28 giugno 2008. matrimonio tra discipline

torta nuzialeFra un mese a quest’ora sarò sposato con l’Estrellita. Emozionato, teso, preoccupato? no, zero, almeno per il momento. I tasselli stanno prendendo regolarmente posto, mancano alcuni dettagli, la vita dopo non potrà certo essere troppo diversa da adesso. Però sono convinto, e questo dovrebbe essere certamente uno dei fondamenti del matrimonio.

Riflettevo invece che il 28 giugno si sposano anche Fradefra e Copertina75, e che evidentemente ci deve essere una relazione, o che al limite ce la voglio trovare io a tutti i costi. Effettivamente ci penso da quando ho scoperto che il giorno coincideva. Io lo chiamo “doppio matrimonio interdisciplinare”, perché mi considero a tutti gli effetti un tecnico (o almeno, la tecnica è la parte delle cose che più mi affascina) e l’Estrellita invece fa la giornalista, prima era redattrice web e ha una quasi laurea in filosofia; insomma si occupa di contenuti. Tecnica + contenuti. Francesco è un esperto di varie discipline, tipo motori di ricerca, web marketing, cucina, ma nella mia mente e in quella di tante persone – sebbene lui neghi – è assimilabile a un tecnico. Mariangela invece ha una laurea in scienze cognitive e si occupa di user experience. Tecnica + contenuti, sebbene in senso lato.

Con un pizzico di immodestia, diciamo che il 28 giugno sarà un giorno particolare per la parte di internet che conosco io 🙂

Comunque sia bisogna affrontare le cose un passo alla volta, è l’unico modo per sopravvivere. The next step è il mio compleanno, il 2 di giugno. Senza voler per forza ripetere l’hype dell’annuncio creato per il lancio di Google Analytics in 30 secondi, vi dico che sto preparando un post-bomba e che ho intenzione di pubblicarlo proprio il 2 giugno: che volete farci, sono una persona che quando si immagina una cosa tende a cercare di realizzarla tale e quale, e comunque mi piace molto ancorare gli eventi e gli annunci a certe date significative. Oltre al post-bomba e al mio compleanno, tanto per dirne un’altra, il 2 giugno è anche il nostro anniversario di fidanzamento 🙂

Stay tuned su queste frequenze, e se ti capita ripassa da qui il 2 giugno 2008. Ne vedrai delle belle 😉

(photo credit Manassas Cakery on flickr)

[mini]post

questa immagine credo piacerebbe al mitico Gianluca [mini]marketing, anche se io non saprò commentarla egregiamente come lui. Dico solo che in una città abbastanza povera di idee come Genova un evento – comunque lodevole per carità – come la sfilata di moda di ragazzi immigrati, all’interno di un più ampio dibattito sull’interculturalità, è strano che debba raccogliere addirittura tre slogan sciommiottati. Magari questi guizzi di creatività è meglio spalmarli durante tutto l’anno, no? 🙂

Pré a porter

(per chi proprio non lo sapesse, “Zena” è “Genova” in genovese, e Pré è un quartiere)

Vi interessa un Navman F20?

Chi mi conosce sa quanto io sia maniacale nel tenere in ordine gli oggetti, a maggior ragione quelli tecnologici. I pochi fortunati di voi che conoscono anche mio padre sanno esattamente da chi ho preso, e che in realtà io sono solo un dilettante al suo cospetto. Ecco, siccome il mio babbo s’è comprato la 207 nuova col Geostat 6 integrato, ho da vendere il suo Navman F20, mappe italiane, completo di caricabatteria da auto, staffa e ventosa e tutti i manuali, manualetti e manualettini che vengono insieme alla confezione. Se vi dico che è nuovo potrebbe sembrare una frase fatta, ma in effetti l’ha usato solo per andare sino da mia nonna, mia zia (per provarlo, non è ancora rimbambito 😀 ) e in campeggio la scorsa estate. L’unica cosa che non ha è lo scontrino (ma forse era compito di mia mamma conservarlo, non saprei…) ma ho idea che se fosse ancora in garanzia lo sarebbe veramente per poco. Prima di metterlo su Ebay mi chiedevo se interessava a qualcuno di voi. Con 80 euro ve lo tiro dietro, sennò con 80 + la spedizione ve lo faccio tirare dietro dalle poste 😀

navman F20 i vendita

grazie, prego, arrivederci e quelle robe lì

Il corso è andato bene, anche questa volta e per fortuna. Ero quasi più emozionato quando ho presentato il progetto di quando ho iniziato a spiegare 🙂 La mia chiarezza espositiva non è ancora efficace al 100%, anche se gli allievi negano so per certo che alcune cose non giungono chiare come vorrei, ma lì si tratta solo di provare, provare, provare, provare… Fare il docente è una cosa che si impara facendola, non con la teoria.
Già che ci sono voglio ringraziare anche qui le 8 persone senza le quali il progetto “GA in 30 secondi” non sarebbe nato, cioè Francesco e Mariangela, Ugo Fabio e Francesco di TriplaW, Miriam Bertoli, Giorgio Taverniti e Marco Ziero. Persone diverse che a vario titolo e in occasioni diverse mi hanno aiutato, consigliato, tirato su e hanno avuto una buona parola per me.

