Dove postare?

Come forse saprete, qualche tempo fa Google Reader ha aggiunto una funzionalità che si chiama Shared Items, che per ora è visibile solo tramite interfaccia inglese (o almeno era così, visto che ho switchato per usarla). Quando una persona preme “share this” mentre legge un feed, questo va a finire in una lista speciale che può essere condivisa col mondo: tramite l’inclusione in una pagina, o in un blog (su Blogspot bastano pochi click) oppure direttamente tramite Google Reader ai nostri amici. Ecco, ma chi sono i nostri amici? E’ una funzionalità di cui non abbiamo il controllo (cfr. TechCrunch o Scoble) e che deriva direttamente dai contatti di Gmail e Google Talk. Traduco qui un pezzo di un chiaro post di Google Operating System:

  • Regola #1:
    se rispondi alla email di qualcuno, quella persona è aggiunta alla tua lista dei contatti Gmail.
    (Errore #1: potresti non conoscere affatto quella persona)
  • Regola #2 (opt-out):
    se rispondi ai messaggi di qualcuno per più di 2-3 volte, quella persona è aggiunta alla lista degli amici in Google Talk.
    (Errore #2: vedi l’errore #1. Inoltre quella persona potrebbe non essere un tuo amico.)

Per fare un esempio pratico, se vi arriva una mail che dice “hey, ti abbiamo aggiunto alla nostra newsletter di comunicati stampa sul salmone rosa pallido del golfo di Bering” e voi rispondete “no grazie” l’avete appena aggiunto alla lista contatti, se rispondono “ma no dai è bella”, voi “non mi interessa”, loro “ci divertiamo e ti mandiamo le fette da provare” e voi “vi denuncio tutti se non mi lasciate perdere” siete appena diventati FRIENDS su Gtalk.
E su Google Reader di conseguenza.

Bene. Da qualche giorno ho iniziato anche io a condividere i feed interessanti che leggo. Sono già in difficoltà al primo passaggio: “lo condivido, lo marco come starred o lo segno su delicious?” ma per fortuna le tre cose non si escludono: se è per me o per lavoro lo salvo su delicious, se devo rileggerlo dopo con calma lo marco con la stellina, se voglio farlo leggere lo condivido. Ma qui mi è sorta un’ulteriore domanda: se lo condivido quante persone lo leggeranno? non sarebbe meglio farci un post? e il video che ho condiviso oggi su tumblr (ah, questo è il mio tAmblr) non fosse visto da abbastanza persone? sarebbe un peccato, dopo tutto se uno condivide è perché reputa che gli altri debbano vedere, altrimenti perde senso.

Non ne sono venuto a capo; apparentemente non c’è modo di conoscere il numero di lettori dei propri shared items, nemmeno a spanne. Magari sarà una delle prossime mete della web analytics 🙂

Francamente…

mi è appena arrivata una mail:

Google Seo Staff < invionewsdalweb@lycospower.it >

Il tuo sito internet e’ nelle prime 2 pagine di G o o g l e?
[cut…]

francamente… si. (però “segnala come spam” lo stesso) 🙂

Report, report!

Capita che qualcuno non voglia spendere soldi per comprare delle licenze di un prodotto, che qualcuno però ha voluto. Per cui il prodotto resta fermo 6 mesi. Poi capita che queste licenze arrivino, ma che sia già l’anno nuovo e tutti vogliano sapere i dati del 2007. Gente che non si ricorda nemmeno la password per accedere al prodotto dice che – ovviamente – “è urgente”.

Per cui alla fine capita che qualcuno a caso debba produrre report mensili e l’annuale (cioè 7 report) per ciascuno dei 77 profili esistenti sul prodotto. E poi debba mettere su altri 4 profili nuovi. E poi debba travasare i dati sul nuovo PC. E ogni tanto debba anche mangiare.

Quindi se non mi faccio vivo, sapete perché.

(ma intanto ieri alle prove dei Kahuna c’era la famosa “serata bonus”, la serata annuale in cui tutti suonano bene e qualsiasi cosa ti riesca alla grande. La serata che aspetti tutto l’anno con trepidazione. Peccato che siamo ancora a Gennaio e ce la siamo già bruciata 😀
Vi lascio col pezzo di esordio, che a mio dire per una volta, modestamente, ci è venuto meglio di alcune versioni live che ho sentito dagli Iron Maiden)

MEee no!

(il titolo è un omaggio ai giochi di parole sul gioiellino Asus di suzuki 🙂 )

Così dal 21 gennaio con 3 fogli da cento e un eurino di resto ci si porta a casa l’EeePC, da Mediaworld. E tutti lo compreranno. Proprio mentre al CES la casa orientale annuncia che a Marzo uscirà una nuova generazione di ultraportatili della stessa linea.

Beh, io aspetto. Non mi va che il mercato italiano sia usato come “svuotamagazzini” per cose che il resto del mondo non comprerebbe più!

(beh no, dai. la verità è che ho esaurito tutti i miei bonus per la tecnologia. E’ seriamente ora di mettere via i denari, o al buffet del matrimonio ci sarà pan carré con la maionese e le olive Saclà 😀 )

foreach $tambu as $t

surrenderQuando ero a militare, a Diano Marina, non avevamo il poligono e dovevamo andare nella vicina Albenga. Ma questo poligono era quasi sempre inagibile o occupato e praticamente non si sparava mai. La cosa potrebbe anche essere positiva, se non fosse che se non spari una volta non puoi nemmeno montare di guardia. Quando i mesi tra un poligono e l’altro erano troppi succedeva che i congedati che avevano sparato tornavano a casa e le nuove leve non potevano fare le guardie, costringendo sempre gli stessi martiri a turni improbabili. Direi “antisindacali” se no fosse che ovviamente nessuno se ne curava troppo. Quando la situazione diventava disperata, e malauguratamente c’era un giorno di poligono disponibile, si faceva una infornata colossale di persone e si facevano sparare alla bell’e meglio; non contava il risultato, se eri al poligono e hai avuto un’arma in mano, allora puoi montare di guardia. Un formalismo e niente più.

