Fai felice un benzinaio

cara benzaadottalo per il pieno! fai anche tu la tua buona azione!

Prima di partire per le ferie ci siamo fermati dal benzinaio, solitamente di poche parole, anzianotto e molto tranquillo, per non dire spento. Abbasso il finestrino e gli dico “il pieno”, regalando un lampo di luce agli occhi dell’uomo. “IL PIENO, SIGNORE?” mi urla stupito, e io ribadisco “si, il pieno!”. Inizia a pompare carburante e dopo poco mi chiede se ho la carta di credito (che si sa, ormai la benzina vale come i gioielli) perché il lettore è rotto, sempre terminando la frase con l’appellativo signore. “no, tranquillo, pago in contanti” sorrido. E lui mi sorride di rimando.

Passano i minuti in compagnia del ronzio della pompa e dopo uno STOCK! lui urla talmente forte che devono averlo sentito anche dal palazzo di fronte “CINQUANTADUE, SIGNORE!”. Glieli allungo e ripartiamo verso le nostre agognate ferie, mentre dal finestrino udiamo una voce che recita il mantra “grazie, signore, grazie. Arrivederci, signore, grazie. Grazie, signore…” 🙂

Se stai partendo per le ferie o è tua abitudine fare sempre il pieno, o semplicemente hai voglia di fare una buona azione, regala anche tu un momento di gioia al benzinaio di Corso Dogali 🙂

Leave a Reply

5 Comments

  1. Ahaha… ma che, eri per caso anche il primo cliente della giornata? 😀
    Ciao,
    P|xeL

  2. mah !
    io al mio gli lascio botte da 70 euro e non è che mi sorrida particolarmente :-/

  3. Io faccio sempre il pieno, tanto alla fine consumo la stessa quantità di benzina e almeno non devo fermarmi dal benzinaio ogni due giorni.
    Il mio però non mi sorride più di tanto!

  4. Nana

    quando andavo a scuola facevo spesso benzina li… ma a me bofonchiava un “grazie,ciao”… forse perchè il mio pieno erano 5 euro??? :)))

Next Articleparte AppuntiDigitali.it