Kahuna chez nous

un tornado a casaAbbiamo appena finito di rassettare la casa dopo il cenone indiano col mio gruppo e le consorti. Avevo pensato che 8 persone fosse il massimo sostenibile per una cena classica tra queste quattro mura, abbiamo fatto un’eccezione e ci siamo stati in nove, dieci è impossibile (eventualmente dovremo ripiegare su un party in piedi; o al limite sistemare il giardino e attendere climi più miti…)

Ci siamo divertiti, la cena mi dicono fosse buona, i beveraggi non sono mancati, e anzi sono in larga parte avanzati andando a gonfiare la nuova ala della mia cantinetta (cioè prima avevo 18 posti, ora ne ho 36. cioè il doppio, il 100% in più, o se preferite l’ho portata a 4/2, o 6/3, o 8/4… pare che ci sia qualcuno tra noi che non va molto d’accordo con le frazioni 😀 )

Giorgio come da programma s’è presentato con 10 litri di Goesser, anche quelli in larga parte riposti nello scaffale in attesa di essere consumati in occasione consona…

Son quelle serate che sei contento di aver passato il pomeriggio a spignattare, anche se la parte grossa l’ha fatta come al solito la signora, e a pulire la casa, che sei contento di sparar cazzate in compagnia, che dici che bisogna farle più spesso ma che poi non ce la fai mai… quelle serate che se ci pensi dici: “meglio, almeno me le godo di più quando capitano” 🙂

porca trota! alle soglie del 2007, il VENTOTTODIDICEMBRE, c’è una supercazzo di zanzara? io vi giuro che non ne posso più! davvero!!! :-/

Leave a Reply

2 Comments

  1. Il ragionamento non fa una grinza:)
    Bel blog!

  2. Acora Zanzare tambu? Uhmm..ma dove abiti alle filippine,,,?
    Bene bella mangiata !!!

Next Article5 cose che (forse) non sapete di me