la memoria

L’interessante questione posta da Marco sui dati online mi vede penzolare tra due idee diverse:

E’ vero che tutto si sta trasferendo online, e secondo me è un bene. E’ un bene perché i dati sono più accessibili, non dimentico mai l’agenda a casa, posso accedere al pc di casa, ho con me tutti i numeri di telefono che mi servono. E’ un bene perché la pervasività della rete porta insieme alla sua espansione i nostri dati, che diventano onnipresenti.

E’ un male perché alcune volte i nostri dati spariscono alla stessa velocità con cui li abbiamo trasmessi. Per questo cerco sempre di affidarli a realtà di un certo tipo, solide, grosse, rinomate; al limite promettenti, anche se questa non è certo una garanzia. E come Andrea anche io cerco di affidarmi a servizi che mi permettano il backup, esplicito o meno (o tramite tool di terze parti).

Questo è un altro dei tanti motivi che mi spinge ad utilizzare i servizi di Google. Difficilmente (anche se a volte è successo) i tuoi dati spariscono. E se il prezzo da pagare è consegnare tutta la mia vita digitale, mi pare un buon compromesso. La mia privacy non sarà certo a rischio se Google sa che alle ore tot del giorno tot mangio coi miei genitori, o se faccio i complimenti via mail a un blogger per un bell’articolo…

La cosa preoccupante è l’assuefazione che questo provoca, semmai. Sono famoso per essere uno preciso (precisino del cazzo™ 🙂 ), che difficilmente dimentica qualcosa. Mercoledì scorso ho dimenticato le scarpe in palestra. Venerdì parcheggio il motorino, metto dentro il casco e mentre salgo lo racconto al mio compare. “eeeh ti capisco, io le chiavi della macchina le avrò perse cento volte”. Mi blocco e realizzo che ho appena lasciato le chiavi del motorino attaccate alla sella.

Non so se questo c’entra con l’età o con il fatto che invece quando sono online ho tutto sotto controllo, ma vale la pena di rifletterci.

Leave a Reply

4 Comments

  1. thebidimensional

    Anche a me e’ accaduto di pensarci. Probabilmente in noi compare una sorta di pigrizia mentale dovuta al fatto di avere l’abitudine ad affidarsi a sistemi di ‘reminding’…. Oppure no?

  2. Barbara

    Qui siamo tutti smemorati anche noi non sappiamo se sia il pc o l’età certo è che tra me e MisterN c’è sempre qualcuno che dimenica le chiavi, il cellulare etc etc 😛

  3. No maledizione!
    ..era un post che volevo scrivere sul blog..poi però me ne sono dimenticato.!.Una persona che non ha problemi di memoria è sicuramente Gianni Golfera..affidatevi al buon Google e dite cosa ne pensate..
    Ah mi presento sono Hunter, lurker sul tuo blog da qualche tempo..

Next Article...e la terza neanche te la meriti