querela per Elio?

non sarò un giurista, ma di querele ho una certa esperienza 🙂

Nel finale di “parco sempione“, primo singolo dell’album “studentessi” di Elio e le storie tese, c’è un tratto di denuncia sociale relativo alla questione del bosco di gioia:

Vorrei suonare i bonghi / come se fossi in Africa / sotto la quercia nana / in zona Porta Genova
sedicimila firme/ niente cibo per Rocco Tanica / ma quel bosco l’hanno rasato / mentre la gente era via per il ponte

Se ne sono sbattuti il cazzo / ora tirano su un palazzo / han distrutto il bosco di Gioia / questi grandissimi figli di troia!

Il Bosco di Gioia era un pezzo di verde milanese che è stato raso al suolo per far posto a strutture della regione. Con la frase finale Elio può anche cercare di essere vago, ma il contesto è invece abbastanza chiaro e circostanziato: il bosco di gioia esisteva realmente, e non esiste più, per mano dell’oggetto della diffamazione: può essere la persona o le persone che hanno firmato il mandato di esecuzione dei lavori (politici) o colui o coloro che fisicamente l’hanno compiuto (impresa esecutrice), o entrambi. Il primo dei due che si riconosce in quel testo può, secondo me, procedere a querela per diffamazione.

Leave a Reply

16 Comments

  1. Mah… spero vivamente che non procedano a nessuna querela. Con la faccia a culo che hanno penso purtroppo che non si facciano tanti problemi a procedere.

  2. ma non lo faranno perché è una canzonetta, non sono mica come quei delinquenti che circolano nei blog 🙁

  3. ah-ehm. in realta’ l’insulto e’ diretto a una persona in particolare: la copertina del singolo e’ un anagramma. ci sono due grosse formiche [formiconi], c=g [quindi diventa formigoni] e uno stronzo.
    il testo chiaramente si riferisce alla giunta regionale.
    [cosi’, per dire. io c’ero con loro sotto il pirellone…ok, non continuo :p]

  4. Babylon

    belin xlthlx, come ce ‘hai detto!! :=)

  5. eppero’ non e’ un anagramma, e’ un rebus. scusate :p

  6. Ale: però la canzonetta la sentono milioni di italiani alla radio, i blog sono di nicchia 🙂

  7. … e grazie per le precisazioni, xlthlx 🙂

  8. Secondo me il punto cardine e’ nella T maiuscola (vedi il testo sul sito ufficiale) di Troia.
    Non penso che Elio e lo staff che gli sta dietro siano cosi’ sprovveduti 🙂

  9. ma alla radio mica si sentono maiuscole e minuscole!

  10. boh. secondo me no. Altrimenti potri scrivere la stessa cosa di chiunque sul blog e poi gridarla per strada facendola franca. Invece direi che non è così…

    e cmq “figli di Troia” con la T maiuscola significa praticamente “greci”. Poichè è una frase che dà adito a interpretazioni, e una corrisponde a un fatto vero e una è senza senso (non sono stati i greci a distruggere il bosco di gioia), temo che la cosa possa essere dipanata solo da un giudice. DOPO che la querela approdasse in tribunale, of course…

  11. A me pare che nella versione “ufficiale” radiofonica” termini con: mentre la gente era via per il ponte

    Non é che c’é solo sul video di youtube la frse incriminata?

  12. no, c’è anche sul disco. in radio effettivamente non so, ma mi fido.

  13. C’è una versione tagliata, probabilmente per le radio.
    Non credo, in ogni caso, che quereleranno gli elii: i politici sanno benissimo che è meglio tacere che sollevare un polverone che attira più attenzione…

  14. Fardtimes

    Oh, se decidete di organizzare un incidente probatorio sul posto per verificare eventuali responsabilità dei Greci, io mi prenoto in qualità di giudice popolare e suggerisco Santorini. Ovviamente da giugno a settembre.
    E basta che non ci sia anche l’avvocato Taormina: anche lui ha la “T” maiuscola :):)

  15. gianluca

    ma andrebbero querelati per danni quelli che han rasato il bosco di gioia… e i politici che han dato loro i permessi

    una cosa schifosa…

Next ArticleCentro sposi Cesaro Atelier