il marketing, questo sconosciuto

non mi ricordo di essermi mai iscritto a un tuo servizio, l’unico, che dai via email. Mi ricordo di averti scritto personalmente, quello si, e quindi non vedo perché dovrei ricevere la tua email con cui mi informi del tuo prossimo mega-evento. Ma vabeh, siccome diciamo che mi interessa, soprassediamo. L’evento è bello, ci mancherebbe, e quasi quasi la mail la inoltro ai miei amici e organizziamo. D’altronde non è la pubblicità che vuoi?

e allora, perché mi intimorisci con la nota finale

Il presente messaggio, contiene informazioni strettamente riservate ed è destinato esclusivamente al destinatario sopra indicato, il quale è l’unico autorizzato ad usarlo, copiarlo e sotto la propria responsabilità, diffonderlo. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal destinatario è severamente proibito ed è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente distruggendone l’originale.

Io lo ricevo per errore o no? sono legittimato a diffonderlo o no? nel dubbio distruggo tutto, sai?

andiamo avanti: nel corpo del messaggio mi informi che il calendario completo degli eventi è sulla tua pagina facebook. Per fortuna non mi chiedi il like per vederla, ma guarda un po’, il programma è disponibile come applicazione, che mi fa un redirect su un pdf sul tuo sito. pdf veramente orrendo, che si chiama “presentazione” e non programma, fatto di 29 pagine di testo fitto, in cui il programma è comodamente a pagina 18. non facevi prima ad allegarmi un singolo foglio alla mail, o scriverlo direttamente nel corpo? tanto l’obiettivo non era aumentare i like, e nemmeno fare accessi a un pdf, giusto?

Sicuramente il tuo evento sarà un successo, ma credimi, non è di sicuro per merito di come ti muovi online!

Leave a Reply

Next Articlemucche a cui mungere soldi...