Tornando al diario personale, direi che mi sono perso Palmasco che veniva a fotografare i blogger a Genova (mannaggia a lui e al suo tempismo), la Girl Geek Dinners a cui in realtà non sono mai andato e un migliaio di feed che devo recuperare, ma conto di farcela. I preparativi per il matrimonio vanno benone, il giardino è quasi finito e se la smettesse di piovere saremmo anche tutti molto più contenti (e coi pennelli in mano!). Ma intanto domenica si sposa Giorgio, lunedì è il mio compleanno e il tempo sssssssssssssstringe! 🙂

Nasce “Google Analytics in 30 secondi”

Ormai non mi ricordo nemmeno più quando ho iniziato a usare Google Analytics, ma il fatto è che mi ci trovo dannatamente bene, e più lo uso più lo trovo facile, pur con i suoi limiti impliciti e imposti. La questione non è tanto se sia bene o male usarlo, la questione è che tante persone effettivamente lo usano e hanno bisogno di aiuto. Per questo motivo ho sempre cercato di dare una mano a chi mi faceva domande su questo argomento, qui, sul forumGT, privatamente o per telefono.

Da oggi cercherò di riversare tutto quel che ho imparato e che continuo a imparare in un progetto monotematico e dedicato, in modo che questo blog riprenda ad assomigliare a un diario personale e che i miei amici la smettano di dirmi “io li leggo quei post… ma non ci capisco veramente niente” 🙂

Da oggi se cercate risposte, avete domande, volete novità su Google Analytics o avete bisogno di qualcuno che imponga le mani sullo schermo e faccia magicamente impennare il trend delle visite, avete un posto dove guardare:

banner goanalytics.info

Sono Wolf, risolvo problemi

Ormai 6 mesi fa avevo dato una somma non trascurabile per le mie tasche ad un individuo affinché facesse un mestiere al mio posto. Costui poi sparì dalla circolazione senza lasciare tracce, salvo ricomparire al telefono saltuariamente e bofonchiando scuse di vario genere. Nel mentre il lavoro me lo sono fatto da solo, per cui volevo giustamente rientrate in possesso del maltolto, senza darmi per vinto come invece mi suggerivano da più parti. Ieri dopo aver chiamato 10 o 11 volte dal cellulare, aver usato per una buona mezz’ora la funzione di richiamata automatica di Skype e aver mandato un messaggio alla siciliana “tanto prima o poi ti trovo, oppure vengo a casa tua” il tipo è magicamente riapparso e mi ha restituito la somma.

Ora, siccome per i miei programmi finanziari è come se fosse una vincita insperata, e poiché è giusto giusto il costo di una Wii, mi precipito alla FNAC o aspetto una versione con lettore Blu-ray? 🙂

Solimano leopardato




soli-leopardato

Inserito originariamente da Tambu

Estrellita ogni volta che qualche gatto si avvicina al cancello – dalla parte della libertà naturalmente – dice “Soli ha un nuovo amichetto, si danno i bacini”, salvo poi scoprire dopo qualche settimana che i pelosi in questione sono tutti maschi (però, porella, anche chi ha chiamato MELA un gatto maschio tanto normale non deve essere).

Quando io dico che Solimano è felinosessuale si arrabbia, ma allora cosa dobbiamo dire del nuovo collarino leopardato che sfoggia? 🙂

la PIANTIAMO con ‘sti belin di alberi?

Ma guarda te se mi tocca difendere il Papa!
Per me potete dirgli quello che volete, potete insultarlo, potete protestare e manifestare purché con civiltà. A me non è certo che stia simpatico, ma se proprio devo trovare un motivo per dargli addosso posso scegliere tra centinaia di frasi scellerate che ha pronunciato, non certo per degli alberi abbattuti.

Parlo con te Andrea, con Massimo, con Marco e tutti gli altri. Peraltro ho provato a spiegarlo nei commenti di Andrea e Massimo, con scarso successo, per cui lo riporto qui.

I FATTI sono questi: molto prima della visita del Papa in via Bobbio sono stati rasati al suolo 6 alberi, e ora campeggiano al loro posto 6 nuove piante; certo, sono più piccole, ma è ovvio: di norma non si piantano alberi di 30 anni. La fonte sono i miei occhi, ma siccome voi non siete nella mia testa, riporto anche Repubblica del 9 maggio

Perché nel corso del 2008 sono previsti 153 alberi abbattuti e 187 sostituiti, trentaquattro in più. Poca roba, certo, ma è un segnale,
[…] Lungo i viali gli alberi si sostituiscono, ma mentre dov´è possibile si mantengono le essenze attuali, sembra che sia vicina l´ora dell´addio per il platano. Spiegano i tecnici che il “cancro colorato” colpisce senza pietà, e che bisogna intervenire prima che sia tardi, sostituendo le piante ammalate con altre simili (l´acero platanoide, che garantisce ombra) e che è già stato utilizzato per sostituzioni in via Bobbio e via Corsica.

Che gli alberi in piazza della Vittoria siano stati abbattuti ANCHE per esigenze televisive è vero, ma questo non toglie nulla al fatto che l’estirpazione era già in conto. La fonte è Il giornale del 7 maggio

interrogata dai consiglieri Andrea Proto (Idv) e Franco De Benedictis (Lista Biasotti) nel corso del consiglio comunale ha fatto presente, foto alla mano, che i lecci in questione erano infestati da larve di Coleottero Lucanus cervus, meglio conosciuto come cervo volante. «Sarebbero stati abbattuti in ogni caso – sottolinea la Morgano -. Abbiamo solo anticipato l’operazione a prima dell’arrivo del Papa, inserendola nei lavori di pulizia straordinaria di piazza della Vittoria». Bisognerà aspettare settembre per rivedere gli alberi in via Diaz, poiché se piantati d’estate, i nuovi esemplari, potrebbero soffrire. In attesa dell’interramento, i giovani lecci hanno preso dimora nel vivaio comunale.

22 maggio

Ecco, pare che mentre io farò l’annuncione l’attenzione del mondo sarà distolta da questa quisquilia della fusione fredda (questa volta veramente) che potrebbe giusto giusto rivoluzionare il mondo 🙂