Due post interessanti

Lunedì mattina dopo tre giorni a casa, la condizione ideale per la depressione-lavorativa. Però accendi il computer e trovi subito due post molto interessanti nell’aggregatore. E va bene che potevo leggermeli anche a casa, ma non si può avere tutto dalla vita no?

Andrea scrive un gran bel pezzo sul mondo che si vaporizza. Perché non approfittare della bassa probabilità (“ma comunque una possibilità c’è” cit. Scemo & più scemo) per tirare le somme di una vita? Nemmeno io se tornassi indietro cambierei qualcosa. C’è stato un momento della mia vita in cui mi sembrava di aver sbagliato tutto lo sbagliabile, ma le cose col tempo si sono aggiustate; un po’ per caso e un po’ perché ci ho messo del mio (per dire, nonostante la mia istruzione non ci tenevo affatto a diventare un triste ragioniere. Computer volevo e computer ho avuto, sebbene nel triste posto in cui mi trovo…). E poi, voglio dire, non ho ancora visto a quale genitore assomiglia di più mia figlia, il mondo non può finire questo mese, anche se se lo meriterebbe! [edit: no, questo concetto è sbagliato. Il mondo, poverino, non ha fatto niente se non ruotare intorno alla palla infuocata. Siamo noi – buona parte di noi – che dovremmo emigrare su Plutone] 🙂

Poi Marco fa una valutazione sugli utenti del suo blog, analisi che mi sembra di condividere. Sebbene possa sembrarvi strano, anche un patito come me delle statistiche non ha obiettivi sul proprio blog personale, ma non importa: questo spazio digitale si è ritagliato un ruolo nella mia vita e ci tengo molto. Non è questione di ego o simili, è che quando scrivo metto ordine nelle idee, e spesso ho la fortuna di conoscere e ascoltare i pareri di persone interessanti. L’ultima, ad esempio, quando ho chiesto consigli per il mio futuro sistema di backup. Forse dovrei veramente inventarmi qualcosa per premiare chi frequenta questo blog con assiduità o contribuisce attivamente, anche senza scrivere direttamente. Ci devo riflettere…

Backup

La cancellazione accidentale operata qualche tempo fa ha due lati positivi: del primo ve ne parlerò prossimamente, il secondo è che mi sono deciso a mettere in piedi un sistema serio per prevenire perdite accidentali. Mi sono reso conto che ho troppi Gb di foto solo sul mio hard disk per continuare così. Quindi, voi tecnici che mi seguite, siete chiamati a dire la vostra:

situazione: il mio pc ha un HD da 500Gb, quello della signora 400Gb, il portatile 120 ma è trascurabile, giacché non ci tengo nulla di rilevante. Pensavo di prendere una cosa tipo l’Acer Aspire Easystore da 2 Tb, fare due dischi da uno in RAID mirrorato e configurare i backup su questo disco, avendo quindi i dati fisicamente in 3 location.

Sapete se l’easystore fa pena o valga la pena? come fareste i backup? (nel senso: una utility in background che mirrora in tempo reale, qualcosa di schedulato per allineare le modifiche ogni tot o che altro?) backup dei dischi interi o solo dei dati? altre idee o proposte? (tenete conto che non mi piacciono i dischi USB e preferirei un solo box per backuppare tutto).
Grazie!

10 settembre

Mi chiede Guzzo per mail se non scrivo niente sulla prossima accensione dell’LHC. No, che volete che vi dica? Se buco nero deve essere, che sia almeno un luogo confortevole 🙂

[leggermente più seriamente: se davvero dovesse essere, come sono i calcoli sulla velocità della cosa? giorni per prepararsi o giusto un veloce twit?]

Non opere di bene, ma fiori

Qualcuno sa qualcosa della copertura finanziaria dei 250 milioni di dollari annui che per 25 anni verseremo all’amico Gheddafi? non che abbia nulla in contrario ad aiutare i bisognosi, sia chiaro, ma non si può sperare che il cambio euro-dollaro resti favorevole così a lungo, e comunque con tutti quei soldi ci si potrebbe fare un sacco di cose, scuole, carceri, asfaltare strade, autostrade nel nord-est, autostrade nel sud, aumentare gli stipendi ai metalmeccanici o ai bancari, ai giornalisti o agli addetti del commercio…

E cmq una bella autostrada dall’Egitto alla Tunisia non può che far piacere agli immigrati. La Tunisia è pure più vicina alla Sicilia, devono navigare meno a lungo 🙂

Una Calatrava nell’occhio

Vi ricordate la questione del ponte di Calatrava? bene, Roberto Scano è andato avanti come una corazzata, e a lui si sono unite parecchie persone, in quella che reputo una giusta guerra tra cittadini che sanno di cosa parlano e pretendono che le cose siano fatte “a modo” e istituzioni arroganti e ignoranti che pretendono solo di avere ragione. In tutto questo internet assume il solito ruolo di voce di tutti incontrollabile e non gestibile a piacere dai soliti quattro gatti.

Lo so che al giorno d’oggi tutto è veloce e vorresti un riassunto o qualcosa di più breve; invece credo che valga la pena leggere tutto.
eccoti il link alla ricerca “calatrava” sul suo blog. i post sono in ordine cronologico, dal più nuovo al più vecchio, e quindi vanno letti a partire dall’ultima pagina (che conosco adesso, ma tra qualche giorno sarà sicuramente diversa, quindi non indico). potete navigare tra le pagine con i comodi link “Succ.” e “Prec.”

Quello E’ ANCORA il mio motorino!

La chiamata dei vigili è di venerdì pomeriggio, ma siccome ero in Toscana ho dovuto aspettare fino a stamattina per riaverlo. Nel mentre è rimasto esposto alla “pubblica fede” che mi sembra un nome burocratico per dire che son cazzi tuoi. Se me l’avessero ri-rubato nel frattempo avrei dovuto fare nuovamente denuncia, giacché quando immettono una targa nello SDI (il sistema informatico delle targhe rubate) e combacia con un veicolo rubato, il sistema la cancella (che può anche essere furbo, se lo tieni in custodia o il proprietario può venire subito a riprenderselo, e invece…).

Invece stamattina era ancora lì. Se prima avevo uno scooter marcio – ma perfettamente funzionante – che valeva si e no 300 euro, ora ho uno scooter marcio, senza bauletto, col bloccasterzo rotto e la sella rotta (e due caschi in meno) e perfettamente funzionante, e mi trovo nella non invidiabile condizione di doverlo tenere così, altrimenti ci spenderei più soldi del suo valore.

Ma diciamo che, tutto sommato, è una giornata positiva. Il ladro gentiluomo mi ha lasciato sotto la sella tutti i documenti e i guanti di mia moglie…