Kymco Agility R16

agility R16

Pro:

  • ha le ruote alte (da 16″ appunto), pieghe assicurate
  • doppio freno a disco: frena aBBestia! (anche solo col freno posteriore) 🙂
  • ha un buon rapporto qualità/prezzo

Contro:

  • nel sottosella non ci sta un casco demi-jet
  • mi sembra un po’ lento in ripresa, anche se prima di aver finito il rodaggio è difficile dirlo con sicurezza

Comunque da qualche giorno ho un nuovo mezzo di trasporto, il vecchio motorino è stato regalato (come quello della signora, credo sia un record 😀 ). Mi ero preparato per tempo a vederlo distrutto in poco tempo (a Genova centro nello spazio di 10 scooter ne prendono posto tranquillamente almeno 15, e occupando un po’ lo spazio fuori dalle righe anche 18 o 19, con le conseguenze facilmente immaginabili), ma una riga lunga come un dito sulla marmitta, un segno sul parabrezza e due sulle plastiche dopo soli tre giorni mi sembrano davvero troppo!

Per fortuna che sono uno che la prende con filosofia e si sfoga semplicemente rendendo pan per focaccia ai suoi sventurati vicini di posteggio… 🙂

Leave a Reply

3 Comments

  1. Zawa

    io mi incazzo per le sportellate che prendo nel garage di casa mia…..se mi dovessero rigare la macchina nuova(vabè non ho mezzi a due ruote ma è uguale) diventerei una bestia….
    però rendere pan per focaccia senza avere le prove della colpevolezza non è proprio giustissimo…

  2. infatti non ho mai detto che il mondo è un posto giusto… e comunque non rigo volontariamente niente e nessuno. Semplicemente non ho nessuna accortezza o attenzione quando devo fare le mie manovre. Se piego uno specchietto, amen.

  3. Guarda, il mio Burgman nuovo (quello che hai visto l’altra sera) e’ durato una settimana e anche meno. E qui dalle mie parti che non c’e’ il traffico di Genova.
    Castagnata a San Rocco di Camogli: c’e’ tutto lo spazio del parcheggio, ma, evidentemente, c’e’ qualcuno a cui piace stare *vicini-vicini*. Risultato: una riga sullo scudo, fortunatamente rimossa con un po’ di polish.
    Pochi giorni dopo a Rapallo: parcheggio lo scooter con la massima cura, lontano da altri motori e motorini. Tant’è che me lo ritrovo sul cavalletto centrale (l’avevo lasciato su quello laterale), con parabrezza, scudo (sotto), faro e marmitta rigati…
    Rifiuto l’idea di rendere pan per focaccia.
    Fortunatamente, sono uno di quelli che non si affeziona troppo alle cose, ma le scatole girano, visto anche il prezzo del mezzo.
    Mezzo di cui, però, sono molto contento. Avendo accantonato, per ragioni di filiazione (vedrai…) l’idea di una moto vera, il Burgman va molto bene (ne avevo un altro con cui ho fatto un paio di viaggi lunghi), ha uno spazio enorme sotto la sella (due integrali e altro) che mi evitano il bauletto che non amo e ci si puo’ piegare bene (13 post. – 14 ant., il problema sono le coperture di serie, Bridgestone).
    Dopo il rodaggio, vediamo un po’ variatori, centraline, ecc. In effetti, dal basso, non riprende tantissimo (forse perche’ la frizione e’ nuova, si sentono meno gli strappi e tutto sembra piu’ mollo).

Next ArticleLa stanza della figlia