Venite a me!

Io non c’ero, ma non parlerò troppo.

Dirò solo che se Tombolini invece di un Iliad avesse avuto in mano un Iphone, certe polemiche non sarebbero nemmeno nate.
Nemmeno se ipotizzassimo per assurdo che lui sia un rivenditore Apple.

L’esorcista 3

Linda BlairStanotte sono stato male, avevo come una blocco che faceva l’ascensore nel torace. Poi stamattina ho scoperto che la famosa scena del vomito dell’esorcista non è un iperbole, si può fare davvero!

Ora se sto a letto mi fa male la schiena, se sto seduto mi fa male la schiena, l’aspirina non serve a un tubo e il nano peloso non assolve come dovrebbe alla sua funzione borsa-dell’acqua-calda.

Ah, ho creato una categoria The Cat, così vi posso riportare tutti i nomignoli che affibbio al mezz’elfo con l’orecchio tagliato 🙂

Cambiamenti climatici

Categorie che già maledicono i cambiamenti climatici: i gestori di impianti sciistici, che quest’anno sono quasi tutti in miseria.
Categorie che già benedicono i cambiamenti climatici: i gestori di baretti che tengono i tavolini fuori (pieni) anche di sera.
Categorie che presto si accorgeranno dei cambiamenti climatici: le donne, quando non riceveranno la mimosa (che è già fiorita) l’8 di Marzo.

Falso come una banconota da 3 euro

Siccome se pesto o sgrido troppo il gatto la signora si arrabbia, oggi abbiamo *allegramente e gioiosamente* giocato al wrestling sul tappeto. Così ho salvato capra e cavoli.

SUPLEX ROVESCIATO!
MIAO!
LACCIO CALIFORNIANO!!!
MEEEUUUUUUWWW!!!

🙂

in arrivo la meritocrazia!

“e sticazzi”, aggiungo io.

Sarà eliminata ogni progressione di carriera automatica, mentre gli incarichi e le promozioni saranno collegate ai risultati della valutazione

corriere.it

In realtà la meritocrazia non esiste, o almeno non esiste più. E’ scomparsa quando abbiamo smesso di fare il lavoro che volevamo, cioè quando siamo diventati troppi per troppo pochi posti di lavoro.
Mio padre ha studiato telecomunicazioni, e appena ha finito è andato a lavorare in Telecom, e ci è andato in pensione. E va bene che il posto fisso non esiste più, ma mi aspetterei che al massimo uno passi tutta la vita a cambiare impiego, ma nel settore che ha scelto!
Invece oggi la norma è che si studia una vita qualcosa, ci si laurea in qualcosa, ma poi si ripiega su tutt’altro lavoro, e si viene pure sottopagati.

Vi ricordate i precari di cui vi ho parlato qualche post fa? per qualche strana concomitanza di fattori (perché di certo nessuno regala niente a nessuno) ora li stanno assumendo pian piano. La domanda che gli viene rivolta è “a quanti soldi sei disposto a rinunciare, al mese, pur di venire assunto?” (*)

Tutto questo preambolo per dire cosa? non lo so, però ho idea che questa ventilata meritocrazia non migliorerà di niente la P.A. e anzi: appena le persone valide si accorgeranno che non avanzano in carriera tanto quanto gli altri, smetteranno di lavorare tanto quanto gli altri. E buonanotte al secchio!

(*) la risposta corretta alla domanda è: “sono disposto a rinunciare a 200 euro al mese, ma tu ti fai dare un pugno in faccia, OK?”

lucchetto




lucchetto

Originally uploaded by Tambu.

il primo RAW che manipolo. Niente cose estreme, giusto due tocchetti qua e là, per vedere cosa succede muovendo quella barretta o premendo quel pulsanBOOOOOOOMMMMM

Torna il vulcanico Terrile

Ieri prima lezione del terzo modulo del corso di foto di Alberto Terrile. Più che una lezione è stata una chiaccherata, e più che un corso di foto è ormai diventato un progetto comune. Immaginavo che qualcosa bolliva in pentola, e l’Albertone non ci ha deluso: in sostanza è una riedizione del secondo modulo, scrivere una storia per immagini, ma questa volta ci sono alcune varianti di sicuro interesse:

  • Le immagini dovranno essere necessariamente più legate, perché dovrà assomigliare a un film più dell’altra volta
  • Alberto non fotograferà noi mentre fotografiamo, ma parteciperà al progetto e quando sarà il momento di scegliere le foto ci saranno anche le sue nel mucchio; gli allievi dovranno in questo caso DAVVERO superare il maestro 🙂
  • Il progetto è già stato “dato in pasto” alla macchina organizzatrice: intendo dire che Alberto è così sicuro della sua riuscita che lo spaccia (e non solo con noi) come già fatto. Fallire non è contemplato.
  • La location è moooooooolto interessante, e sono contento che non sia un luogo in cui si può accedere normalmente. Questo renderà tutto ancora più eccitante e decisamente meno banale!

Curiosi eh? 🙂

catena bibliaria 2

Questa me l’ha passata l’algaspirulina, e mi pare brutto dire di no a una fanciulla.

A onor del vero l’ho saputo stamattina in ufficio, ma i primi 3 libri che avevo sottomano, i più vicini, non arrivavano fino a pagina 123 (per la cronaca erano dei pallosissimi bignami di CSS, javascript e Visual Basic for Office 🙂 )

Ergo mi son tenuto fino a stasera, sperando di potervi stupire con uno dei millemila libri strani che possiedo, o con qualcosa di mirabolante che sarebbe rimasto nella storia della blogosfera per parecchi mesi… e invece, tant’è…

questi ultimi che, vendemmia dopo
vendemmia, prestano attenzione
alle caratteristiche delle diverse
vinacce per far funzionare al meglio
gli impianti, ritoccandoli secondo le

Il libro che DAVVERO ho più vicino, a portata di mano, è l’enciclopedia della cucina italiana, volume 16 – caffè, liquori e grappe.

Terribile vero?

come l’altra volta, la passo a silentman, nervo e theone (e chissà che questi ultimi non si destino dal torpore 😀 )

Traguardi importanti 6-7-8

Come ampiamente previsto la curva sale in modo esponenziale, con una recrudescenza particolarmente fastidiosa in questi ultimi giorni.

lo spam a 8000 commenti

È quindi giunto il fatidico momento in cui NON CONTROLLO PIU’ ACCURATAMENTE LO SPAM AKISMET PRIMA DI CANCELLARLO. Mi dolgo quindi se qualche commento andrà perso. (Sicuramente Cle’, che ci finisce regolarmente, a volte anche Giorgio e altri). Abbiate pazienza, prima o poi doveva accadere…