Quasi sette mesi

Caterina legge i blog

Oggi la Cate s’è data alla tecnologia, prendendo a mazzate tastiera e mouse della mamma, e come potete evincere dalla foto snobbando completamente i blog dei genitori per focalizzarsi a leggere pallosissimi post sui social network ( Luca ;-P )
La ragazza è portata: dopo averle aperto un notepad e dato accesso alla tastiera ha scritto qualcosa tipo
KKK O IJHIJ EEEE
ma la cosa buffa è che c’erano altre “parole” dopo, che con un colpo da maestra che non saprei ripetere manco io sono state cancellate: doveva essere qualcosa tipo CTRL+SHIFT+freccia destra due volte e poi CANC, ma non ci giurerei. Potrebbe anche aver inventato una combo nuova 🙂

Qua siamo al primo dente ormai spuntato definitivamente, a stare seduta da sola senza prendere facciate (quindi anche a giocare un pochino da sola, anche se il suo gioco preferito al momento è il “tergicristallo dei giocattoli”: glieli metti davanti, lei agita le braccine e li spara lontano, e poi si ricomincia 😀 ), a provare ad articolare qualche suono, anche se i fonemi sono limitati ai gutturali e qualche vocale a caso. Però si vede che si impegna…

Quasi sette mesi, il tempo vola…
Caterina con un cerchietto con le orecchie da gatto

Leave a Reply

7 Comments

  1. La vedremo prima su FB o su Twitter? Avrai modo di testare direttamente quale dei due social network attrae di più le nuove generazioni! 😛
    Ciao,
    Emanuele

  2. Sarà quella storia dei nativi digitali… ma la mia unenne trottola riesce a scoprire funzioni sul telecomando tv di cui io nemmeno immagino l’esistenza.
    Dalla tastiera del pc cerco di tenerla lontana per la suddetta mania di prendere a mazzate la tastiera stessa con il mouse.

  3. Se già a 7 mesi le fai leggere Pandemia come si ridurrà da grande? Fai il bravo genitore e portala a blog più adeguati.

  4. Smanettona junior 😉 Bellissima, complimenti a Mamma e Papà

  5. Io inizierei con PTWG per farle capire che gli strilloni dei quotidiani servono solo a venderti una copia per un curioso prurito e non perché il giornale valga qualcosa.

    In seconda analisi punterei su .mau. che un po’ di sana matematica serve sempre.

Next ArticleMa quanto spendi di internet?