molto senso però, se non c’è evoluzione in nessun senso vuol dire che mancano stimoli); esistono anche persone che però fanno accumulare mesi di sporco sui rapporti personali, e li puliscono ogni tanto: beh per fortuna in QUESTO io non mi ci rivedo… XENA mi può perdonare se la lascio con due dita di polvere sul serbatoio, gli amici no.

Avevo dei rapporti quotidiani con delle persone, ora invece non ci sono più… ho usato una volta tanto la tattica femminile del "se è davvero importante richiamerà", funziona alla stragrande sapete? non li ho mai più sentiti 🙂 Forse non sono così interessante in fondo…
Ho letto una cosa molto ipocrita oggi e avrei voluto dire quello che sapevo in proposito per smascherarla, ma così facendo avrei rivelato particolari privati, rendendomi ipocrita io… è brutto avere le mani legate, far parte di questi circoli viziosi…

A proposito, se vedete un tipo al semaforo che parla con la moto e le accarezza i fianchi e il serbatoio… no, state tranquilli, non è pazzo 😛

E’ inutile… mi sento il dio delle parole… quella sensazione descritta qualche giorno fa si rafforza sempre più… sento che a parole potrei fare qualsiasi cosa, comprese le mitiche frasi "vendere frigoriferi agli eschimesi" e simili… ma il dubbio mi assale sempre più incalzante: cui prodest? a chi giova tutto ciò? a me che percepisco questa crescente onnipotenza e che sento che prima o poi mi si rivoletrà tutto contro o agli altri che mi sentono parlare e vanno via col sorriso e che prima o poi potrebbero accorgersi dell’aria fritta che mi circonda? forse la faccio troppo tragica!
Stamattina ho cambiato autobus… ne sono arrivati TRE di fila, di quelli doppi, lunghi come due autobus normali… voglio dire, ce ne sarà spazio? vi assicuro che l’Arca di Noè era meno piena (e meno puzzolente tra l’altro)… almeno nell’altro autobus, per quanto pieno, ci si riesce a grattare il naso. comunque è stata una cosa temporanea, da lunedi torno sul vecchio… ma nessuno si accorge che andrebbero aumentate le corse di quelle linee? e non facciamo il discorso dei soldi e dei costi… un autobus con 140 persone a bordo (cioè STRACOLMO) non è certo in perdita, e siccome è così TUTTE LE MATTINE, i conti vengono da soli…
Ho notato che moltissimi blog parlano di politica, è una specia di valvola di sfogo, tanto nessuno controlla quello che si scrive. non so se mi andrà di scrivere di politica, non me n’è mai fregato molto di farmi etichettare di destra o di sinistra, la trovo una cosa stupida. Ho il mio pensiero ma cmq penso con la mia testa e non disdegno di approvare anche idee dello schieramento (orribile termine) opposto. Odio quelli che pensano solo in base a come dicono i capi-partito o in base alle linee guida del movimento politico.

E per finire un pezzo di song dei RA – "do you call my name":

Some people seem to think
They always know what’s best for you
Their little minds try to
Create a world to keep you still

The bolt is thrown, the cage is locked
You saw this, don’t you lie
At first you cry and then you hate
Those people stole your will

Do as you are told
And maybe then we’ll let you out
You might be dead and cold
You might be full of doubt

ok per adesso ‘sto blog è molto diario e poco "pensiero alternativo"… ma è un momento così. Ancora piccoli segnali, lento ritorno alla normalità, o forse lento inizio di quel tipo di vita che non avevo mai fatto… piccoli gesti ovunque, inaspettati, frasi, profumi, cose così. Piccole conferme di cose che pensavo perdute da tempo, tanti castelli in aria sul momento eh, non lo nego, ma col senno di poi posso controllare tutto, ho la situazione in pugno. Essere razionali in questi casi aiuta… speriamo che aiuti sennò ce l’ho nel didietro
Vabeh, credo che dovrei essere contento di questo periodo in fondo… ma si va, da ora sono UFFICIALMENTE contento di questo periodo ahaha son schiodato, ho bisogno del via ufficiale!

