Ora lo scrivo!

Questo è idealmente il seguito di “questo lo rigo” dell’anno scorso. Allora era per finta, adesso invece per davvero.
Ieri la Cate e un amichetto giocavano a disegnare il pavimento della strada coi gessetti. In un luogo affollato parte dello sforzo sta nell’evitare che le persone calpestino le opere dei novelli madonnari, per cui lei fa una grande X e annuncia: “questo vuol dire “non rovinare il mio disegno””.

Noi le diciamo “scrivilo, così lo capiscono meglio”.

scritta
(clic per ingrandire)

Sul finale s’è un po’ persa, ma ci ha messo pochissimo e con pochi dubbi

Leave a Reply

2 Comments

  1. lullaby

    Troooooppo uguali!!! 🙂

    (a proposito, ieri dopo la doccia si ammirava allo specchio perché aveva “i capelli bellissimi e liscissimi come quelli della Cate!” 😀

Next ArticleNon è un paese per matematici (e uomini di marketing)