sul treno, stamattina

ragazzo con computer di fronte a me: “cosa vuole sapere? il codice? come si chiama, il PNR?”
controllore: “la penultima lettera del PNR”
R: “P”
C: “mhh… non c’è altro dopo?”
R: “25”… “P25”.
controllore scrive 2 e finalmente l’aggeggio mostra ok.

la stessa conversazione come doveva andare, in versione corretta e ridotta
“cosa vuole sapere? il codice? come si chiama, il PNR?”
“il penultimo carattere del PNR”
“2”