Sangue matematico

La Caterina conta tutto, conta sempre. Spesso se le parli non ti scolta troppo, e poi ti dice quante lettere o sillabe hanno alcune parole che hai detto, specie quelle lunghe. E poi chiede sempre conferma. L’altra sera a cena:

C: “e questa ha 13 lettere vero? fammene una difficile!”
T: “supercalifragilistichespiralidoso”
C: “ehehe no dai!”
T: “come no! avanti!”
C: “è troppo lunga, non ci riesco! non mi bastano le mani e mi confondo”
T: “bene, è ora che impari a scrivere il tuo primo piccolo algoritmo. sillabiamo e contiamo con la mano destra le sillabe di due lettere e con la sinistra quelle di tre”

SU…PER
CA
LI…FRA
GI
LI…STI
…..CHE
…..SPI
RA
LI
DO
SO

T: “sono 9 di 2 lettere e 5 di 3. 18+15, quindi 33”

D’altronde da qualcuno deve aver pur preso, no? 😀