Trasferta

Il tenutario qui e l’estrellita domani si trasferiscono a Roma per alcune faccende. E no, non hanno avvertito nessun autoctono perché sarà *VERAMENTE* un mordi-e-fuggi.

Hanno prenotato un Eurostar su internet, pagato con carta di credito (rigorosamente ticketless e hanno prenotato un albergo, sempre su internet.
Non hanno dovuto avere contatti con nessuno, nessun call center, nessuna coda, niente freddo né pioggia né incomprensioni.

Il TCP/IP sarà anche freddo e impersonale, ma Dio mio quanto è comodo! 🙂

Blogosfera visiva

Sul numero odierno di Nòva, supplemento tecnologico del sole 24 ore, ci sono delle pagine molto belle sulla blogosfera e i blog scritte da Valdemarin, Luca Conti e ludo – tra gli altri – e c’è un paginone centrale “alla playboy MA PIU’ GRANDE” con la mappa delle relazioni nella blogosfera basata sulla top100 (it.blogbabel.com) che alcuni di noi/voi avevano già potuto in parte apprezzare al BarCamp.

Ecco, volevo dirvi che ci sono anche io, a destra, un po’ più a destra e in alto di Pandemia, e che grazie a un link di qualche tempo fa ho tirato dentro (mezzo troncato perché proprio nel bordo, ma meglio di niente) anche cronachesorprese.
E pure Guzzo!! (ma quanto mi devi pagare?!?!?! 🙂 )

DUE CAFFE’!

caffé
Dopo pranzo con un collega sono andato a prendere il caffè in quel posto col codice strano di cui vi ho parlato tempo fa.

Il collega ordina “DUE CAFFE’!” e la commessa urla, sicura: “UNO E NOVANTA!

a) cazz, c’è stato un colpo di stato in Brasile?

b) shhh, lo urla pure? non si vergogna?

c) come? uno a novanta? immagino sia io…

Nuovo record!

Stasera ho aperto la finestra della cucina ed è entrata una zanzara (e pure bella grossa).

Ora che anche la scusa del freddo non regge più, ditemi per favore se siamo di fronte ad una nuova specie in grado di resistere alle temperature rigide dell’inverno e quindi di ROMPERE I COGLIONI in maniera esponenziale!

No, perché se così fosse questa finisce dritta tra le prime 5 cause di possibile espatrio.

My second life

Notizia di oggi è il primo concerto italiano interamente realizzato e trasmesso da Second Life

In breve, Second life è un mondo virtuale dove ognuno può registrarsi, creare un avatar e “vivere” la vita che vuole; può fare il giramondo, può lavorare, nella versione a pagamento può acquistare e vendere terreni ed edificare.
Addirittura il giro di affari INTERNO a SL è valutato in 13 milioni di dollari, e la signorina Anshe Chung è diventata la prima milionaria virtuale vendendo case fatte di pixel. Non conosco il tasso di conversione dollari virtuali/reali, ma mi sembra comunque un risultato notevole.

Siccome in SL ognuno può fare quel che vuole, io se ci giocassi farei un programmatore con le palle che crea un gioco virtuale in cui gli avatar si collegano e possono vivere un’altra vita (e pagano). E ovviamente sarei anche il primo iscritto di questo gioco virtuale, un programmatore con le palle che crea un gioco virtuale in cui… 🙂

buoni segnali?

Sabato sera mi è arrivato un sms da 0 (zero). Lo apro e, sorpresa, è un promemoria di Google Calendar, dopo mesi di silenzio. Pare che sia capitato anche ad altri, che qualcosa si stia muovendo?

Da due amici che stanno ancora su Splinder ho ricevuto il feed RSS completo. Siccome non credo proprio che siano passati alla versione a pagamento, e non trovo conferme in giro, hanno finalmente capitolato o è il primo segnale della nuova gestione Dada?

UPDATE: i due feed sono tornati troncati. Evidentemente era un errore della piattaforma. Mai gioire troppo presto! 😀
UP-UPDATE: i feed completi sono davvero disponibili per tutti, bisogna solo attivarli, come spiegato da Maxime🙂

marina e la mela

marina al barcamp

magari è un fantasma, però devo dire che nell’aldilà si trattano bene, in quanto a notebook 🙂

ma se hai Cristina d’Avena…

(ANSA)-ROMA, 5 DIC- ‘E’ inutile chiamare allo Zecchino d’Oro gente come la Falchi, che non c’entra nulla con le canzoni per bimbi’, cosi’ polemizza Cristina D’Avena. La cantante, a Milano per la presentazione di ‘Ambrogino d’oro’, ha proseguito: ‘questa nuova gestione dello Zecchino d’oro sta perdendo di vista il vero obiettivo della trasmissione, che per i bambini sta nel condividere dei momenti con i personaggi piu’ amati, che possono anche essere degli attori, ma se hai Cristina D’Avena…’.

A parte lo tsunami di egocentrismo che deve aver investito il giornalista che ha raccolto la dichiarazione, qualcuno vuole aggiornare la signora d’Avena sullo stato dei giUOvini moderni (o in alternativa consigliarle un pesante gonfiaggio del petto per tornare in fretta in testa alle preferenze dei suoi piccoli? 🙂 )