catena bibliaria 2

Questa me l’ha passata l’algaspirulina, e mi pare brutto dire di no a una fanciulla.

A onor del vero l’ho saputo stamattina in ufficio, ma i primi 3 libri che avevo sottomano, i più vicini, non arrivavano fino a pagina 123 (per la cronaca erano dei pallosissimi bignami di CSS, javascript e Visual Basic for Office 🙂 )

Ergo mi son tenuto fino a stasera, sperando di potervi stupire con uno dei millemila libri strani che possiedo, o con qualcosa di mirabolante che sarebbe rimasto nella storia della blogosfera per parecchi mesi… e invece, tant’è…

questi ultimi che, vendemmia dopo
vendemmia, prestano attenzione
alle caratteristiche delle diverse
vinacce per far funzionare al meglio
gli impianti, ritoccandoli secondo le

Il libro che DAVVERO ho più vicino, a portata di mano, è l’enciclopedia della cucina italiana, volume 16 – caffè, liquori e grappe.

Terribile vero?

come l’altra volta, la passo a silentman, nervo e theone (e chissà che questi ultimi non si destino dal torpore 😀 )

Leave a Reply

Next ArticleTorna il vulcanico Terrile