Zena from above

Sabato 25 aprile ho avuto modo di fare un giretto di mezz’ora su un elicottero, senza porte: un’esperienza che consiglio a chiunque, le cose viste dall’alto assumono – ovviamente – una prospettiva completamente differente e la quantità di cose che si possono scoprire è notevolissima!

Ho messo gli scatti che ritengo migliori su Flickr, e ve li ripropongo qui.

Uno dei primi passi da affrontare per “diventare un bravo fotografo” è capire una volta per tutte la gestione del colore digitale: ovviamente su Lightroom e sul mio monitor vedo tutto alla perfezione (anche perché regolo le cose in base a quel che vedo); già se esporto in JPG le cose cambiano. Cercando di ovviare a questo problema sono riuscito a incorporare un profilo colore corretto nelle JPG, ma caricandole su Flickr e guardandole con browser senza adeguato supporto, i colori sono sbagliati. E no, stavolta Firefox non va bene; però le lascio così, tanto tra breve esce la versione nuova

Diventare un bravo fotografo

Le molle che ti scattano in testa sono ben strane, e improvvise. Ad esempio, ieri ho deciso che voglio diventare un bravo fotografo; non un professionista, semplicemente uno bravo a fare foto, che diano soddisfazione a lui e a quelli cui le mostra. Uno che, come dicevo qualche post fa, non si compra una macchina fotografica nuova per sperare di fare foto migliori, ma perché sa di poterla sfruttare.

Come ho avuto la folgorazione? buffo, ma è stato leggendo questo articolo di Matt, e precisamente la riga

How early did you get up? 3:35am and we left the hotel at 4am.

Voglio diventare un fotografo che non abbia paura e di alzarsi alle 3 e mezza del mattino (e non avete idea di quanto possa pesarmi 🙂 ) sapendo che riuscirà a portare a casa un bello scatto. Un fotografo che ovviamente non sempre riuscirà, ma che abbia un bilancio positivo abbastanza da non pentirsi 🙂

Per fare questo ho deciso che dovrò mettere su un progetto, per iniziare; una specie di manifesto. Ho sempre odiato i manifesti programmatici, preferendo passare direttamente alla fase del fare, ma ho cambiato idea in questo caso: avere un progetto fotografico è uno dei molti modi di migliorarsi, e appena avrò capito precisamente cosa voglio fare – e come – lo scriverò, come impegnativa. In questa cosa dei progetti il sommo maestro Palmasco ha ragione da vendere 🙂

Nei prossimi giorni il manifesto, e anche un set di scatti particolari fatti sabato scorso, di cui non anticipo nulla 🙂