La morte di Twitter

Ciclicamente si legge di cosa potrebbe o dovrebbe uccidere Twitter. Un giorno sono i server ballerini, il giorno dopo il disinteresse, il giorno dopo ancora un nuovo servizio web. Ve lo dico io cosa ucciderà Twitter: la stramaledetta possibilità di inviare le cose immesse su FriendFeed (TUTTE le cose, non solo le cose “iniziate” su FF) anche su Twitter. Lo ucciderà perché tra poco su twitter non si capirà più una fava, e già oggi spesso la mia pagina è piena di messaggi della stessa persona che, dal mio punto di vista, parla da sola: postando cose nuove e rispondendo pubblicamente – con singoli messaggi – a discussioni spezzettate in corso su FriendFeed.

Prendetene coscienza e fate qualcosa, vi prego!

MyObama

Sono stato due giorni lontano dal PC, sennò avrei detto anche io, come tutti, la mia su Obama. E non è che mi importa molto se vi annoio, perché sono in ritardo o perché ne parlano tutti e ormai avete il latte alle ginocchia. Per una volta che sono contento che le cose vadano bene, è meglio se lo scrivo. Non risolverà tutti i problemi del mondo, ci mancherebbe, ma c’era bisogno di aria fresca, e gli States hanno aperto la finestra. Mi fa ridere il PD che festeggia, mi fa ridere la destra che si accosta ai democratici. E’ un’elezione di un presidente estero e non c’entra nulla con la nostra politica, ma mi ha appassionato.

Mi piacciono le moto giapponesi e potrò avere un’opinione su un presidente americano? 🙂

Odio la pioggia

Normalmente odio la pioggia, ma in questi giorni mi sta proprio sulle balle, perché se piove io e il compratore non possiamo andare a firmare il passaggio della moto. E ci sono un sacco di succulenti gadget che aspettano l’arrivo dell’assegnino… 🙂