La gente è idiota

[per la serie “Tambu il saccente sa tutto lui” trasmettiamo una puntata di vita ordinaria in cui il nostro torna antipatico e scontroso come gli si conviene]

Sabato mattina in palestra c’era un corso per diventare istruttori di primo livello, e guarda caso durante la pausa io avevo appena finito di fare la doccia, quindi mi sono goduto questa scenetta: omone gigante a torso nudo e pantaloni abbassati che si guarda allo specchio, e platea che lo guarda.

Istruttore (rivolto a un allievo, che chiameremo Stracchino): “guardalo… si nota subito qualcosa. Fagli una domanda”
[ora, non è che io sia telepatico, ma ho capito subito che si parlava di muscoli, e a uno che non hai mai visto cosa mai potrai chiedere? il numero di piede? vuole sapere se è destro o mancino!] Stracchino: “che domanda?”
I: “guardalo e fagli una domanda. Sei… sei…?”
S: “boh, cosa gli chiedo?”
I: “SEI DESTRO O MANCINO?”
Omone: “hemm. destro.”
I: “perché ci hai pensato? il fatto che ci hai pensato è significativo”
O: “no, cioè. Ma di palestra?”
I: “sei destro o mancino IN GENERALE, o sei destro o sei sinistro. sennò sei ambidestro.”
O: vabeh no, sono destro. prevalentemente. ghegheghe”

e via così con questo infimo livello cerebrale. Va bene, tralascio i luoghi comuni sui culturisti perché non ne ho voglia, ma avrei preso un bazooka e fatto una strage. E principalmente perché sono nervoso da una settimana, perché mentre facevo quei cacchio di report (SETTE GIORNI CONTINUATIVI CI HO MESSO, e qualcosa mi sarà sicuramente sfuggito e Lunedì ne renderò conto) ero bersagliato da domande IDIOTE come
“Marco, non mi funziona la rete. perché?” [non hai attaccato il cavo] “Marco ho attaccato il cavo ma non navigo. perché?” [il DHCP non ti ha dato un IP] “Marco, il seriale di Office dov’è?” [nello stesso CD. guardaci prima di chiedermelo] “Marco, come si riduce la dimensione delle icone in Vista?” [… devo commentare?] “Non so configurare la posta” [male, perché sono gli stessi 3 clic dell’ultima volta che te l’ho fatto. e della volta ancora prima]

E Venerdì sera l’apoteosi: ManiDiFata, che qualsiasi PC tocca lo distrugge, riesce nella non facile impresa di devastare una workstation appena tirata fuori dall’imballo. Le solite cose impossibili che capitano solo a lui: il DVD non masterizza bene, la rete ogni tanto se ne va, se apro un file di testo si blocca un quad core…
Dopo aver reinstallato daccapo il sistema, con un WindowsXP qualsiasi (e avermi fatto tutto il giorno domande idiote dello stampo di cui sopra) mi fa:
ManiDiFata: “come si mette il pc nel dominio?”
Tambu (senza alzarsi, ma recitando a memoria) “tasto destro su risorse del computer, proprietà, scheda Nome Computer, cambia e metti dominio.estensione, poi ti chiede la tua password di rete”
M: “ma da dove?”
T: “devi entrare come Administrator”
M: “ah.”
[…] M: “me lo ripeti?”
T: (glielo ripeto)
M: “mi viene errore”
T: “fammi vedere… si ti viene errore. Ma sei in rete?”
M: “da dove lo vedo?” [DA DOVE LO VEDO? capito?] T: “ipconfig”
M cerca un po’ nei menù di Windows, poi apparentemente rinsavisce e va su START | ESEGUI. scrive IP ma lo blocco subito
T: “da command”
M va sulla riga di comando e scrive IP CONFIG e io
T: “TUTTO ATTACCATO PERDIOOOO!!!!”
e finalmente scopriamo che non è in rete.
T: “fai tasto destro su risorse del computer, proprietà, hardware, gestione periferiche… ecco vedi ti manca il driver della scheda di rete. E altri 7 o 8”
M: “e dove li prendo?”
T: “SUL SITO DELLA FUJITSU SIEMENS?????????????”
Ritorno al mio posto
M: “non li trovo”
T: “cazzo dici, ce li ho davanti agli occhi, vai sul sito, poi support, poi scrivi il nome del modello e ce li hai tutti”
M: “e quali scarico?”
T: “PORCATROIA PRENDILI TUTTI CHE TI COSTA? MICA PAGHI TE LA BANDA. IO VADO A CASA. CIAO”
SLAM!

Leave a Reply

16 Comments

  1. DaniloP

    Ognuno hai il suo ManiDiFata… noi, anni fa, avevamo Grandine…

  2. Non è che la gente è idiota… semplicemente ci sono persone che hanno una missione nella vita: rompere le palle agli informatici.
    E sono tra gli uomini più ligi al lavoro che abbia mai visto. 😛
    Ciao,
    Emanuele

  3. caino

    Su “ManiDiFata” sono esploso.
    GRAZIE.

  4. Un post straordinario che rispecchia al 100% anche la mia realtà. Incredibile, che mondo 😀

  5. Vedi Emanuele, se io lavorassi in un help desk e ManiDiFata fosse un mio utente, potrei sbottare in silenzio, soprassedere o pensare che mi dà da vivere. Invece è un mio collega, un programmatore. Non so se rendo bene l’idea… 🙂

  6. Pingback: La voce del popolo, le chiese di storie. « Resuscito, quindi sono.

  7. non è che i culturisti sono idioti, è che a volte la forma a tramezzino ostruisce l’afflusso di sangue al cervello 😀

  8. strano, perché essendo più largo in cima e stretto in basso, il tramezzino, dovrebbe essere l’opposto… 😀

  9. a me quando capitano i “format-c-due-punti-slash-autotest” comincio a parlare male e mi vado a prendere un caffè… oggi l’ho passato alla macchinetta e poi mi hanno ricoverato….

  10. Zawa-Nera

    avrei pagato per poter essere una mosca. Tambu che perde la pazienza….
    credevo non fosse possibile.
    Mi son goduta l’anima a leggere sto post 😀
    Cmq mia sorella diceva sempre che per saper programmare non è necessario saper usare il computer. Io le ho sempre risposto che stava dicendo una minchiata, ma a quanto pare c’è gente che programma ma di ABC del Pc ne sa poco….

  11. Zawa, il vero problema è che ci siamo visti solo una volta e per poco tempo. Io sono un incazzoso per natura 🙂

  12. ah, e si… purtroppo ha ragione tua sorella 🙁

  13. Marty

    Se sono io a farti qste domande sono qsi scusata (a parte il fatto che dopo una o due volte che mi fai vedere come si fa, bisogna essere proprio duri di cervello), ma un programmatore…significa rubare lo stipendio!
    Marty.

  14. alga

    :-DDDDDDDDD

  15. lullaby

    me l’avevano raccontata in maniera fedele allora!!!! :-DDDD

  16. Bellissimo!!!
    Lavoro nell’IT da anni e mi sto facendo pipi’ addosso dalle risate.
    Bravissimo.
    Complimenti.
    Fabry

Next ArticleMacchine virtuali