meno parcheggi per tutti

La TIA è la tassa comunale genovese sulla spazzatura, arrivata puntuale come i servizi sul caldo al TG nel mese di luglio.
Casa nostra ha anche un posto auto coperto, sul quale va pagata la tassa. Non si capisce bene perché, dato che un posto auto non produce spazzatura. Se fosse considerato un’estensione della casa potrei forse capirlo, invece la casa paga 2,472 euro al metro quadro, il posto auto 3,190!!

L’AMIU comunque è sempre stata un’azienda un po’ senza senso: ti fa pagare se viene a prendersi oggetti ingombranti (8,20 euro al pezzo, di più se devono portarlo in due) quando so per certo che in altri Comuni il servizio è gratuito. Cosa ci paghi con quei 10 euro? i dipendenti sono già dipendenti, i mezzi li hai, pago la TIA… quindi la gente preferisce scaricare tutto nei boschi.
Se conferisci cose all’isola ecologica ti danno dei punti e poi ti fanno lo sconto sulla TIA l’anno dopo, MA SOLO FINO A 10 EURO! ma perché? vi farebbe schifo avere persone che portano continuamente rifiuti ingombranti alla discarica (eventualmente anche ripulendo i suddetti boschi) fino ad azzerarsi – ma se fosse per me anche andare a credito – la tassa? è così difficile? Tanto per fare sempre i soliti esempi, in Svezia i senza tetto raccolgono le bottiglie di plastica che trovano e le portano nei supermarket, dove ci sono macchinette che erogano un tot di monete ogni non so quante bottiglie. E tutti ci guadagnano qualcosa…

Leave a Reply

6 Comments

  1. Le solite storie all’italiana in cui sembra quasi un’offesa pensare di poter pagare un cittadino per qualcosa. E’ assolutamente fuori dalla nostra mentalità un’idea simile.
    Ciao,
    Emanuele

  2. Tambu ti stupisci? Giusto per rimanere in tema AMIU sai che il comune ha acquistato dei furgoncini tipo porter senza pala compattatrice (giusto per raccogliere 2 cassontti e tornare indietro) adesso grazie a dio sono stati convertiti per la raccolta differenziata… sai che appena hanno visto un po’ di business nel riciclo hanno dato un calcio nel sedere alla ditta vincitrice dell’appalto per farselo autonomamente (della serie io non ci credo investi tu e appena le cose vanno bene ti do il ben servito)
    Devono rientrare delle spese fatte a cavolo e ti aumentano le tasse o se le inventano tanto tu cittadino nn puoi ne dire ne fare nulla ma solo subire…
    Genova a mio avviso è indietro anni luce a tantissime città Italiane figuriamoci al Nord Europa… Per capire la mentalità fatti un giro in C.so Italia verso levante e guardati cosa si sono inventati pur di tirar si 2 soldi (oltre tutti quelli che prendono in altro modo…).
    Hanno speso soldi per la sperimentazione della rambla (ma ci rendiamo conto)
    e nn hanno speso 1€ per rinnovare la sopraelevata… Secondo me il concetto “tutti ci guadagnano qualcosa” da noi non funziona, SOLO LORO devono guadagnare di tutto il resto se ne fregano…
    Scusami per lo sfogo ma da Noi cose che nn vanno ce ne sono un po’ troppe…

  3. beh, in sopraelevata adesso mettono i guardrail antinfortunistici, e per Corso Italia l’AMIU non c’entra nulla.

  4. Scusami se sono andato o.t. con la mia risposta volevo solo citare qualche esempio di cose che secondo me non hanno un senso logico…Io prima farei i guardrail antinfortunistici e poi realizzarei la rambla… comunque Amiu e Genova Parcheggi sono entrambi società del comune di Genova quindi hanno lo stesso capo 😉 meno parcheggi in città più le persone chiedono passi carrabili/posti auto più aumento si aumenta la tariffa… ed ecco il gioco è fatto, in 2 modi distinti prendo più soldi al cittadino.
    scusa ancora l’o.t.

  5. Ti confermo che a Firenze i rifiuti ingombranti se li vengono a prendere gratis sotto casa, basta telefonare e fissare il giorno.

  6. Zawa

    le macchinette che ritirano le bottiglie di plastica stanno anche da noi. Cmq il massimo è l’addetto all’isola ecologica che RIVENDE i rifiuti.

Next ArticleDestinati all'estinzione