la paella

Per la consueta Pasqua coi nonni in casa Tambu, quest’anno io e mia moglie abbiamo eseguito la paella della scuola di cucina maisazi, secondo la ricetta indicata. Come dicono loro stessi, forse va un po’ più colorata, ma il gusto era molto buono.

Lo so che ne esistono milioni di versioni, e che qualcuno storce il naso di fronte al forno, ma per quel che può valere, noi l’abbiamo fatta così e il risultato era notevole. Se hai altre ricette, già eseguite, e vuoi lasciare un commento, se il benvenuto 🙂

Leave a Reply

2 Comments

  1. io l’ho fatta diverse volte per i miei amici, nella “paellera”, la pentola apposita. La ricetta che ho usato è simile, ma senza fagiolini e agrumi.

    La preparazione che ho seguito, invece, era molto più semplice: cuoci la carne a parte, aggiungi verdura, pesce, riso con il brodo di zafferano e a fuoco lento amalgama il tutto.

    ah..slurp! che acquolina e che ricordi!

  2. La piantiamo??? Che son le 10 e mi avete gia` fatto venire fame!!! 😉

Next ArticleThe Stockholm Pupyndrome :)