il romantico nel vecchio

Da dove deriva la passione dell’antico? perchè tanta gente è affascinata dalle cose vecchie, al punto di farne un modo d’essere? voglio dire: si sa, io sono un tecnologo convinto. Sono convinto che la tecnologia nella maggior parte dei casi ci aiuti, e sto parlando di tecnologia spicciola, non della grande industria; invece c’è gente che è appassionata delle cose “vecchie” a tal punto da quasi negare che sia così. Prendiamo il GPS, visto che lo spunto di questo post è stato proprio un GPS. Io trovo che sia utile, e penso che sia a prescindere dal mezzo che usi… moto, macchina o addirittura A PIEDI. Lo penso perchè voglio comprarmelo, è naturale, ma se non lo pensassi non avrei questo desiderio. E questa è una divagazione. Penso che sia utile nonostante non sia affatto un idiota a leggere le cartine, anzi credo di essere uno che si oerienta quasi sempre alla perfezione (non perdo la macchina nei megaparcheggi, so che direzione prendere per andare in un punto, visualizzo scorciatoie senza esserci mai stato prima, robe così…), ma trovo che leggere la cartina alla lunga sia noioso, una scocciatura che eviterei volentieri (con un GPS, appunto). Non vedo l’aspetto “romantico” della cartina. Capisco l’aspetto “romantico” del prendere una strada senza sapere dove essa porti, e posso farlo in qualsiasi istante: poi, finita la strada, invece di fermare la moto, tirare fuori la cartina, capire dove sono, vedere dove è sulla mappa e vedere dove andare, accenderei il GPS e diminuirei lo zoom. Non mi pare così scandaloso.

Sono forse un comodoso? può darsi! non mi compro una moto di 30 anni fa da mettere a posto, non mi compro una moto di 20 anni fa in cui devo cambiare la pompa della benzina dopo un mese, non tengo il cellulare TACS per “romanticheria”. compro una Kawasaki Z750 nuova e ci faccio fare i tagliandi, compro un cellulare GSM e se mi capita lo uso anche come browser WAP o come fotocamera. Comodità… per me sono comodità; superflue, opinabili, ma sempre comodità sono.

le code

Se non lo sapete, ve lo dico io:
il modo più furbo e veloce di smaltire una coda di persone su sportelli multipli è quello di fare UNA SOLA fila e man mano che arriva il proprio turno procedere verso lo sportello che si è appena liberato.

Io non credo che lo insegnino ai bambini in Inghilterra, Olanda, Germania eccetera, non credo che sia compreso nel programma di educazione civica, più probabilmente ce l’hanno direttamente nel DNA, oppure ci ragionano e ci arrivano da soli.
Qua da noi non ci arriva nessuno, per cui è bene sensibilizzare tutti a questo evento che cambia in modo DRAMMATICO e RADICALE il nostro modo di vivere.

IL MODO PIÙ FURBO E VELOCE DI SMALTIRE UNA CODA DI PERSONE SU SPORTELLI MULTIPLI È QUELLO DI FARE UNA SOLA FILA E MAN MANO CHE ARRIVA IL PROPRIO TURNO PROCEDERE VERSO LO SPORTELLO CHE SI È APPENA LIBERATO.

non ha prezzo? secondo me invece ce l’ha!

viaggio fino al mare, parcheggio e rottura di palle sotto il sole: 15 euro.
affitto ombrellone e 2 sdraio: credo sui 30 (sono generoso)
due panini e 2 bibite: 12 euro.
stare in coda tutto il pomeriggio: non ha prezzo (nel senso che non è quantificabile 🙂 )

oppure puoi preparare un’ottima pasta e altre cose buone da mangiare e bere, andare a prendere 2 amici in campagna (che a loro volta hanno delle leccornie niente male) e trascorrere con loro una splendida giornata-picnic con pennichella e mangiata sui prati.

come vieni visto dagli “altri”: un vecchio senza speranza.
come ti senti tu: un privilegiato.

ferragosto al mare, parcheggio e rottura di palle sotto il sole: okok è tutto uguale a sopra 🙂

oppure puoi andare in moto a trovare un’amica che sai starà tutto il giorno sola sotto il sole a lavorare e trascorrere con lei 4 ore a farle compagnia.

come vieni visto dagli “altri”: un disperato.
come ti senti tu: uno che dà il giusto senso alle cose

festa di compleanno

Anche se un turbinìo di nick diversi ti disorienta (chiamare una persona con 3 nomignoli oltrechè il suo vero nome è veramente troppo 🙂 ) o se metà delle persone non le conosci, non importa. Importa sempre la qualità di chi ti circonda. Se sono allegri, simpatici, burloni ti divertirai. Se poi fanno anche del menaggio un’arte ci sarà da sbellicarsi (specie se chi colpisce incassa anche di buon grado). Unire il tutto a una cena maestosa nell’abbondanza e non nella presentazione, che è sempre cosa buona e giusta specie d’estate sotto un pergolato in una casa che pare congelata a 50 anni fa, salami a morsi e paste fredde rispettose delle scelte altrui, idee regalo interessanti e calzini al barbecue…

Speed

La radio della Fiesta di mio padre ha una funzione, ormai comune, che regola il volume di ascolto per compensare il rumore del motore. Salgono i giri del motore e sale il volume di conseguenza.