un mio amico ha scritto 60 pagine sulle paranoie. mi piacerebbe leggerle prima o poi perchè anche io sono esperto sulle paranoie… sul fatto che nascano da cose spesso insignificanti… insignificanti perchè piccole, ma in realtà importantissime… anche le cose belle funzionano così. fai piccoli gesti che non facevi da mesi, cavolate proprio, però quelle cavolate innescano nella tua mente catene di reazioni e ricordi, deja vu e.. mhh si può dire? deja sarà 🙂 immagini, pensi, costruisci… poi magari non se ne fa niente, o meglio non se ne sarebbe fatto niente a prescindere, eri giusto tu che speravi, ma vabeh cadi nella "depressione" e riparti daccapo… dettagli, sono i dettagli che ci fregano… i dettagli se trascurati possono provocare disastri… se però pensi troppo ai dettagli ti vengono le paranoie… non mi va di raccontare cose specifiche della mia vita qua, ma VERAMENTE i dettagli mi fan venire dei magoni assurdi, mi fanno stare male… ci sono situazioni in cui la gente soffre in generale che mi lasciano un pò così… non indifferente ma cmq non mi scalfiscono tanto… poi però magari mi viene in mente un dettaglio, un profumo che ne so, un particolare e tutto di colpo crolla, vien giù il castello di carte… ma come dicevo prima per fortuna funziona anche all’inverso… magari parti per una serata un pò così e alla fine ti accorgi che quel particolare passato inosservato ti fa cambiare idea su tutta la serata 🙂
Sono le piccole cose la chiave di tutto…

Avere un dono e considerarlo male è sbagliato? E’ veramente un periodo che mi rendo conto che quello che scrivo e dico spesso serve alla gente che mi legge/ascolta… ma non perchè in fondo siano bei pensieri (anzi, spero che un pò lo siano) ma perchè son scritti/detti bene, con belle parole… OK son sempre stato abbastanza bravo con i temi e l’italiano in genere, chi mi legge in chat sa quanto sia pignolo nel correggere gli errori di concetto altrui (soprattutto i congiuntivi :-)), ma forse non sarebbe bene essere apprezzati per quello che uno pensa? dico SOLO per quello? Mi rendo conto che a volte dico o scrivo cose che magari non penso al 100%, ma che so faranno piacere a chi le leggerà e mi interrogo sul significato di ciò… do un’impressione sbagliata di me forse, magari appaio come il vecchio saggio che ha quasi sempre una buona parola per tutti, quasi un consulente psicologico… quando scrivo le email forbite al mio capo (ok, è una brava persona, però è leggermente ignorantello :-)) lui secondo me manco le capisce tutte, però è contento, dice che lavoro bene!! sono un pò confuso… io lo paragono a "intortare" le persone, ma mi rendo anche conto che spesso porto una piccola dose di felicità (parolone) nelle loro vite. Forse sottovaluto chi mi legge, pensando che si faccia traviare dalla forma e non dal contenuto, e invece dovrei smetterla di pensare male di me e degli altri. boh!

sai quelle serate un pò così? dovevo andare alla birretta dei motociclisti del meercoledì, ne avevo proprio voglia… una bella Tennent’s Extra Media, trafficoni a tutto spiano e risate, in più in lista ahn detto che si presentavano alcuni amici che non vedo da tempo… invece immancabile arriva la telefonata-colpitura… c’è una riunione in associazione musicale perchè han denunciato degli imbecilli che son rimasti a suonare fino alle 2 di notte ("ma noi non lo sapevamo che non si poteva…" -.-). Non ne ho veramente volgia, perchè proprio io? erchè nessun altro del gruppo può andarci, mi tocca… e vabeh che palle. Facciamo ‘sta riunione e vengo via… autostrada, accelero, accelero ancora, è mezzanotte e sono quasi al bivio tra l’uscita che mi porta a casa a letto che domani mi alzo per il lavoro o il casello successivo per la birretta… ma ci sarà ancora qualcuno? No Tambu non rischiare l’inculata, vai a letto su, ma la birra è tutta la sera che la vuoi… certo, magari quegli amici che vengono di rado son già andati via, loro abitano lontano, ma magari ancora qualcuno c’è… porca miseria non ha senso però, gira, vai a casa… FANCULO! una volta tanto ho dato un calcio alla razionalità e ho tirato dritto… c’era ancora gente, ho bevuto la mia birretta, abbiamo riso un pò… è durato poco certo, molto meno dell’appuntamento classico, ma ho fatto bene. Mi serviva una piccola "pazzia" così in mezzo a tutto questo lucido ragionare quotidiano 🙂

