Ma il ponte assolutamente si

Cercando di tralasciare qualsiasi vena polemica politica, mi fa indubbiamente piacere che il governo metta da parte dei progetti – anche importanti – per trovare i soldi per la ricostruzione del terremoto in Abruzzo. Ho anche un momento di stima per Berlusconi se il senso è

Dunque il Governo è pronto a sacrificare parte o tutto il piano infrastrutture da 16,6 miliardi di euro

ma non posso non avere un moto di orrore per la frase successiva

ma non il Ponte sullo Stretto di Messina

c’è appena stato un devastante terremoto e la cosa cui non puoi assolutamente rinunciare è un ponte faraonico a pochi chilometri da una zona vulcanica e sismica? qua non è questione di prevedere o no i terremoti, è buon senso comune, credo…

Funes, o della crocchetta

Estrellita: “povero gatto, vieni qui”
Tambu: “ma quale povero, chi sta meglio di lui?
Estrellita: “chissà se si ricorda dei suoi primi padroni, a Tivoli”
Tambu: “ma se non si ricorda manco cosa ha mangiato a pranzo!”

Tambu: “e non sarebbe manco difficile, che mangia sempre le stesse cose!” 😀

se non hai capito il titolo, c’è un racconto che non hai mai letto. Lo trovi qui