io party

allora io parto eh… vado? resto? dai, vado…
domattina accendo Aragorn e via, verso nuove e mirabolanti avventure al raduno Toscano di z-italia.com.

Le previsioni più ottimisitche danno 1,5/2 giorni di pioggia su 4, a tratti a carattere temporalesco, quelle più drastiche 4 giorni di pioggia incessante.

Ma che volete farci? siamo motociclisti o caporali? 😉

(se riesco posto qualcosa lunedì sera… altrimenti non so quando ci rileggiamo: al mio ritorno mi aspetta una settimana di fuoco in ufficio, 8/10 ore al giorno al pezzo a sanare i soliti mega-casini frutto di disastrose politiche aziendali…

un murales per Mary

salendo da Genova lungo la SS45, usciti da una curva a destra e prima di una curva a sinistra che immette in un viadotto rettilineo, proprio sul muro ove successe il fatto, mani ignote hanno colorato il grigio cemento ammuffito con un grande cuore rossoblu, la scritta “Mary” in corsivo bianco delicato, e un mazzo di fiori su ogni lato.

Impossibile non notarlo, spicca troppo rispetto al monocolore dei dintorni.

Mi è presa un’emozione grandissima, un tuffo al cuore, e d’istinto ho chiuso il gas, quasi per rispetto per colei che non c’è più, quasi come se il rumore dello scarico avesse potuto distrubarla… e in un attimo ho rivissuto il giorno dell’addio, le sirene e le bandiere, le tute e i caschi, le lacrime…

al ritorno ho anche visto che c’è un foglio appeso a fianco. Non so cosa ci sia scritto, ma sono sicuro che siano belle parole.

la stagione giusta

Quando esci dalla palestra ed è ancora chiaro. Torni a casa in scooter e non hai freddo. Il termometro segna 21°…
Quando tiri fuori la moto e si accende al pimo colpo. Fai le curve giuste con la persona giusta. La gomma tiene bene.
Quando hai voglia di fare fare fare…
Quando passi tutto il week-end col culo sulla moto, e macini anche i chilometri che non hai fatto questo inverno. Quando sudi mentre guidi perchè fuori fa 26°. Torni a casa distrutto…

Ecco, in questi momenti ti accorgi che è arrivata – e tu ci sei entrato a pieno diritto – la stagione giusta 🙂

b1o9 moto – p1zz4 moto

Una Blog-pizza è sempre una blog-pizza, c’è poco da fare…
lo capisci quando in un paio di occasioni prorompi in una grande risata, che un po’ ti spiace perchè ti sente tutto il locale ma un po’ sei contento perchè ridi di proprio di gusto 🙂

un giro in moto è sempre un giro in moto, anche qua non si scappa…
lo capisci quando il Sole – finalmente – ti scalda la pelle della tuta e filtra fino alle ossa, o quando guidi veloce e tra te e la tua moto e il guardrail col mare sotto c’è solo un’ombra, incollata alle tue gomme 🙂

Complimenti a Jtheo per la scelta del locale (o per il culo smodato se non l’ha propriamente “scelto”)
un po’ di foto… http://www.flickr.com/photos/tags/b1o9p1zz4/

Complimenti al mio babbo che da qualche tempo a questa parte, ogni volta che scendo per accendere la moto, butta un orecchio al garage e se dopo 5 minuti non mi sente uscire viene a darmi una mano con quelle piccole noie che affliggono Aragorn.

il titolo del post, per chi se lo stesse chiedendo, è dovuto all’incrocio magico per cui alla blog pizza non s’è mangiata la pizza, mentre al giro in moto di oggi si 😛

forum di z-italia.com

30 seconds to Tambu sa anche essere un blog di servizio 🙂

ho notato che alcuni visitatori iniziano ad arrivare cercando “forum z-italia inaccessibile” “z-italia non visibile” e così via.
TRANQUILLI! vi spiego (quasi) tutto io:

“quasi” tutto perchè anche se ho letto la vicenda ( notizia sul corriere della sera ) non ho capito del tutto la questione.

Comunque è semplice: il server di z-italia è in quel datacenter “prigioniero” e fino a quando non lo riattaccano al mondo virtuale non torna online. E ovviamente non si può nemmeno spostare :-\

Update: ho preparato una pagina per tenere la rete informata circa lo stato del forum, tutte le volte che ce ne sarà bisogno. la trovate cliccando l’indirizzo blog.tambuweb.it/z-italia-forum/

resto inclinato

Anche io la penso come ilgillo!
il braccialetto arancione è ancora lì dov’era appena lo presi, sul serbatoio del liquido dei freni anteriore. Perchè ci sta bene. Perché sono stato contento quando l’ho comprato.