Quando ho cambiato mansione in azienda per la seconda volta, andando nella realizzazione di siti e portali, sapevo un po’ di HTML (poco più di quello che bastava a modificare i template di splinder e fare siti semplici) e ASP me l’hanno insegnato un po’ alla volta i miei colleghi. A forza di leggere ho imparato quelle 4 cose che usiamo e ora più o meno mi ci barcameno.
In questi 3 giorni abbiamo seguito un corso di PHP. La mia sensazione è mista: da un lato ho sempre l’impressione che qualcuno da Lunedì possa dire “beh, hai fatto il corso, no?” senza sapere quanto è vasto e poliedrico questo linguaggio, dall’altro una volta tanto sento che potrà uscirci qualcosa di buono, che per una volta si è partiti col piede giusto. Un corso fatto bene e il mio fido aggregatore sapranno indirizzarmi bene.

La nota “dolente” è che dopo essere sfuggito per anni (dal 1996, lezioni di C++, all’esame graziato dal docente che aveva capito la mia disperazione venendo da ragioneria 🙂 ) devo purtroppo dichiarare la resa nei confronti della programmazione a oggetti 🙂

Smuove la melma

Quando si dice che “Grillo smuove le masse” si intende anche che che senza muovere un dito è in grado di mandare centinaia di zombie in qualsiasi blog si proponga di far luce sul fenomeno?

Come si fa a ragionare con gente così?

Non mi lamento

Per i maligni che insinuano che se non ho da lamentarmi non posto mai, dirò che si, effettivamente è un periodo positivo. Prima di Natale siamo riusciti a recuperare un credito del 2006 verso un cliente extra, soldi che pensavamo persi, e ci siamo finalmente comprati la TV. Io ho cambiato il PC a casa e miracolosamente anche in ufficio. Dopo anni e anni di immobilismo oggi mi hanno spedito a un corso di formazione (php, per la precisione). Non siamo ancora all’ottimo, ma parrebbe andare meglio di prima. Inoltre mi sono comprato il vestito per il matrimonio, rapidamente e senza troppo dolore 🙂

Per i prossimi tre mesi dovrei evitare lagne, ma non contateci troppo eh 😉

del complottismo

MIBQuesto post di Alessandro mi fa tornare a mente una cosa che dovevo scrivere e che ho rimandato per mancanza di tempo.
Tempo fa ho conosciuto per la prima volta “un complottista”, uno di quelli veri e convinti; fino ad ora persone che erano sempre rimaste fuori dalla mia cerchia di conoscenze, o perlomeno che non si sono mai palesate come tali.
In particolare questo era un seguace delle teorie sulle scie chimiche, di cui trovate ampia letteratura in rete e su cui non mi soffermo. Per lo scopo di questo post basti sapere che secondo loro le scie di alcuni aerei spargono una sostanza che aiuterebbe gli americani a condizionare il clima da un’antennone in Alaska.

Ora, io ritengo di essere una persona democratica e civile, e anche molto scientifica, però non ho nulla contro nessuno. come si dice, ognuno è libero di fare quel che vuole finché non tocca la mia libertà. Quindi accetto anche persone che credono ai numeri ritardatari nel lotto, ai metodi per vincere alla roulette, alle scie chimiche e all’11 settembre.

La cosa che mi lascia perplesso però è che nel caso dei cospirazionisti questi non siano settoriali: se credono a una cospirazione o a una teoria, allora credono in tutte. Come se dovesse per forza esserci un nesso in tutto quel che succede; SE gli americani hanno tirato giù le torri gemelle ALLORA hanno anche il disco volante nell’area51, SE controllano il clima ALLORA forse è vero che l’aids l’ha creato l’uomo, SE i servizi segreti controllano tutti (e Michael Scofield in particolare 😀 ) ALLORA sicuramente esistono gli uomini in nero…

E’ questa la cosa che mi infastidisce, questo “o tutto o niente”, questa assenza di compartimenti stagni che impedisce di analizzare con criterio ogni singola teoria. Anche perché che le iinventa è bravo a legarle, in modo da far concentrare l’attenzione sul legame piuttosto che sulla teoria.

(a proposito: la legge dei grandi numeri vale per GRANDI numeri. potresti dilapidare il patrimonio di 4 generazioni prima di avere un GRANDE numero. non esistono metodi per vincere alla roulette, ci sono metodi (matematici) per limitare le perdite. Se gli americani potessero controllare il clima, posto che la guerra in Iraq gli serve per l’economia, potrebbero mandarne due o tre all’anno su Cuba, ad esempio, o mandare l’Afghanistan a -20 per tutto l’inverno, no?)

non significa nulla

Egli: MEOW
Lei: che vuoi?
Io: mendicherà cibo, come al solito. Magari vuole le code delle acciughe
Lei: allora dagliele

Lei: Ecco vedi Soli, ti ha dato da mangiare dalle sue mani
Io: Ma questo non sancisce nessun tipo di legame, di sangue, legale o di qualsiasi tipo. Sappilo!

(cfr. “Sono stato il primo compagno di stanza del cugino del nipote del fratello di tuo padre”. “Uh… Che comporta per noi?”. “Assolutamente niente!” 🙂 )

Tag2007

Fede mi perdonerà se faccio una tagcloud un po’ più ampia 🙂

matrimoni+degli+altri2007promessa+di+matrimonio2007sicilia