Torna il vulcanico Terrile

Ieri prima lezione del terzo modulo del corso di foto di Alberto Terrile. Più che una lezione è stata una chiaccherata, e più che un corso di foto è ormai diventato un progetto comune. Immaginavo che qualcosa bolliva in pentola, e l’Albertone non ci ha deluso: in sostanza è una riedizione del secondo modulo, scrivere una storia per immagini, ma questa volta ci sono alcune varianti di sicuro interesse:

  • Le immagini dovranno essere necessariamente più legate, perché dovrà assomigliare a un film più dell’altra volta
  • Alberto non fotograferà noi mentre fotografiamo, ma parteciperà al progetto e quando sarà il momento di scegliere le foto ci saranno anche le sue nel mucchio; gli allievi dovranno in questo caso DAVVERO superare il maestro 🙂
  • Il progetto è già stato “dato in pasto” alla macchina organizzatrice: intendo dire che Alberto è così sicuro della sua riuscita che lo spaccia (e non solo con noi) come già fatto. Fallire non è contemplato.
  • La location è moooooooolto interessante, e sono contento che non sia un luogo in cui si può accedere normalmente. Questo renderà tutto ancora più eccitante e decisamente meno banale!

Curiosi eh? 🙂