La cosa meno BarCamp

La cosa meno BarCamp che ho visto allo ZenaCamp è stata il fatto che nonostante abbia seguito ben poche presentazioni e la macchina organizzatrice fosse oliata, ho parlato pochissimo con gli amici genovesi venuti con curiosità, e poco anche con i vecchi amici venuti da lontano. Ho parlato leggerissimamente di più con i nuovi conosciuti, ma anche lì non posso ritenermi soddisfatto.

Leave a Reply

12 Comments

  1. paola

    Almeno sono riuscita a salutarti! Però sono dovuta scappare proprio durante la tua presentazione e non ho avuto il tempo di chiederti di presentarmi la tua signora, che conosco solo tramite blog…

  2. A me dispiace non averti potuto conoscere meglio, un po’ perché ci siamo incontrati in situazioni poco adatte, un po’ perché sono timidissimo, un po’ perché organizzavi te e non avrai avuto tempo…

    Comunque, sono qua per farvi i complimenti, era il primo barcamp per me, ma l’organizzazione mi è sembrata ottima, degna di nota. 🙂

    Grazie a tutti…

  3. Si beh al BarCamp… alla cena secondo me abbiamo rotto un pochino di più il ghiaccio. Niente di trascendentale però credo che il fatto che fossimo una ristretta “selection” abbia favorito un attimino lo scambio di qualche battuta in più (lo so le mie battute sono brutte però…)

  4. Come non darti torto? Da parte mia però ci ho messo tutto l’impegno (non volontario ovviamente) per creare una situazione di imbarazzo per la quale chiamare due battute quelle che ci siamo detti è un’esagerazione.
    Alle volte preferisco i contatti a bit, mi permettono di essere più socievole. Orso sono e orso rimango.

  5. orso stercoraro? 😀 (la capiamo io e te, mi sa)

  6. Marty

    Ho letto sul secolo di un certo tambu…parenti?
    Non sono venuta, purtroppo sono molto presa in questi giorni, e ieri quando tutta Italia faceva il ponte, ho pure lavorato! Vabbè, sarà per il prox anno.
    Ciao Marty.

  7. Lo dici ogni anno, io ho perso la speranza ormai 🙂

  8. Quindi devo ritenermi fortunato per i 5 minuti che abbiamo parlato alla cena di venerdì!?

    Scherzi a parte, è normale che quando si è presi dall’organizzazione non ci sia molto tempo per curare le Pr..

  9. …siccome era il mio primo camp ero decisamente un po’ frastornato (complice la mia indole da orso) e perciò mi scuso con tutti quelli a cui non ho neppure detto ciao, e con gli organizzatori a cui non ho manifestato l’apprezzamento per il notevole lavoro fatto…

  10. Anche io ti leggo in rete, e speravo di salutarti. Ho sentito un brano del tuo intervento ma non sono riuscito a incontrarti. Anche perché avevo un intervento anch’io… Come dicono altri sopra, occorre vincere una certa ritrosia, sapendo che è lo stesso per gli altri.
    Impareremo a usare queste occasioni.
    (e chi sa se le scritte glitterate che qualcuno si sta inventando aiuteranno 😉 )

  11. nessuno77

    non ti ricordavi di NESSUNO e io ho le prove …MARRANO!

  12. …allora non ero la sola “timida”…! Ad una certa distanza di tempo sto scoprendo l'”effetto-onda” di questo BarCamp (ce l’avranno tutti, ma questo di Genova NON PUO’ non averlo…), e credo di aver capito che ad ogni Bar bisognerebbe andare con un solo scopo o “tema”, magari diverso di volta in volta: intanto, tutto-tutto non si può fare e poi non vale restarci male… no, se la media dei Bar è anche un pochino meno dello ZenaCamp!! ;-))))

Next ArticleCappuccetto Tambu