La gente è idiota

[per la serie “Tambu il saccente sa tutto lui” trasmettiamo una puntata di vita ordinaria in cui il nostro torna antipatico e scontroso come gli si conviene]

Sabato mattina in palestra c’era un corso per diventare istruttori di primo livello, e guarda caso durante la pausa io avevo appena finito di fare la doccia, quindi mi sono goduto questa scenetta: omone gigante a torso nudo e pantaloni abbassati che si guarda allo specchio, e platea che lo guarda.

Istruttore (rivolto a un allievo, che chiameremo Stracchino): “guardalo… si nota subito qualcosa. Fagli una domanda”
[ora, non è che io sia telepatico, ma ho capito subito che si parlava di muscoli, e a uno che non hai mai visto cosa mai potrai chiedere? il numero di piede? vuole sapere se è destro o mancino!] Stracchino: “che domanda?”
I: “guardalo e fagli una domanda. Sei… sei…?”
S: “boh, cosa gli chiedo?”
I: “SEI DESTRO O MANCINO?”
Omone: “hemm. destro.”
I: “perché ci hai pensato? il fatto che ci hai pensato è significativo”
O: “no, cioè. Ma di palestra?”
I: “sei destro o mancino IN GENERALE, o sei destro o sei sinistro. sennò sei ambidestro.”
O: vabeh no, sono destro. prevalentemente. ghegheghe”

e via così con questo infimo livello cerebrale. Va bene, tralascio i luoghi comuni sui culturisti perché non ne ho voglia, ma avrei preso un bazooka e fatto una strage. E principalmente perché sono nervoso da una settimana, perché mentre facevo quei cacchio di report (SETTE GIORNI CONTINUATIVI CI HO MESSO, e qualcosa mi sarà sicuramente sfuggito e Lunedì ne renderò conto) ero bersagliato da domande IDIOTE come
“Marco, non mi funziona la rete. perché?” [non hai attaccato il cavo] “Marco ho attaccato il cavo ma non navigo. perché?” [il DHCP non ti ha dato un IP] “Marco, il seriale di Office dov’è?” [nello stesso CD. guardaci prima di chiedermelo] “Marco, come si riduce la dimensione delle icone in Vista?” [… devo commentare?] “Non so configurare la posta” [male, perché sono gli stessi 3 clic dell’ultima volta che te l’ho fatto. e della volta ancora prima]

E Venerdì sera l’apoteosi: ManiDiFata, che qualsiasi PC tocca lo distrugge, riesce nella non facile impresa di devastare una workstation appena tirata fuori dall’imballo. Le solite cose impossibili che capitano solo a lui: il DVD non masterizza bene, la rete ogni tanto se ne va, se apro un file di testo si blocca un quad core…
Dopo aver reinstallato daccapo il sistema, con un WindowsXP qualsiasi (e avermi fatto tutto il giorno domande idiote dello stampo di cui sopra) mi fa:
ManiDiFata: “come si mette il pc nel dominio?”
Tambu (senza alzarsi, ma recitando a memoria) “tasto destro su risorse del computer, proprietà, scheda Nome Computer, cambia e metti dominio.estensione, poi ti chiede la tua password di rete”
M: “ma da dove?”
T: “devi entrare come Administrator”
M: “ah.”
[…] M: “me lo ripeti?”
T: (glielo ripeto)
M: “mi viene errore”
T: “fammi vedere… si ti viene errore. Ma sei in rete?”
M: “da dove lo vedo?” [DA DOVE LO VEDO? capito?] T: “ipconfig”
M cerca un po’ nei menù di Windows, poi apparentemente rinsavisce e va su START | ESEGUI. scrive IP ma lo blocco subito
T: “da command”
M va sulla riga di comando e scrive IP CONFIG e io
T: “TUTTO ATTACCATO PERDIOOOO!!!!”
e finalmente scopriamo che non è in rete.
T: “fai tasto destro su risorse del computer, proprietà, hardware, gestione periferiche… ecco vedi ti manca il driver della scheda di rete. E altri 7 o 8”
M: “e dove li prendo?”
T: “SUL SITO DELLA FUJITSU SIEMENS?????????????”
Ritorno al mio posto
M: “non li trovo”
T: “cazzo dici, ce li ho davanti agli occhi, vai sul sito, poi support, poi scrivi il nome del modello e ce li hai tutti”
M: “e quali scarico?”
T: “PORCATROIA PRENDILI TUTTI CHE TI COSTA? MICA PAGHI TE LA BANDA. IO VADO A CASA. CIAO”
SLAM!