oggi boh… solo un pezzo di song dei Malfunk, il mondo delle (tele)comunicazioni a giorni sembra incredibile altri giorni è una noia mortale…

Mangio sempre nello stesso piatto, dormo sempre nello stesso letto ,
parlo sempre con le stesse persone ma, non ho niente di nuovo da dirgli.
Mangio sempre nello stesso letto, dormo sempre nello stesso piatto ,
parlo sempre con le stesse persone ma, non hanno niente di nuovo da dirmi.
Come ridi bene con quei denti bianchi, come sarebbe bello vederli
cascare tutti…
Non e’ cambiato niente se non il vostro atteggiamento (nei miei
confronti)
Non e’ cambiato niente se non il vostro atteggiamento DI MERDA (nei miei
confronti)

odio la pioggia… è così appiccicosa, umida… odio anche gli autobus… figurarsi andare in ufficio in autobus mentre piove, alla mattina invece di dorimre, il primo giorno dopo le ferie… un disastro… ho la depressione post-vacanza? a sentire i sondaggi e gli studi mi ci vorrebbe uno psicologo. Forse mi ci vorrebbe lo stesso, nonostante la pioggia… ammazza quanti puntini, scrivo come Nilo 🙂
Ha ragione il mio amico, dopo la scuola bisogna fare la pensione, e poi iniziare a lavorare, fino a quando non si muore; il contrario non ha senso! non ho ancora detto a nessuno di questo BLOG, vuoi vedere che alla fine ho paura dei commenti? no dai, è solo questione di tempo…
Ultimamente noto che c’è un intricato mondo di relazioni sociali seminascoste in giro: una giungla; la cosa grave è che il 90% delle persone di cui sento parlare fa di tutto per far assomigliare la propria vita sociale a quella di un personaggio di Beverly Hills, la TV ci ha condizionati… altrimenti non si spiega il perchè di certe storie malate che sento in giro…cazzo ma pensaci prima no? no, il fatto è che VUOI cacciarti in questa storia per poi poterla raccontare, per avere qualcosa da dire, poter dire "eh, io ho sofferto per questa cosa" e vedere le persone vicine che fanno "OOOOOOOHHHHH poverino/a". Disgustorama!

è un mezzo casino per ora… non riesco a cambiare il template come vorrei… ma è solo questione di tempo…
oggi mentre andavo in giro ho visto una bandiera della P A C E appesa, un residuo del tempo che fu… hihihi mi domando che fine abbiano fatto tutti quei BABBI che la esponevano al tempo della seconda guerra del Golfo… chiariamo, non è stupido il concetto sacrosanto di pace, è stupido che tutta questa gente "controlaguerra e controlaglobalizzazioneelosfruttamento" abbia pagato X euri alla stessa ditta che produceva le bandiere, salvo poi un giorno dire "che facciamo? la leviamo? è scolorita… si dai, ormai la guerra è finita" Complimenti, avete reso una manifestazione per la pace uguale al Natale… finita la festa si disfa l’albero… BABBI! BABBI! mi fate pena… idealisti senza nervo… presi dalla massa. sono forse finite le altre guerre? mi pare che in Liberia non si stia tanto meglio… mi pare che ogni giorno si muoia al confine coreano… vogliamo forse parlare del Medio Oriente? mi pare che siamo ben lungi dalla pace che voi auspicavate! vi sentite sconfitti? avete tolto la bandiera per quello? perdenti! era solo un comodo modo per dire "c’ero anche io", sisi in pieno spirito di solidarietà facile. BABBI!