5 cose che (forse) non sapete di me

WOW! unas blog-catena!! era un bel po’ che non se ne vedeva una.
Però Andrea Beggi m’ha chiamato, e quindi andiamo ad elencare cinque cose che – con tutta probabilità – non sapete di me:

  1. sono cintura nera di Karate. La dizione esatta, tecnica, è “cintura nera primo dan”, ho smesso per questioni lavorative pochi mesi prima di dare l’esame per il secondo. (A dirla tutta sarei anche cintura gialla di [[Kobudo]], ma è stata una parentesi tanto estemporanea quanto interessante…)
  2. mi hanno sospeso la patente per un mese, dieci o undici anni fa. “guida pericolosa in prossimità di una curva”, se non ricordo male. Era ovviamente un rettilineo larghissimo e avevo invaso la corsia opposta, peraltro vuota, per non perdere d’occhio l’unico della colonna di macchine che sapeva dove stavamo andando 🙂
  3. sono ghiotto di primi piatti, praticamente potrei vivere di sola pasta, in tutte le sue forme, evoluzioni e varianti. Non solo, se sentissi il tipico odore di amido della pasta appena buttata insieme a quello di aglio e olio che si scaldano, potrei rimettermi a tavola senza colpo ferire anche se avessi appena finito di mangiare il panettone in un qualsiasi pranzo natalizio dei nonni
  4. ho tentato più e più volte di entrare nelle forze dell’ordine: Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia. Avevo anche meditato di firmare nell’esercito, mi piacciono le gerarchie ordinate in cui sai sempre cosa dire e cosa fare, e sai chi c’è sopra e sotto di te e a chi devi rendere conto.
  5. faccio scrocchiare ossa che nemmeno potete immaginarvi; a titolo di esempio, ma la lista è molto più lunga, tutte le falangi delle dita delle mani (i pollici addirittura soltanto piegandoli), le dita dei piedi, le caviglie, le ginocchia, la schiena. Il colpo ad effetto è lo scrocchio del collo, fatto con movimento repentino verso sinistra e grande paura per chi assiste 🙂

La passo alla signora, a Cronache e a Guzzo (che su wordpress non hanno mai fatto una catena, mi pare), a GiorgioTave che di cose strane da dire immagino ne abbia ( 😛 ) e al bidimensionale, così la faccio arrivare di sponda pure a Silentman 😀

Kahuna chez nous

un tornado a casaAbbiamo appena finito di rassettare la casa dopo il cenone indiano col mio gruppo e le consorti. Avevo pensato che 8 persone fosse il massimo sostenibile per una cena classica tra queste quattro mura, abbiamo fatto un’eccezione e ci siamo stati in nove, dieci è impossibile (eventualmente dovremo ripiegare su un party in piedi; o al limite sistemare il giardino e attendere climi più miti…)

Ci siamo divertiti, la cena mi dicono fosse buona, i beveraggi non sono mancati, e anzi sono in larga parte avanzati andando a gonfiare la nuova ala della mia cantinetta (cioè prima avevo 18 posti, ora ne ho 36. cioè il doppio, il 100% in più, o se preferite l’ho portata a 4/2, o 6/3, o 8/4… pare che ci sia qualcuno tra noi che non va molto d’accordo con le frazioni 😀 )

Giorgio come da programma s’è presentato con 10 litri di Goesser, anche quelli in larga parte riposti nello scaffale in attesa di essere consumati in occasione consona…

Son quelle serate che sei contento di aver passato il pomeriggio a spignattare, anche se la parte grossa l’ha fatta come al solito la signora, e a pulire la casa, che sei contento di sparar cazzate in compagnia, che dici che bisogna farle più spesso ma che poi non ce la fai mai… quelle serate che se ci pensi dici: “meglio, almeno me le godo di più quando capitano” 🙂

porca trota! alle soglie del 2007, il VENTOTTODIDICEMBRE, c’è una supercazzo di zanzara? io vi giuro che non ne posso più! davvero!!! :-/