Come va?

oh bene, figuriamoci!

L’Enel ha mandato un contratto sbagliato (380V trifase con neutro, “infatti vivo in un capannone industriale” gli ho detto), Fastweb dice che la mia tipologia di linea ( WTF??? ) non consente il trasloco nei tempi previsti, ma si sono ben guardati dal dirmelo quando mi hanno detto che il fax era arrivato e la pratica era in lavorazione, ora aspettiamo sorprese anche dal gas.

C’è un cassetto della cucina accorciato e un cestone estraibile che non sarà più estraibile, perché il contatore dell’acqua non è stato incassato nel muro, devo mettere le luci dove le aveva il precedente inquilino perché l’impianto elettrico è a tappo e ci sono un sacco di prese comandate. Dovrò fare la terribile “cascata di ciabatte elettriche” nella scrivania, perché non ci sono abbastanza prese per tutta l’informatica e il calorifero della Caterina è partito solo con quattro ceffoni.

Per il resto, casa nuova sta venendo benissimo grazie a quella santa donna di mia moglie, che mi aggiorna via email sull’avanzamento dei lavori, con tanto di foto 🙂

Il tuo backup è importante

Vi ricordate che ho speso un po’ di tempo alla ricerca di una buona soluzione per il backup dei miei dati digitali? Avevo risolto con un NAS e Allwaysync, e la soluzione è ancora buona. Solo che alle cose bisogna pensare costantemente, sempre, e specie quando si stanno per verificare eventi “insoliti”.

Durante il trasloco ho imballato PC e NAS in due scatole diverse, solo che poi hanno fatto il viaggio insieme, lo stesso viaggio, sullo stesso mezzo e seguendo la stessa strada. Se il camion avesse preso fuoco – per dire – avrei perso tutto, con buona pace del disaster recovery e del tempo speso a pensare alla soluzione migliore.

Pensare, pensare sempre prima a tutto! 🙂