Fare male il lavoro anche quando lo fai bene

Io non vado d’accordo coi call center, è abbastanza risaputo.
Quando son fortunati gli butto il telefono in faccia, quando ho tempo li prendo per scemi a forza di fare domande assurde, quando sono sfortunati li insulto come cani. Tanto, voglio dire, chiamano senza permesso, non ti dicono mai nemmeno a domanda diretta dove han preso il numero, mi sembra il minimo…

Ma insomma, una chiamata ogni tanto potrebbe anche essere interessante no?

Stasera squilla all’ora di cena, rispondo ed una signorina inizia a parlare in modo molto lento. Lentissimo, estenuante. E’ di Telecom, che è il mio gestore, e parla di un potenziamento della banda nella mia zona. Alla banda non si dice mai di no, e siccome avevo appena scolato la pasta e la Cate mi aspettava per iniziare le dico “più veloce, per favore”. E lei “come?” “parli più veloce” ma non finisco nemmeno la frase che la tizia fa – testuale – “mall’anima de li mortacciTU TU TU”.

Posso immaginare che ogni giorno abbiano a che fare con centinaia di “me” e che ormai siano abituati agli insulti più disparati, ma se non capisci nemmeno quando ti si da la possibilità di fare quel che devi (spiegare un’offerta commerciale) allora siam messi male…

Leave a Reply

Next Articlericaricare un cellulare da un'altro cellulare tramite USB-C