Poi uno dice i blog, e facebook…

“perché hai un blog?”
“che ci fai su facebook?”

e varianti di queste domande ogni tanto mi compaiono davanti agli occhi o alle orecchie, e sinceramente mi hanno anche un po’ stufato, anche perché spesso la fonte poi non è in grado di capire la risposta. Se lo faccio è perché mi fa piacere intrattenere relazioni con le persone che stanno dietro al monitor, e al giorno d’oggi i sistemi più semplici (per me) e diffusi (in generale) sono questi.

Poi capita che quel che scrivi resta tracciato, e che hai la possibilità di entrare in contatto con praticamente chiunque. Ad esempio un musicista che segui potrebbe leggere un tuo vecchio post in cui dici che non trovi i suoi cd da comprare, contattarti su Facebook e farti felice per un po’ 🙂

cd in regalo

Non è il regalo in sé, è come è avvenuta la cosa, la spontaneità della cosa e la constatazione, ancora una volta, che la rete avvicina e non allontana. Quando mai in passato un artista ti avrebbe telefonato per dirti “eh, un amico di un amico mi ha detto che non trovi i nostri cd…” 🙂