Non trovo la funzione per disattivarlo. Ma se sono in autostrada, e sto ascoltando Rock’n’roll hero dei Caroline’s Spine, io non decelero certo sotto i 2500 giri/min. col rischio di far abbassare il volume. Manco se c’è una macchina davanti! 🙂

punto-elenco

  • mi sembra abbastanza chiaro che non ci vogliono: non vogliono ingerenze nelle loro faccende, non vogliono stranieri nelle loro terre, non vogliono confrontarsi con un’altra cultura. Sono scelte e per farcela capire colpiscono povera gente a casa loro. Evidentemente ora vogliono fare a meno anche dei nostri soldi. Su questo ho già qualche dubbio in più. Perchè l’occidentale in vacanza sarà pure sfrontato, esigente, rompicoglioni, ma porta il granone, porta lavoro. Porta villaggi vacanze, porta alberghi-scempio, a volte porta amici pedofili o trafficanti di organi. Mica dico di no. Però il suo divertimento sfama un bel po’ di gente in tutto il mondo. Ok, non ci volete? ognuno a casa sua. Con le auto a idrogeno…
  • il mio notebook è una bomba pura. Con 1Gb di RAM è talmente veloce che ho praticamente finito di installarlo da zero in 5 ore invece dei 3 giorni preventivati… 😛
  • Non mi sono collegato per 3 giorni a Ogame.it, e stasera ho talmente tanto di quel metallo che ThraserXXX morirebbe di invidia… non so se buttarlo via o fonderlo e farne ninnoli per collanine 😉
  • Un ottimo week end. Tutto è andato bene, a me e a chi mi sta intorno. E altre cose stanno andando bene, a me e a chi mi sta intorno. Speriamo a questo punto che anche in futuro le cose possano andare bene, a me e a chi mi sta intorno, no? 😛
  • La gara la sto scaricando, e non so quando la vedrò. Ma ho visto una e una sola scena al telegiornale. OH MA QUANTO CULO C’HA, VALENTINO? Imbattibile, inutile… se il più bravo è anche il più fortunato… solo una cosa potrebbe fermarlo… ma non voglio nemmeno pensarci.
  • Invece ho visto finire la prima serie di LOST. Non so se non ci sono rimasto male perchè ero stato preparato da chi l’aveva già vista oppure perchè non l’ho trovata così malvagia. Sicuro è che gli dò tempo massimo altre 2 serie per finire in bellezza, con o senza tutte le spiegazioni. Se diventa un polpettone alla X-Files mi lancio dalla Lanterna senza elastico :-\

tempo

“pugnooooooooooooooooooo” si diceva da piccoli per fermare l’azione, giocando. Occhialuti esseri che pigiano tastini oggigiorno dicono “freezare”. I militari, semplici ma sempre chiari, bloccano tutto con “al tempo”

Forse sono solo arrivato prima degli altri, forse non ho tutte queste idee che immaginavo, forse le avevo ma le ho esaurite, e non ne produco più di nuove. Forse non ho più tutto quel tempo, ma il tempo per pensare non dovrebbe mancare mai. Forse ho curato molto la tecnica e trascurato il resto, forse dovrei davvero darmi alla divulgazione informatica. Forse è solo paranoia…

cmq volevo dire anche una cosa che non c’entra niente: per installare Office devi infilare il CD, scrivere un numero di serie (è sul CD, sulla copertina o su Google) e premere svariate volte “AVANTI > “.

Se lavori col pc e non sai installare Office, nel 2005, beh scusami ma per me non esisti.

è mezzanotte… quale momento migliore per iniziare un blog? non ho trovato quello che cercavo, ovvero un modo per dividere i post in categorie, e allora verrà fuori una schifezza come sempre… ma chi se ne frega? sarà un luogo dove scrivere tutte quei pensieri controcorrente che tanto fastidio danno alla gente, perchè sono scomodi, perchè sono veri la maggior parte delle volte, perchè fanno riflettere… e un posto dove raccogliere quei pensieri che finora hanno solo tediato i miei amici al telefono, dal vero, in query…