Se seguite “striscia la notizia” o vi informate attraverso il web come me (google news su alpas e su la mia inclinazione), sapete già tutto della questione ALPAS-la mia inclinazione

Quello che i più non capiscono è che la frase “ci sei cascato anche tu” non ha nessun senso. Non ce l’ha perché ai tempi era impossibile immaginarsi una cosa simile, e non ce l’ha perché in realtà, e proprio per quel motivo, chi la pronuncia si sta solamente vantando di non aver dato 1 euro in beneficenza.

un anno di Aragorn

il ragazzo viene dall’est in una fredda mattina genovese di un anno fa. L’anagrafe di quelli come lui l’ha registrato l’11, ma è soltalto il sabato successivo che potrò incontrarlo. Fatica ad svegliarsi, ha gli occhi chiusi e non respira bene, proprio come i neonati appena sfornati. (“l’ostetrica ti batte e non ti chiede come va…“). Poi prorompe in un borbottìo cupo e finalmente si desta.

E’ un giorno che non tutti ricordano positivamente, il 15 Gennaio 2005, ma è il giorno in cui lui, il ragazzo, è entrato nella mia vita a tutti gli effetti. S’è comportato bene in questo periodo e sono sicuro che avremo ancora modo di spassarcela, insieme agli amici vecchi e nuovi che ci hanno accompagnato in questi 365 giorni. Ora il ragazzo è sotto la coperta, nella sua stanza. Non l’ho festeggiato, stranamente, e probabilmente non lo farò nemmeno nei prossimi 15 di Gennaio.

Ma lui c’è, il ragazzo, e mi accompagna quando ne ho bisogno, quando voglio. E’ veloce e non si lamenta mai, non mi ha mai tradito. Un compagno sincero venuto dal Giappone per stare qui con me e divertirsi su è giù per l’Italia (e non solo).

Vai, ragazzo, voglio un altro anno intenso di puro divertimento! 🙂

Aragorn, il ragazzo, per chi non lo sapesse è lui…

Aragorn

EICMA 2005

io domattina me ne vado all’EICMA 2005, a Milano, poi mi vedo con tanti amici di z-italia e poi vado a una cena con loro e poi dormo da un amico e poi torno domenica pomeriggio con calma.

voi fate i bravi eh! 😀

arrivederci MaVi

sul banner creato da z-italia per scomparsa di Maria Vittoria c’è scritto “ciao Mary”. io avrei scritto “arrivederci Mary”. perchè oggi so, ma lo sapevo anche prima, che un giorno ci incontreremo e rimedieremo al fatto che non ti sei mai fatta vedere ai nostri incontri. So per certo che eri davvero quello che tutti noi abbiamo saputo attraverso altre persone e fatti. Al funerale di una persona che non è così speciale come te non va così tanta gente, non vengono persone da fuori città. non si rendono gli stessi omaggi che sono stati resi a te.

Eri una persona che UNIVA, che DONAVA. Anche il motociclismo unisce, anche il motociclismo dà. Anche il volontariato dà molto e unisce. E tu avevi in te tutti i frutti di queste cose.
Hai unito talmente tante persone, che ho passato un quarto d’ora a salutare amici ed ex-amici, a stupirmi della loro presenza e a dire “anche tu qui? ma come mai la conoscevi?”
stolto io a fare una domanda così stupida. conoscevi tante persone perchè tante persone volevi vicino, perchè a tanti avevi qualcosa da donare e perchè con tanti sei entrata subito in sintonia.

Ho visto tantissimi fiori. Ho visto tantissime offerte durante l’offertorio. Ho visto i volontari delle croci portare il tuo feretro, sventolare le bandiere, fare i picchetti d’onore e suonare le sirene fuori dalla Chiesa. ho visto centinaia di motociclisti con il casco in mano e le lacrime agli occhi. ho sentito il rumore sordo dei loro motori mentre arrivavano. Ho sentito parlare tua mamma e mi sono commosso. Ho visto tuo padre con la tua tuta e il tuo casco in mano, che li stringeva come si stringe qualcosa a cui si tiene, un ultimo legame con la passione di una figlia che non c’è più. Ho visto la tua moto parcheggiata di fronte alla Chiesa.

Voglio raccontarti una cosa, Mary. quando sono andato via, un signore in scooter mi ha fermato e mi ha chiesto: “cosa succede? perchè c’è questa ressa?” io gli ho risposto, laconico “un funerale”
lui mi ha detto “come mai c’è così tanta gente? era un personaggio importante?” “era una motociclista, una nostra amica” gli ho risposto.

non sono stato pronto; dovevo dirgli che “si, per tutte le persone che l’hanno consciuta, era un personaggio molto importante

recensisco la mia moto

sollecitato da Koolinus non posso certo tirarmi indietro, così cerco di allontanare questa aura triste che da ieri mi accompagna:

Senti, ma un BEL post sullo z750 lo fai ?

consumi
comodita’ tua
comodita’ del passeggero
autonomia
praticita’ con bagaglio
costi di manutenzione
piccoli difetti veniali

ce la fai ? Grazie !!!!

ce la faccio:
Continue reading…