Dove postare?

Come forse saprete, qualche tempo fa Google Reader ha aggiunto una funzionalità che si chiama Shared Items, che per ora è visibile solo tramite interfaccia inglese (o almeno era così, visto che ho switchato per usarla). Quando una persona preme “share this” mentre legge un feed, questo va a finire in una lista speciale che può essere condivisa col mondo: tramite l’inclusione in una pagina, o in un blog (su Blogspot bastano pochi click) oppure direttamente tramite Google Reader ai nostri amici. Ecco, ma chi sono i nostri amici? E’ una funzionalità di cui non abbiamo il controllo (cfr. TechCrunch o Scoble) e che deriva direttamente dai contatti di Gmail e Google Talk. Traduco qui un pezzo di un chiaro post di Google Operating System:

  • Regola #1:
    se rispondi alla email di qualcuno, quella persona è aggiunta alla tua lista dei contatti Gmail.
    (Errore #1: potresti non conoscere affatto quella persona)
  • Regola #2 (opt-out):
    se rispondi ai messaggi di qualcuno per più di 2-3 volte, quella persona è aggiunta alla lista degli amici in Google Talk.
    (Errore #2: vedi l’errore #1. Inoltre quella persona potrebbe non essere un tuo amico.)

Per fare un esempio pratico, se vi arriva una mail che dice “hey, ti abbiamo aggiunto alla nostra newsletter di comunicati stampa sul salmone rosa pallido del golfo di Bering” e voi rispondete “no grazie” l’avete appena aggiunto alla lista contatti, se rispondono “ma no dai è bella”, voi “non mi interessa”, loro “ci divertiamo e ti mandiamo le fette da provare” e voi “vi denuncio tutti se non mi lasciate perdere” siete appena diventati FRIENDS su Gtalk.
E su Google Reader di conseguenza.

Bene. Da qualche giorno ho iniziato anche io a condividere i feed interessanti che leggo. Sono già in difficoltà al primo passaggio: “lo condivido, lo marco come starred o lo segno su delicious?” ma per fortuna le tre cose non si escludono: se è per me o per lavoro lo salvo su delicious, se devo rileggerlo dopo con calma lo marco con la stellina, se voglio farlo leggere lo condivido. Ma qui mi è sorta un’ulteriore domanda: se lo condivido quante persone lo leggeranno? non sarebbe meglio farci un post? e il video che ho condiviso oggi su tumblr (ah, questo è il mio tAmblr) non fosse visto da abbastanza persone? sarebbe un peccato, dopo tutto se uno condivide è perché reputa che gli altri debbano vedere, altrimenti perde senso.

Non ne sono venuto a capo; apparentemente non c’è modo di conoscere il numero di lettori dei propri shared items, nemmeno a spanne. Magari sarà una delle prossime mete della web analytics 🙂

Francamente…

mi è appena arrivata una mail:

Google Seo Staff < invionewsdalweb@lycospower.it >

Il tuo sito internet e’ nelle prime 2 pagine di G o o g l e?
[cut…]

francamente… si. (però “segnala come spam” lo stesso) 🙂

Report, report!

Capita che qualcuno non voglia spendere soldi per comprare delle licenze di un prodotto, che qualcuno però ha voluto. Per cui il prodotto resta fermo 6 mesi. Poi capita che queste licenze arrivino, ma che sia già l’anno nuovo e tutti vogliano sapere i dati del 2007. Gente che non si ricorda nemmeno la password per accedere al prodotto dice che – ovviamente – “è urgente”.

Per cui alla fine capita che qualcuno a caso debba produrre report mensili e l’annuale (cioè 7 report) per ciascuno dei 77 profili esistenti sul prodotto. E poi debba mettere su altri 4 profili nuovi. E poi debba travasare i dati sul nuovo PC. E ogni tanto debba anche mangiare.

Quindi se non mi faccio vivo, sapete perché.

(ma intanto ieri alle prove dei Kahuna c’era la famosa “serata bonus”, la serata annuale in cui tutti suonano bene e qualsiasi cosa ti riesca alla grande. La serata che aspetti tutto l’anno con trepidazione. Peccato che siamo ancora a Gennaio e ce la siamo già bruciata 😀
Vi lascio col pezzo di esordio, che a mio dire per una volta, modestamente, ci è venuto meglio di alcune versioni live che ho sentito dagli Iron Maiden)