Le istruzioni

la filaSapete cosa è la GestLine? è un mostro burocratico creato per facilitare la riscossione e la gestione dei tributi. Il Comune di Genova se ne avvale. E’ un posto con una unica sede – per circa 600mila abitanti – vicino a dove lavoro, un posto dove alle 8e30 di mattina c’è la coda fuori con 80 persone, ma alle 7e45 c’è la coda fuori con solo 75 persone.

Perché devo andare alla GestLine? non lo so. Per una volta mi hanno mandato un foglio a casa con delle istruzioni chiare “compila qui qui e qui, firma qua, portalo alla tua banca e LORO ce lo rispediscono”, ma era troppo semplice. Il mio sportello non sa nulla, il promotore non sa nulla, l’help desk del promotore dice che forse lo deve firmare la sede a Trieste.
Va bene, facciamoglielo firmare. Mi è tornato l’altro giorno, firmato, con una lettera di accompagnamento: “gentile cliente, ecco il suo foglio. Ora lo porti alla GestLine”.

Una cosa che non sopporto è quando le cose non sono chiare e bisogna chiedere istruzioni, cioè praticamente sempre in Italia. Una cosa che mi fa venire i nervi è quando bisogna chiamare un call center per chiedere istruzioni, che spesso non sanno o PEGGIO al telefono sanno ma sul sito non ci sono. Ma una cosa che VERAMENTE mi manda fuori dai gangheri è quando le istruzioni ci sono, sono chiare, ma te lo mettono in quel posto lo stesso.

Poi i miei amici si stupiscono se alla domanda “ma andresti DAVVERO a vivere all’estero?” io rispondo sicuro di sì.

Leave a Reply

8 Comments

  1. la conosco la GestLine … un paio di volte c’ho avuto a che fare ….
    …. soluzione …..

    …. un lanciafiamme!!!!!

  2. ale

    Assolutamente d’accordo anche se spesso siamo noi a non far valere i ns. diritti, a non mettere in concorrenza i servizi ed a comportarci troppo bene. Cosa sarebbe successo se non fossi andato a questa GestLine?

  3. ma io non ci sono mica andato. oggi ci sono andato presto, ma dopo 5 minuti ho desistito, che avevo 75 persone davanti.

    La GestLine non ha concorrenti, è una concessionaria unica, quindi non vedo proprio cosa fare, se non aspettare di passare e beccare un momento di calma. Sciuramente NON prendo ferie per portare un documento che forse non va nemmeno portato lì.

    L’altra cosa bella è che se li chiami il telefono o dà segnale di irraggiungibile oppure PRIMA risponde con la musichetta e DOPO si inserisce la voce di Telecom che dice “numero inesistente”. patetico 🙂

  4. ti capisco, e vogliamo parlare anche della situazione dei permessi di soggiorno? mia moglie (e ribadisco mia moglie) è giapponese, e dopo 6 mesi di tempo siamo ancora in attesa che qualcuno si muova per rinnovare il permesso di soggiorno…… mi sono vergognato di essere italiano 🙁

  5. ma sposandosi non acquisisce automaticamente la cittadinanza?

  6. che estero sia ma non venire in grecia che per dirne una qui il codice fiscale è un foglio di carta scritto a mano se lo perdi non esisti più se lo apri troppe volte ti si strappa e ancora non esisti più

  7. in realtà lei non vuole la cittadinanza, perchè non può avere il doppio passaporto, quindi le “basta” il permesso di soggiorno… ma l’acquisizione automatica è una fantasia lontana dalla realtà purtrppo

Next ArticleIl riassunto di un film